Main partner:

Jobs

Eurobet pianifica il 50% del budget in programmatic adv con Tradelab

Eurobet mette al centro della propria strategia i dati. Dati di prima parte che diventano il motore dell’intera macchina di comunicazione, soprattutto online.

A spiegarlo è stato – a margine del convegno “Everywhere Commerce” organizzato dal Politecnico di Milano e da Zenith Italia – l’Online Marketing Director di Eurobet, Alexis Grigoriadis, intervenuto sul palco in occasione della tavola rotonda “L’Everywhere Commerce, la parola alle aziende”.

Nell’ambito della discussione, il manager ha ribadito l’importanza dei dati nativi, o di prima parte, per la costruzione di una strategia di comunicazione online mirata ed efficace, su una clientela profilata: «Nel mondo del gaming e del betting, la puntualità della comunicazione nel momento giusto è fondamentale e l’utilizzo del dato in questo diventa una necessità molto sentita per calibrare mosse coerenti con l’effettivo interesse mostrato da chi di registra sul nostro sito, o semplicemente lo visita, e da quale device tendenzialmente agisce».

Per fare questo, l’intero budget di comunicazione destinato al digitale – «pari al 50% della spesa totale annua di Eurobet», specifica il manager – è gestito in programmatic attraverso il trading desk Tradelab, riconfermato come partner lo scorso novembre (leggi qui l’articolo dedicato): «Per noi comunicare online significa soprattutto pianificazione display e attività social. Strumenti che più si prestano a planning guidati da dati e al tipo di comunicazione che dobbiamo e vogliamo operare sul cliente».

Ovviamente, l’approccio di Eurobet è multimediale: «perché sempre più spesso capita che un cliente effettua registrazioni al servizio da mobile, mentre preferisce gestire il proprio deposito di denaro per le scommesse da desktop. I dati ci aiutano a capire questo e a comprendere altresì qual è il momento giusto per agire su quel determinato cliente».

Attualmente, l’azienda è on air e online con una campagna firmata dall’agenzia Saatchi & Saatchi (scelta a settembre 2015 in seguito a una gara, ndr), ma il manager spiega poi a Engage che è prevista l’uscita di una nuova creatività pubblicitaria in concomitanza con l’inizio del prossimo campionato di calcio: «L’attuale campagna sta andando a esaurimento. A fine agosto, inizio settembre partiremo, invece, con una nuova campagna, pianificata da Zenith (riferimento per il media dell’azienda dal 2014, ndr)».

L’offline, e la comunicazione video in generale, rientrano nella strategia per «la costruzione della brand awareness, ma è attraverso il digital che fidelizziamo e informiamo costantemente clienti e prospect sulle nostre attività».

Disneyland Paris festeggia i suoi 25 anni: campagna online in programmatic

Disneyland Paris punta sul programmatic per la parte digital della campagna di comunicazione dedicata alle offerte per il suo 25° Anniversario.

“Inizia un anno scintillante!”: questo è il claim dell’adv che il parco divertimenti ha scelto per il mercato italiano.

Nello specifico, la campagna media, on air dal 16 gennaio fino al 28 febbraio, si compone di un piano tv (DTT e SAT) e digital.

Lo spot televisivo, da 30’’, in onda fino al 5 febbraio, coinvolge principalmente le reti Mediaset, SKY, Discovery e Cielo. La pianificazione web, in modalità di programmatic, prevede invece una combinazione tra display e video sui principali portali ed è rivolta principalmente al target famiglia.

La localizzazione degli spot è stata effettuata dall’agenzia Havas Worldwide Milan, mentre la pianificazione è stata curata dal centro media Blue449.

[Leggi di più su Engage.it]

Planning multimediale per il crossover Toyota C-HR. Programmatic fondamentale per il targeting

Il Programmatic Buying è tra gli elementi fondamentali della nuova campagna Toyota dedicata al nuovo crossover compatto C-HR.

Entrerà in gioco nell’ultima parte dell’iniziativa, partita il 26 novembre con lo spot televisivo, dal titolo “Reflections”, diretto da Jake Knight e Ryoko Tanaka, che punta sui concetti di “Flow” urbano e di “inatteso”.

Protagonisti dell’adattamento italiano dello spot Giorgia Palmas e Vittorio Brumotti.

Il nuovo spot tv di Toyota C-HR è stato trasmesso in anteprima lo scorso venerdì sulla pagina Facebook di Toyota Italia, per essere poi diffuso al grande pubblico già dal giorno successivo sulle principali reti nazionali, oltre che su piattaforme digitali e satellitari selezionate per incrementare l’affinità con il target principale.

Anche il cinema sarà testimone del Flow: uno spot dedicato di 45” sarà proiettato come Golden Spot a inizio film durante il periodo natalizio.

Oltre allo spot, le principali testate di settore saranno coinvolte insieme ai quotidiani in una campagna stampa a livello nazionale. Il piano media prevede inoltre il presidio della città di Bologna (in concomitanza del Motor Show) e affissioni in 6 delle principali città italiane nel periodo successivo.

Online invece, sarà attivata una campagna video sui principali broadcaster video, network e siti a target, che lavorerà in sinergia con lo spot tv.

In seguito prenderà il via un planning rich media con formati innovativi e ad alto impatto, fino ad arrivare a una YouTube domination.

Nell’ultima fase la campagna virerà su una call to action con formati display, mantenendo alta la visibilità. Il supporto del programmatico sarà fondamentale per una pianificazione audience based, che privilegerà anche presidi tattici di eventi speciali.

Il planning è a cura di Zenith, mentre la creatività è stata curata da Saatchi & Saatchi Emea e adattata da S&S Italia.

[Leggi di più su Engage.it]

Le più lette