Main partner:

Jobs

MainAd si rafforza nella lead generation con l’acquisizione del 30% di LeadBI

MainAdazienda di ad tech specializzata in campagne display e retargeting, amplia la sua offerta con l’acquisizione del 30% di LeadBI, piattaforma di marketing automation disponibile in Software as a Service che consente alle aziende di tracciare, identificare e comunicare automaticamente con qualsiasi visitatore del loro sito web.

LeadBI utilizza l’automazione per comprendere al meglio il traffico di utenti sul sito web del brand con analisi svolte in tempo reale, permettendo di creare campagne di marketing multicanale e personalizzate. La soluzione offre tool per creare form personalizzati tramite un visual builder e quindi applicare il “quick contact” per avviare una conversazione con gli utenti e inviare messaggi personalizzati a target specifici. E’ possibile inoltre creare template di email in maniera semplice e rapida, utilizzare tag per inviare ogni volta solo agli utenti più appropriati, includere attività di SMS marketing con il mittente personalizzato e integrare campagne Social e Adwords.

La società offre anche strumenti per la misurazione delle interazioni: la funzione “lead analytics” consente una facile consultazione del customer journey, il monitoraggio, il tracciamento e la valutazione di potenziali leads in tempo reale, aiutando a costruire strategie per campagne più intelligenti che permettono di ottenere alti tassi di conversione.

«Siamo molto felici di lavorare con LeadBI – spiega Marino Gualano, General Manager e Co-founder di MainAd -, che condivide la nostra visione di campagne fatte su misura, personalizzate e che funzionano sia per gli utenti che per le aziende. Le imprese trovano sempre più difficile controllare e implementare le loro campagne multicanale. Le aziende come LeadBI stanno migliorando l’applicazione del marketing digitale e siamo entusiasti di far parte di questo viaggio».

MainAd presenta Logico, la nuova soluzione di machine learning per la pubblicità digitale

In un incontro riservato alla stampa, tenutosi oggi presso il Bulgari Hotel di Milano, MainAd ha presentato ufficialmente Logico, uno strumento che impiega algoritmi di Machine Learning per ottimizzare l’acquisto e l’erogazione di pubblicità digitale.

La tecnologia di Logico, sviluppata dalla stessa società e totalmente proprietaria, si basa sull’infrastruttura cloud di Google, ovvero l’API (application programming interface) di Open Bidder, e utilizza il suo stesso motore di calcolo.

MainAd-presentazione-logico
Michele Marzan e Marino Gualano durante la presentazione di Logico

«La collaborazione con Google ci consente di ottenere un vantaggio competitivo rispetto ai nostri concorrenti perché siamo i primi ad utilizzare questo modello, infatti, il nostro caso sarà discusso proprio al Google Cloud Fest che si terrà a Milano il 28 giugno. Sotto il profilo tecnologico, siamo in costante aggiornamento grazie al lavoro dei nostri venti ingegneri; ambiamo a fornire un servizio replicabile e utilizzabile su scala globale», ha dichiarato Marino Gualano, General Manager di MainAd.

La soluzione si articola in una componente di bidding, orientata all’acquisto automatizzato, e in una di intelligenza artificiale, grazie a cui raccoglie e analizza i dati dei consumatori per implementare, secondo logiche predittive, strategie di comunicazione dinamica. Nello specifico, Logico consente alle aziende clienti di impiegare tecniche di retargeting e prospecting in Programmatic lungo tutto il funnel.

«Questa soluzione porta MainAd a un’evoluzione. Il machine learning è sicuramente l’approccio migliore per gestire i dati, grazie ad esso siamo in grado di raffinare le attività sia dal lato dell’acquisto che dal lato creatività. Grazie a Logico, già utilizzato da un terzo dei nostri clienti, continuiamo a crescere nonostante l’elevata competitività di questa industria», ha commentato Michele Marzan, Chief Strategy Officer della società pescarese.

mainad-michele marzan
Michele Marzan, Chief Strategy Officer di MainAd

MainAd continua a crescere. Al vaglio l’apertura in Cina e Stati Uniti

Fondata nel 2007 a Pescara da Piero Pavone, Marino Gualano e Marco Cotumaccio, rispettivamente Chief Operation Officer, General Manager e Chief Executive Officer, MainAd ha attraversato negli anni un processo di profonda trasformazione tecnologica e aziendale, evolvendosi da piccola società specializzata in Search Engine Marketing a operatore di rilievo nel mercato delle tecnologie per la pubblicità.

In dieci anni di attività, la struttura ha registrato un tasso annuo di crescita del 50%, fino a raggiungere un fatturato di 12,4 milioni di euro nel 2016; per quest’anno, l’obiettivo è fissato a quota 15 milioni. Attraverso le campagne gestite per i suoi 300 clienti, MainAd è operativa in circa ottanta paesi, con 380 milioni di utenti profilati.

MainAd-presentazione-logico
Un momento dell’incontro tra MainAd e la stampa

L’espansione, ha specificato Gualano, è esclusivamente organica e realizzata attraverso operazioni di autofinanziamento, anche se il management ha comunicato di essere disponibile in questo momento a proposte esterne di investimento: «Fino ad ora, in tanti hanno bussato alla nostra porta, abbiamo rifiutato le operazioni di carattere meramente finanziario o che non aggiungevano valore alla società, né sotto il profilo societario né sotto quello tecnologico. Da quest’anno, però, abbiamo deciso di aprirci al mercato».

Ad oggi, la società ad-tech impiega nel suo organico oltre ottanta professionisti in tutto il mondo ed è presente con otto uffici a Pescara, Milano, Londra, Instanbul, Santiago del Cile, Manila, Trivandrum e Bangalore, a cui in futuro potrebbero aggiungersi due nuove sedi localizzate negli Stati Uniti e in Cina.

MainAd cresce. Marzan: «Puntiamo sul machine learning per cogliere le opportunità dal mondo dei dati»

Innovazione e machine learning. Saranno queste le parole d’ordine di MainAd nel 2017, anno in cui la società di tecnologie pubblicitarie fondata da Piero Pavone, Marco Cotumaccio e Marino Gualano festeggia il suo decimo compleanno.

E questa speciale ricorrenza arriva dopo un anno di forte sviluppo per il player: nel 2016 MainAd ha registrato un fatturato in crescita del 45% rispetto al 2015 e un aumento dell’EBITDA del 260%, completamente finanziato dal capitale circolante.

«Nel 2016 abbiamo raggiunto il miglior risultato in termini di fatturato della nostra storia, la soddisfazione è grande – ha commentato Marino Gualano, Cofondatore e General Manager di MainAd -. Puntiamo su ricerca, tecnologica e sviluppo commerciale internazionale, con un vero team dove la diversità è un impegno ma anche il valore distintivo. Il 2017 si apre con i migliori auspici dove accanto alla crescita organica si andrà consolidando anche un cospicuo apporto di valore derivante dalle partecipazioni avviate nel 2016 e in cantiere per quest’anno».

Nel 2016 MainAd ha erogato oltre 40 miliardi di impression a livello mondiale per clienti di tutti i settori industriali, rispetto ai 26 miliardi distribuiti del 2015. L’esperienza nel settore viaggi, retail e fashion continua a crescere; la società ha anche registrato un aumento pari al 56% di nuove partnership internazionali.

«La caratteristica storica di MainAd, quella di essere player dedito all’innovazione, si sta oggi esprimendo con un orientamento deciso verso il machine learning, come chiave per cogliere le opportunità dal mondo dei dati a favore di azioni di advertising efficaci», ha aggiunto Michele Marzan, Chief Strategy Officer di MainAd, «Lo sviluppo internazionale è sempre in prima linea, affiancato alla crescita nei paesi chiave fra cui l’Italia, dove in pochissimi mesi abbiamo attivato 10 top brand nel travel, retail e telco. A questa si aggiunge, relativamente all’Europa, lo sviluppo in UK, Francia, Germania, Spagna e Turchia».

Il personale nel 2016 è cresciuto, grazie al team di vendita in Italia, con un nuovo ufficio aperto a Milano alla fine del terzo trimestre e nuove nomine del team inglese; una crescita che, dichiara la società, è parte di una strategia di espansione nei mercati chiave.

E, forte di questi risultati, la società è pronta anche quest’anno a proseguire sulla strada dell’innovazione. “MainAd è sempre stato un precursore nell’adozione di nuove tecnologie (tra i primi ad utilizzare Appenxus in Europa) cosi come nell’introduzione di tecnologie proprietarie e ha un approccio snello alla R&D, che ci permette di anticipare le regole e i trend del settore – spiega la società in una nota ufficiale -. L’ultima innovazione che abbiamo in serbo nel nostro hub tecnologico sarà il nostro bidder. Questo sviluppo tecnologico saprà sfruttare i Big Data e ci permetterà di integrarli in modo rivoluzionario in algoritmi e tecnologie di machine learning e nuove tecnologie, per soddisfare le esigenze sempre più sofisticate e complesse dei nostri clienti”. La nuova soluzione è attualmente in fase di beta test.

MainAd più forte nel Programmatic, Michele Marzan nuovo Chief Strategy Officer

MainAd, Ad-Tech company indipendente fondata a Pescara nel 2007, annuncia l’ingresso di Michele Marzan come Chief Strategy Officer per il gruppo.

La nomina, si legge nella nota, si collega al percorso di crescita e innovazione che ha già portato l’azienda, nei suoi primi 9 anni di vita, ad una espansione internazionale che oggi conta sedi in Gran Bretagna, Francia, Cile, Turchia, Emirati Arabi, Filippine e India, sede del centro di sviluppo tecnologico.

Michele Marzan è uno dei manager del “digital” italiano che più di tutti ha sperimentato nuovi metodi di advertising e di marketing, spiega MainAd nella nota, combinando l’utilizzo dei media, della creatività e delle tecnologie. Già membro del Board e Vice Presidente di IAB Italia, dove ha lanciato le iniziative a supporto del programmatic advertising e del performance marketing oltre che la rilevazione degli investimenti in advertising di ultima generazione, Marzan ha ricoperto nel tempo ruoli chiave in aziende quali: Teads, come Ceo Italia; zanox, come Regional Director South Europe e Country Manager Italia; FullSix, sin dalle origini di Inferentia-DNM per poi occuparsi dello sviluppo di DMC con i progetti performance based pionieristici per il mercato italiano.

«Oggi MainAd – afferma Michele Marzan – rappresenta una storia italiana unica, fatta di coraggio e visione dove sono stati subito adottati tutti i principi culturali e di business per avere successo in un settore, quello dell’advertising di ultima generazione, che ha un tasso di rinnovamento delle tecnologie e delle soluzioni che è forse incomparabile con altre industry. L’azienda sta già andando oltre il programmatic advertising per come è comunemente conosciuto, introducendo al di sopra dell’ecosistema tecnologico esistente soluzioni proprietarie di machine learning per far leva sulle audience e sui customer insight. Con oltre 70 talenti in azienda, fra cui 20 ingegneri in India per la parte ad-tech, 15 specialisti nelle Filippine per garantire Ad-Operations su tutti i fusi orari e su 8 DSP, 10 tra data scientist e business analyst per approfondire le analisi sui dati, ed il resto come sales & account manager, MainAd è pronta ad affrontare i nuovi livelli di marketing che pochi riescono oggi ad immaginare».

«Siamo uniti con Michele da tempo – commenta Marino Gualano, Co-Founder e General Manager di MainAd – che è stato nostro Advisor in momenti importanti dell’azienda. Sviluppare, comunicare, eseguire e sostenere la strategia dell’azienda rappresentano la sua missione in un gruppo che punta a fare in modo comprensibile e tangibile quanto è solitamente complesso, valorizzando il capitale umano e generando nuovi posti di lavoro. Anche per questo apriremo dei nuovi uffici a Milano ed il recruiting è già stato avviato”.