Main partner:

Jobs

Rubicon Project apre il suo Private Marketplace Guaranteed a DSP terze

Rubicon Project ha aperto il suo exchange alle demand-side platform per gli acquisti automatizzati nei private marketplace di tipologia guaranteed.

DoubleClick Bid Manager di Google è la prima DSP ad essere integrata. La società, riporta la nota, è attualmente l’unico exchange di terza parte a consentire l’acquisto in programmatic guaranteed per tutti i tipi di transazione all’interno di DoubleClick Bid Manager Marketplace Interface.

“L’acquisto in programmatic guaranteed nei private marketplace rappresenta una grande opportunità per la nostra industria, in quanto fornisce alle DSP la possibilità di accedere ad inventario premium che è garantito dagli editori, oltre a dare loro informazioni dettagliate che indicano precisamente come hanno bisogno di agire nel PMP per vincere l’asta”, ha dichiarato Tom Kershaw, Chief Technology Officer della società, “Oggi, la maggior parte delle DSP sta ancora solo esplorando il mondo degli acquisti garantiti, motivo per cui siamo fieri di essere l’unico exchange di terza parte che attualmente offre acquisti programmatic guaranteed per tutti i tipi di transazione su DoubleClick Bid Manager Marketplace Interface, come risultato dell’integrazione di DoubleClick nel nostro exchange”.

Nel prossimo futuro, Rubicon Project integrerà altre DSP nei PMP guaranteed.

PubMatic amplia l’offerta con il lancio di due nuove soluzioni

PubMatic, l’azienda fornitrice di software di automazione marketing per editori, ha annunciato oggi il lancio delle transazioni in Private Marketplace Guaranteed (PMP-G), contrattazioni che dovrebbero coniugare la certezza e il pubblico premium degli acquisti diretti al targeting avanzato di pubblico del Programmatic.

Inoltre, i compratori che usano gli strumenti PubMatic Curated Audiences possono segmentare e raggiungere il pubblico in scala nello stesso ambiente garantito con un pacchetto di offerte multiple di private marketplace (PMP) offerte da vari editori, tutto un unico ID di transazione.

L’azienda ha affermato che i PMP-G combinano le certezze dei media venduti direttamente con il targeting dati e l’efficienza del real-time bidding, permettendo agli inserzionisti di comprare inventory programmatica con sicurezza. Gli editori e inserzionisti possono sincronizzare il pubblico in anticipo su una campagna, fornendo ai compratori un più alto grado di certezza dei PMP standard per completare un acquisto di audience o raggiungere un certo budget su un periodo stabilito. Per il business degli editori, questo fornisce delle previsioni sui ricavi più affidabili.

“PubMatic si è impegnata per rendere possibile un acquisto di media maggiormente automatizzato per marchi e inserzionisti, che li aiuterà a raggiungere il loro pubblico globale in scala”, ha dichiarato Kirk McDonald, Presidente di PubMatic, “Il Programmatic ha cambiato il modo in cui i media sono scambiati e noi crediamo che la tecnologia PMP-G stia trasformando l’industria in un mercato più efficace ed efficiente, in cui gli inserzionisti possono essere certi di reach e prestazioni delle loro campagne e gli editori possono mantenere il controllo dei loro inventory e business”.

PubMatic ha aggiunto che eliminando la necessità di gestire campagne e operazioni multiple, il suo Curated Audiences fornisce ai compratori media un flusso di lavoro più efficiente. Utilizzando il pannello di controllo, i compratori possono scoprire PMP personalizzati che sono costruiti intorno ai bisogni specifici delle campagne degli inserzionisti, come il pubblico o il contenuto, profili demografici o KPI come la viewability.

Alcuni pacchetti di inventory che gli inserzionisti possono acquistare sono basati sui dati demografici e eventi.

Le più lette