Main partner:

Jobs

[Videointervista] zeotap a Programmatic Day(s): «Necessario verificare i dati degli utenti per abbattere le frodi pubblicitarie»

Il Vp Marketing di zeotap, Oliver Kanders, è tornato sul palco dell’Auditorium Iulm in occasione di Programmatic Day(s) 2018. E stavolta, il Vp marketing della società lo ha fatto raccontando lo scenario digitale con immagini e suggestioni prese in prestito dalla serie cinematografica Disney, Pirati dei Caraibi.

Nei panni del benevolo ed eccentrico avventuriero dei mari Jack Sparrow, Kanders ha descritto le principali sfide dell’industria, quali le frodi pubblicitarie, la General Data Protection Regulation e la qualità dei dati, con riferimento particolare alle misure intraprese da zeotap per affrontarle con successo.

Guarda la videointervista al VP Marketing di zeotap, realizzata a margine del suo intervento all’evento:

Per questo è importante verificare e testare i dati a propria disposizioni, assicurandosi anche che i partner selezionati rispettino standard elevati. «In un certo senso, il mondo della pubblicità online è come una storia di pirati, ci sono diverse minacce e c’è qualche soggetto che, attraverso condotte scorrette, sta sottraendo in maniera impropria qualcosa al mercato. È necessario quindi intraprendere delle azioni concrete per essere dei buoni navigatori», ha dichiarato Kanders.

Attingendo i dati degli utenti dalle compagnie telefoniche, zeotap è in grado di garantire che ogni ID e cookie in possesso della piattaforma sia collegato ad una persona reale.

zeotap pronta alla GDPR. Intanto Nielsen e comScore premiano la reach on-target dei suoi dati

zeotap continua a investire nella qualità e nella precisione della propria piattaforma. Secondo le analisi condotte da Nielsen e comScore attraverso i loro strumenti di misurazione, i dati socio-demografici in possesso hanno registrato prestazioni di reach on-target fino a tre volte superiori alla media del mercato italiano.

zeotap
I risultati dei test sui dati socio-demo di zeotap

Parallelamente, la società ad-tech guidata nel nostro Paese da Riccardo Polizzy Carbonelli si è messa al lavoro per adeguare la sua tecnologia alla nuova regolamentazione europea sulla privacy, diventando una delle prime strutture a ricevere la certificazione della General Data Protection Regulation già dal 2016.

Inoltre, la squadra è stata potenziata con un’unità dedicata composta da due legali, un project manager e un direttore dell’Information Security, che hanno l’obiettivo di supervisionare la conformità della piattaforma alla nuova normativa.

zeotap sarà presente al Programmatic Day(s) con il suo VP Marketing, Oliver Kanders, che interverrà nel corso della seconda giornata dell’evento.

zeotap fa crescere fatturato e organico. Online il nuovo sito

zeotap fa il suo ingresso nel 2018 rinnovando il marchio e la veste grafica del sito della società. Un’operazione che riflette non solo le evoluzioni in atto nel mercato della pubblicità digitale su mobile ma anche il nuovo corso intrapreso dalla piattaforma, in cui l’utilizzo di tecnologia intelligente e dati costituisce un importante vantaggio competitivo.

«zeotap è molto diversa dagli altri fornitori di dati. Dedichiamo un forte focus sulla tecnologia e sulle fonti di dati unici, che riescono a fornire risultati per gli inserzionisti mobile come nessun altro. Quello dei dati è senza dubbio un tema entusiasmante, con tantissimo potenziale. Il nostro nuovo marchio rispecchia la combinazione tra personalità della società e il valore che possiamo garantire ai nostri clienti», ha dichiarato Oliver Kanders, Vice President Marketing & Country Head per la Germania, la Francia e il Regno Unito della struttura.

4. Targeting_Advertiser
Un’immagine tratta dal nuovo sito web di zeotap

«Oltre ad aver riscontrato un aumento significativo degli investimenti nel comparto, abbiamo ravvisato una notevole crescita nell’adozione di dati di qualità. E all’interno di un settore contrassegnato da tali cambiamenti si è reso necessario per noi recepirli e interpretarli aggiornando la nostra immagine; abbiamo bisogno di essere agili anche in questo senso», ha concluso Kanders.

zeotap cresce e sbarca in nuovi mercati

Germania, Francia e Regno Unito sono tre nuovi mercati europei in cui zeotap ha fatto ingresso questo mese; a questi Paesi, oltreoceano, si è aggiunto anche il Canada. Sarebbe inoltre al vaglio l’apertura di ulteriori uffici in America Latina e Asia.

Nel 2017, globalmente zeotap ha registrato una crescita in termini di fatturato del 700%. Per quest’anno, la società si aspetta un andamento in linea con questi risultati: l’obiettivo è quadruplicare le entrate. Sotto il profilo dell’organico, solo nel 2017 il personale è passato dalle trentotto alle ottantacinque unità, con cinquanta individui impiegati come data scientist e ingegneri. Nel nostro Paese, in particolare, è imminente l’espansione della squadra con l’aggiunta di una nuova figura incaricata della gestione del rapporto con i clienti d’agenzia.

«Abbiamo raggiunto questi numeri sia perché riusciamo a mantenere in portafoglio moltissimi dei nostri clienti, con tassi di rinnovo dei contratti elevati, sia perché abbiamo acquisito nuovi partner con dati globali di alta qualità. I dispositivi mobili da cui estraiamo i dati sono raddoppiati e hanno raggiunto i trenta milioni in Italia», ha spiegato Riccardo Polizzy Carbonelli, Country Head per l’Italia di zeotap. Secondo le statistiche fornite dalla società, trentacinque dei primi cento marchi globali hanno utilizzato i dati forniti dalla piattaforma.

Focus sulla qualità dei dati

Recentemente, zeotap ha implementato un nuovo sistema di revisione della qualità dei dati. Finora sono stati testati complessivamente circa cinquanta potenziali partner e solo i fornitori in possesso degli standard della piattaforma sono stati connessi. Le verifiche sono state condotte utilizzando i parametri di riferimento di diverse società di misurazione, Nielsen e comScore fra tutti.

zeotap-immagine sito
Un”altra mmagine tratta dal nuovo sito web di zeotap

Ma i dati deterministici incamerati all’interno dell’infrastruttura di zeotap non provengono esclusivamente dalle compagnie di telecomunicazione, la società ha diversificato le proprie fonti per aumentare la scala e arricchirsi anche dei dati di interesse: «La nostra verifica stringente è una pratica unica, xi permette di identificare solo i migliori dati nel mercato e di portarli sulla nostra piattaforma. Grazie a questo siamo stati in grado di aumentare la portata dei nostri dati socio-demografici a un livello qualitativo elevato e di aggiungere numerosi partner che ci forniscono dati sull’utilizzo delle applicazioni, di modo che possiamo creare segmenti di interesse personalizzati in scala per i nostri clienti», ha aggiunto Polizzy Carbonelli.

Quest’anno ha visto inoltre il rilascio ufficiale di un nuovo prodotto chiamato zeotap Connect, che consente di mettere in relazione i dati online con quelli offline sui consumatori, un servizio la cui richiesta è sempre maggiore. La soluzione è disponibile a clienti selezionati. Nel prossimo futuro, zeotap integrerà ulteriori demand-side e supply-side platform alla propria piattaforma. In Italia, in particolare, è prevista la connessione con una nuova SSP.

zeotap, Rossi: «A breve accordo con un nuovo data provider». Oltre 400 persone per il primo party

È presente sul territorio da poco più di sei mesi, ma il team italiano di zeotap ha già molte buone ragioni per festeggiare: i finanziamenti, gli accordi con i principali operatori della pubblicità digitale, la crescita dell’organico e l’espansione del business.

Non desta sorpresa quindi che Michele Rossi, Business Development Manager, Riccardo Polizzy-Carbonelli, VP Publishers & Advertising Partnerships, Oliver Kanders, Director Market Building & Marketing e Federico Besnate, Director Market Building & Marketing, fossero desiderosi di indire il primo party della società.

L’evento, con il quale la struttura fornitrice di dati deterministici si è ufficialmente presentata al nostro mercato, ha avuto luogo lo scorso giovedì 8 giugno presso le Fonderie Milanesi, il ricercato gastropub situato in un cortile di Via Giovenale. Agenzie, editori, inserzionisti e partner hanno così potuto conoscere di persona i professionisti di zeotap, lieti di aver accolto, tra biciclette d’epoca e arredi vintage, i circa 400 ospiti.

zeotap si appresta a profilare 30 milioni di utenti in Italia

Una partecipazione che è stata fonte di grande soddisfazione per gli organizzatori. «Abbiamo la fortuna di rappresentare in Italia una startup internazionale con uno staff di giovani professionisti, di cultura e approccio molto aperto e informale e riteniamo che l’alta adesione sia indice dell’elevata penetrazione del marchio zeotap nel mercato italiano della monetizzazione dati, raggiunta negli ultimi mesi di attività. Di fronte alla scarsa qualità dei dati in Europa, che preoccupa quasi la metà dei professionisti media, la società si configura come un player unico, basato su fonti deterministiche e certificate di dati, in grado di fornire attendibili audience socio-demografiche e assicurare quindi un’elevatissima reach on-target nelle attività di comunicazione digitale di brand e agenzie», ha dichiarato Michele Rossi.

La festa è stata un’occasione per celebrare i traguardi raggiunti dalla società, ma il piano strategico di sviluppo prosegue e prevede importanti evoluzioni per la piattaforma: «Attiva dalla fine del 2016 nel nostro Paese, zeotap ha già chiuso accordi con tutti le più importanti agenzie e trading desk indipendenti nel mercato italiano. Abbiamo inoltre attivato partnership di successo con i maggiori editori e concessionarie digitali italiane (Mediamond, Triboo, Teads, TgAdv, Sport Network, Speed e altre) e stiamo siglando nuovi accordi con compagnie di primo livello proprio in questi giorni. Inoltre, l’attivazione di una nuova collaborazione con un importante data provider italiano – che sarà comunicata nelle prossime settimane – ci permetterà presto di raddoppiare i volumi disponibili, raggiungendo i 30 milioni di utenti unici profilati e venendo incontro alla richiesta di maggiori quantitativi di dati deterministici proveniente dal mercato», ha concluso il Business Development Manager.

Qui potete sfogliare la galleria fotografica della festa di zeotap:

zeotap-party zeotap-party

Zeotap, il video integrale dell’intervento al Programmatic Day

È in corso una guerra nell’industria della pubblicità digitale? Sì, secondo zeotap, perché tutti gli operatori stanno combattendo per ottenere maggiore innovazione ma, soprattutto, per ottenere dati pregiati in larga scala, indispensabili al fine di implementare un’efficace ed efficiente campagna in Programmatic. Non a caso, l’intervento sul palco del Programmatic Day di Oliver Kanders, Director Market Building & Marketing della società, è stato intitolato proprio “Advertising Wars III: The Data Awakens”.

Salito sul palco in apertura di conferenza, Kanders ha coinvolto il pubblico presente in sala plenaria con una presentazione originale, spiritosa e allo stesso tempo ricca di spunti. Ve la riproponiamo in versione integrale.