Main partner:

Jobs

Il GDPR piace agli utenti americani: il 70% vorrebbe una legge simile in USA

Nella nostra rassegna di oggi il focus è sul mercato americano: dal pensiero su privacy e GDPR al marketplace pubblicitario Concert, alla nascita della più ampia organizzazione del Paese nel settore marketing.

Il GDPR piace agli utenti americani: il 70% vorrebbe una legge simile in USA

Gli utenti gradiscono quando un annuncio adv è in linea coi loro gusti, ma non apprezzano allo stesso modo quello che c’è dietro il targeting pubblicitario. Secondo uno studio americano, la maggior parte degli utenti non è a favore di siti e app che utilizzano le tracce che le persone lasciano in rete per targettizzare le campagne. Circa il 70% di essi, inoltre, vorrebbero che anche gli Stati Uniti realizzassero una legge capace di difendere la loro privacy, simile al GDPR europeo. Leggi di più su eMarketer.

Cresce il marketplace pubblicitario digitale fondato da Vox Media e NBCUniversal

Concert, il marketplace pubblicitario digitale fondato nel 2016 da Vox Media e NBCUniversal si espande. Agli iniziali membri – che includono, tra gli altri, WWD, Variety e Flipboard – infatti si sono aggiunti Rolling Stone e le testate americane New York Media e Popsugar. Attraverso il marketplace, le aziende possono accedere ad inventory targettizzate sui settori business, cultura e intrattenimento, e sport. Inoltre, Concert consente di personalizzare creatività sulla base delle richieste dei brand, utilizzando layout sofisticati per mobile video, formati ad alto impatto e attività di branded content. Leggi di più su AdWeek.

Stati Uniti, nasce la più grande associazione del Paese dedicata al marketing

L’americana Association of National Advertisers (ANA) ha annunciato di avere acquisto la Data & Marketing Association (DMA). Di fatto, l’operazione ha portato alla creazione della più ampia associazione del settore marketing negli Stati Uniti. Le due organizzazioni infatti raggiungono complessivamente 150 mila professionisti della industry, e includono 2 mila aziende, a loro volta rappresentanti 20 mila brand. Leggi di più su The Drum.

AppNexus persegue la strada della video adv: nuovi partner arricchiscono il marketplace

AppNexus continua a perseguire la strada della video adv.

La società di advertising tecnologico ha annunciato infatti una serie di partnership con alcuni dei principali provider di domanda video, che andranno ad arricchire il suo marketplace video, recentemente lanciato (qui l’articolo dedicato).

Tra questi ci sono Adform, engage:BDR, MediaMath, The Trade Desk, Tremor Video e TubeMogul. Tutti nomi di spicco, la collaborazione con i quali è tesa ad accelerare la roadmap della società verso la costruzione del più ampio marketplace video indipendente sul mercato, alternativa alle inventory messe a disposizione da Facebook e Google.

Queste nuove partnership consentiranno ad AppNexus di incorporare sulla sua piattaforma non solo le attuali sorgenti di domanda e offerta, ma anche alcuni dei principali video bidder sul mercato. E questo, nelle intenzioni della società, significa far crescere la competizione sui prezzi, creare più opportunità per gli inserzionisti di trovare l’inventory migliore per veicolare le loro campagne, e permettere ai publisher di avere accesso a importanti canali di domanda tramite cui poter monetizzare i propri contenuti.

Intanto continuano i test con i publisher americani ed europei per la SSP video di AppNexus, che dovrebbe prevedibilmente vedere il suo go live nel corso del secondo trimestre.

 

 

 

 

 

Le più lette