Main partner:

Jobs

Il dato più prezioso da acquisire? È l’indirizzo email, secondo uno studio

Il tipo di dato più importante da acquisire? Secondo i marketer è l’indirizzo email, stando a quanto rivela una ricerca americana condotta dalla data company Merkle.

Per il 68% dei professionisti coinvolti nello studio [registrazione richiesta], l’indirizzo di posta elettronica è l’informazione più preziosa da acquisire, e per il 52% l’email è il canale di marketing più di valore per la customer retention.

L’email marketing, poi, è spesso un punto di partenza per una conoscenza più approfondita dell’utente: fornisce infatti ampie opportunità per raccogliere ulteriori dati sui consumatori, al fine di costruire per loro esperienze più personalizzate. Per questo, secondo Merkle, i marketer che sfruttano le email nei loro programmi di retention dovrebbero sempre puntare a generare nuovi “data point” dagli utenti che hanno attirato, per migliorare la loro conoscenza, capire meglio cosa li attira di più e aggiustare di conseguenza le proprie strategie per aumentare i livelli di retention.

Ma se acquisire un indirizzo email è tra le principali priorità di un brand, l’email scende nelle classifiche quando si parla invece di strumenti di successo per l’acquisizione di clienti: solo il 15% degli intervistati la cita infatti come prezioso canale di marketing per acquisire nuovi consumatori.

Tuttavia, con la giusta strategia l’email può rivelarsi un’ottima alleata anche in questo caso: per esempio studiando delle promozioni ad hoc per motivare i clienti e aumentare il database dei brand. Secondo Merkle, circa il 45% dei consumatori che partecipano a una campagna promozionale acconsentiranno infatti a ricevere future email. E un’altra ricerca [registrazione richiesta] della società ha recentemente evidenziato come ben l’80% delle persone sarebbero disposte a fornire un indirizzo email come parte di una promozione per vincere un premio.

Merkle (Dentsu Aegis Network) si rafforza in ambito dati e analytics con un’acquisizione

Dentsu Aegis Network continua a puntare decisamente sul mondo del martech. La holding pubblicitaria ha infatti deciso di rafforzare l’offerta in ambito dati e analytics della sua agenzia di performance marketing Merkle – a sua volta comprata nel 2016 – con una nuova, importante acquisizione.

Il gruppo ha ufficializzato di aver comprato la maggioranza della società specializzata Ugam, basata in India e con 1800 dipendenti dislocati tra varie sedi anche negli Stati Uniti e in Australia. Il player, che opera sia nel mercato B2B che in quello B2C, andrà, secondo quanto dichiarato da Dentsu Aegis Network, a rafforzare l’offerta di Merkle, rendendola più scalabile e contribuendo ad arricchire anche la piattaforma di precision marketing M1.

I termini economici dell’acquisizione non sono stati resi noti, ma la holding sostiene che si tratti di una delle più grosse transazioni della storia di Merkle (per Dentsu si tratta del quinto acquisto legato a Merkle negli ultimi 12 mesi).

Ugan verrà ribrandizzata come “Ugam, a Merkle Company”, e continuerà ad essere guidata da Sunil Mirani, co-founder e CEO della società, che riporterà a Craig Dempster, presidente di Merkle Americas.

Merkle (Dentsu AN) lancia un tool che automatizza i bid su Amazon

Merkle, l’agenzia di performance marketing parte di Dentsu Aegis Network, ha annunciato il lancio di una piattaforma di bidding automatizzato specificamente dedicata agli Amazon Sponsored Brand Ads. La API è integrata con Amazon e consente agli inserzionisti di gestire, calcolare ed effettuare le offerte d’asta.

Condurre aste sul marketplace pubblicitario di Amazon non sempre è cosa semplice, in quanto le inventory, i prezzi e i vincitori degli annunci possono cambiare diverse volte ogni giorno. Grazie alla nuova piattaforma sarà possibile per gli inserzionisti prendere decisioni precise e guidate dai dati, e aggiornare le offerte fino a 48 volte al giorno. Utilizzando i KPI dei clienti come principale input del suo algoritmo di bidding, Merkle sfrutta il machine learning per calcolare un’offerta base e poi applica informazioni provenienti dai suoi esperti di analytics per potenziare la strategia e aggiustare le offerte sulla base dei segnali provenienti da molteplici piattaforme.

Stando ai primi test condotti sulla soluzione, condivisi dalla società, le aziende avrebbero visto un aumento del 18% del sales-per-click, un +47% del click-through rate e un calo del 62% dell’advertising cost of sales (ACoS).

Merkle va così a rafforzare la sua offerta dedicata al marketing su Amazon, che comprende già un supporto strategico cross-canale sui vari servizi del sito ecommerce, tra cui SEO di brand e prodotti, pubblicità, eRetail media management e custom eRetail KPI insights. La società ha anche realizzato un manuale per la pubblicità su Amazon, con una serie di best practice per chi vuole comunicare sulla piattaforma.

Marketing data driven: Dentsu Aegis Network si potenzia con una nuova acquisizione

Dentsu Aegis Network si potenzia sul fronte data-driven con una nuova acquisizione.

La holding pubblicitaria ha infatti comprato, per una cifra che non è stata resa nota, l’agenzia indipendente DWA, specializzata sul marketing B2B a livello globale. La struttura andrà a confluire in Merkle, agenzia di marketing people-based del gruppo, cui, secondo quanto spiega Dentsu Aegis Network in una nota, “aggiungerà scalabilità e ampiezza alle attuali capacità, e offrirà ai brand del mondo tecnologico e B2B una maggiore sofisticatezza, una tecnologia integrata e dati, creatività e performance marketing di primo livello”.

A seguito dell’acquisizione, la società prenderà il nome di “DWA, a Merkle company”, e i suoi oltre 150 dipendenti entreranno nella squadra di Merkle dedicata a high tech e B2B.

DWA, basata a San Francisco ma con 8 uffici in tutto il mondo, è una società specializzata in ad-tech, insight in tempo reale e supporto alle decisioni di management, e coinvolge vari canali di marketing digitale, tra cui programmatic, search e social. Tra i suoi clienti ci sono società del calibro di Cisco, Salesforce e Oracle.

Per Dentsu Aegis Network, e per Merkle in particolare, si tratta di un importante ampliamento al marketing “lato business”, un campo in cui la holding ha iniziato a guardare con interesse da qualche anno, con l’acquisizione dell’agenzia B2B di Singapore Band Interprise nel 2014 e poi con la boutique creativa gyro lo scorso anno, poi unite sotto l’unico nome gyro.

Dentsu Aegis Network rilascia MerkleOne, la piattaforma per il marketing people-based

Dentsu Aegis Network ha lanciato sul mercato statunitense MerkleOne, piattaforma di misurazione, attivazione, pianificazione e insight people-based progettata da Merkle, la società acquisita dal gruppo l’anno scorso.

Jonhn Lee, precedentemente Chief Product and Data Officer di Merkle, diventa così Global President di M1, con la responsabilità di supervisionarne il rilascio a libello globale, previsto per il 2018.

La piattaforma, nei piani di Dentsu Aegis Network diventerà la risorsa centrale per tutte le agenzie del gruppo, è in grado di utilizzare ID anonimizzati su ogni adulto presente negli Stati Uniti, in combinazione con oltre 1.000 attributi dati di attributo. Per farlo si affida a DataSource, un database composto da 242 milioni di individui anonimizzati e costruito sulla base dei nomi dei consumatori e dei loro indirizzi fisici e email.

Per ogni identificativo unico, M1 fornisce dati per oltre 1.000 attributi demografici, comportamentali e motivazionali da oltre 30 fonti, incluso il Customer Connection Survey di Dentsu Aegis Network. In questo modo, le varie agenzie della holding media potranno collegare gli ID di M1 con i dati di prima parte provenienti dai CRM delle aziende clienti.

La piattaforma include nell’offerta anche Publisher Addressable Marketplace (PAM), che consente la sincronizzazione ID senza cookie tra M1 e gli editori. Questa soluzione, sia attraverso il Programamtic che i canali garantiti, genera un miglioramento delle prestazioni e mira ad eliminare le frodi pubblicitarie a garanzia della protezione dei marchi.

Acxiom si espande: ecco il nuovo data team globale

Acxiom, società specializzata in dati e analytics, ha annunciato la realizzazione del suo nuovo data team globale, con la nomina di tre manager all’interno della sua divisione Audience Solutions. Si tratta di Marc Fanelli, Chandos Quill and Karen Caulfield.

Coordinato da Fanelli, in qualità di group vice president of Audience Solutions, il data team globale si occuperà di espandere le attività dell’operatore sul fronte dati a livello mondiale. Quill e Caulfield, invece, saranno vice presidents of global data, e saranno responsabili della strategia dati globale e dello sviluppo del posizionamento della società, così come delle vendite di dati e delle partnership.

I tre manager provengono tutti da Merkle. Fanelli, veterano del settore, era general manager del Global Data Solutions Group. Quill era responsabile della costruzione e dello sviluppo del data syndication e delle attività di marketing per la divisione Global Data Solutions. Mentre Caulfield era Global Data Solutions leader con responsabilità della squadra di global data delivery.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial