Main partner:

Jobs

Apre a Milano la nuova Microsoft House. Il focus di Redmond è sui servizi cloud B2b

Apertura, collaborazione, flessibilità e innovazione: questi i pilastri alla base della Microsoft House, la nuova sede di Microsoft Italia inaugurata oggi a Milano nel quartiere di Porta Volta.

La struttura, del valore di 10 milioni di euro, occupa il primo edificio italiano progettato da Herzog & De Meuron, affiancandosi a quello della Fondazione Feltrinelli. Studiata nell’ottica dell’apertura, dell’inclusione e della totale integrazione con l’ambiente esterno, risulta unica nel suo genere e riflette immediatamente la rilevanza che il valore dell’open innovation ha per l’azienda.

A confermarlo, nel corso della conferenza di presentazione, Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, che ha concluso il suo intervento dichiarando che, proprio sulla base di una maggiore apertura nei confronti di tutto l’ecosistema, la Microsoft House punta ad accogliere nel 2017 oltre 200.000 visitatori, 10.000 professionisti, 4.000 studenti e 1.000 dirigenti scolastici, con l’obiettivo di mettere a loro disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto sulle opportunità del digitale.

Ecco il video di presentazione della nuova sede:

Microsoft cresce grazie al Cloud per le imprese

Nell’ultimo trimestre del 2016, Microsoft ha generato entrate per 26,07 miliardi di dollari. A far volare il colosso di Redmond sono i progressi compiuti nell’ambito dei nuovi servizi di “cloud”. Le entrate in questo settore sono ammontate a 6,86 miliardi di dollari. In particolare il servizio Azure ha praticamente raddoppiato il fatturato, facendo registrare un incremento del 93% su base annua.

Nel dettaglio, la soluzione offre diverse tipologie di funzioni: database, disaster recovery, business intelligence e gli analytics gestiti da Cortana, l’assistente digitale di Microsoft. Azure include anche numerosi strumenti in ambito Internet of Things, progettati per ridurre i costi operativi delle imprese migliorando impatto ed efficacia delle loro attività. Poi c’è la nota suite Office 365, comprendente i software Word, Excel, PowerPoint, OneNote, OneDrive, Skype, Publisher e Access.

A completare l’offerta cloud B2b Dynamics 365, il pacchetto dedicato alla produttività aziendale, con strumenti per la gestione della forza vendita, la mappatura del consumatore lungo i punti di contatto, la customer relationship management e la gestione delle risorse aziendali.

«Il Cloud sta acquisendo per noi sempre maggiore importanza. È un segmento su cui continueremo ad investire. Definiamo Microsoft “abilitatore del successo altrui”, ovvero di tutti i nostri partner, che siano aziende o soggetti istituzionali, perché con le nostre soluzioni aiutiamo le realtà con cui interagiamo ad intraprendere un percorso di trasformazione digitale. Il nostro obiettivo è rivoluzionare i modelli di business esistenti e cambiare in modo radicale le relazioni con clienti e fornitori per raggiungere nuovi traguardi di efficienza», ha dichiarato la Marketing & Operations Lead di Microsoft Italia, Paola Cavallero.

Guarda la galleria con le foto della Microsoft House:

Microsoft lancia Dynamics 365, la nuova piattaforma cloud unica per il business

«La tecnologia sta trasformando la nostra vita di tutti i giorni con app e servizi semplici ed intuitivi, dandoci assistenza nelle nostre mansioni quotidiane. Di contro, le applicazioni e i servizi che usiamo per i nostri processi di business sono spesso difficili da usare, provare e spiegare. Alcune di esse addirittura fanno pagare feature come visualizzazione, automazione dei processi e insight predittivi».

Con questa premessa, Takeshi Numoto, Corporate Vice President di Microsoft Cloud + Enterprise, ha annunciato con un blog post ufficiale il lancio di Microsoft Dynamics 365, piattaforma che includerà le attuali soluzioni cloud di Customer Relationship Management e Enterprise Resource Planning del brand in un’unico luogo, che verrà arricchito da una serie di applicazioni specifiche per determinate mansioni di business: Financials, Field Service, Sales, Operations, Marketing, Project Service Automation e Customer Service.

A queste si aggiungeranno poi altre app terze, attraverso un nuovo app store chiamato Microsoft AppSource, dove sviluppatori esterni potranno costruire e distribuire i loro software, arricchendo ancor di più l’offerta della piattaforma. Il nuovo marketplace debutta con un portafoglio iniziale di ben 200 app.

Per Microsoft, il lancio di Dynamics 365 costituisce una mossa per potenziare la propria market share in ambito CRM, percentuale che, secondo dati Gartner, nel 2015 era ferma al 4,3%, un dato ben diverso dal 19,7% della capolista del settore Salesforce, seguita da SAP (10,2%) e  Oracle (7,8%).

La nuova Microsoft Dynamics 365 sarà disponibile in autunno.