Main partner:

Jobs

Publicis Media riorganizza le sue attività digitali nel nuovo Digital Hub

Publicis Media riorganizza le sue attività digitali in un nuovo Digital Hub, con l’obiettivo di incrementare il supporto a agenzie e clienti del Gruppo nel percorso di trasformazione digitale.

Il Digital Hub è un’evoluzione di PM Precision, unit lanciata in Italia lo scorso anno e focalizzata su progettazione e sviluppo di prodotti e soluzioni digitali basate sull’utilizzo dei dati e delle tecnologie (ne abbiamo parlato qui), che ora amplia il suo raggio di azione: programmatic, search, social, Dmp e innovazione di prodotto si integrano, infatti, in un’unica struttura per fornire un servizio integrato ai clienti. Le attività legate al performance marketing rimangono invece, seguite da Performics.

Il nuovo polo fornirà, così, alle agenzie del Gruppo supporto nella gestione delle campagne pubblicitarie digitali, consulenza nell’utilizzo dei dati e sviluppo di prodotti innovativi derivanti dalla digitalizzazione dei media tradizionali.

Il team, guidato da Cristina Ughes, nel Gruppo da diversi anni, è composto da sessanta professionisti, la maggior parte dei quali specialisti verticali che possono contare su Data Strategists, Business Developers e Media Buyers.

Con l’obiettivo di mantenere il cliente al centro e garantire una gestione efficiente degli investimenti, le agenzie possono avvalersi così di un team di specialisti focalizzato sulla gestione operativa delle campagne, sull’ottimizzazione e sullo sviluppo tecnologico.

‘’Il modello organizzativo va oggi disegnato in modo flessibile e fluido per potersi adattare costantemente sia alle condizioni di mercato sia alle esigenze dei clienti, in maniera dinamica e veloce. È importante poter offrire un servizio a 360­ gradi, che va dalla consulenza, all’analisi, all’implementazione’’, commenta Cristina Ughes.

“Il Digital Hub rappresenta un nuovo acceleratore di competenze a disposizione dei Brands del Gruppo per supportare i clienti nell’integrazione dei media digitali e per offrire una finestra costante sull’innovazione di prodotto e sulle nuove opportunità di comunicazione digitale”, commenta Luca Montani, Ceo di Publicis Media.

Luca Montani
Luca Montani

“Sono entusiasta per il nuovo ruolo e per la sfida ricevuta. Fare team e circondarsi di persone dinamiche per me è la base del successo di progetti così importanti”, conclude Cristina Ughes.

Publicis Media Data Sciences evolve, con un’offerta composta da 5 aree integrate

Publicis Media Italy, la divisione della holding che comprende i network globali Starcom, Zenith, Spark Foundry e Performics, annuncia l’evoluzione della propria offerta di prodotti data-driven racchiusi nella practice Data Sciences.

Al fine di sviluppare soluzioni flessibili e facilmente attivabili dai clienti, la practice prevede il passaggio da un approccio di servizio a uno di prodotto, in una trasformazione all’insegna della scalabilità e adattabilità. La practice si dedicherà alla costruzione di prodotti e modelli replicabili semplificando la relazione con i clienti che avranno un più facile accesso a tutte le competenze offerte, nell’ambito di un approccio incentrato sulla creazione di esperienze personalizzate su larga scala.

La practice Data Sciences, guidata da Alessio Fattore, Chief Data Officer di Publicis Groupe Italy, conta oggi cinque aree tra loro integrate: Consumer Research per una profonda conoscenza del mercato di riferimento, Modeling per valutare l’impatto sul business, Audience and Measurement per supportare l’attivazione e la creazione delle strategie, Technology per facilitare l’accesso ai dati, e Publicis PeopleCloud per l’integrazione dei dati sui consumatori, come soluzione proprietaria costruita intorno all’individuo quale principio organizzatore delle fonti di dati.

“Le cinque aree – spiega la società in una nota – vengono integrate in un sistema progettato per cogliere tutte le opportunità di engagement del consumatore che le nuove tecnologie mettono a disposizione delle aziende”.

«Lo sviluppo della practice in questa direzione è un passaggio chiave per facilitare l’accesso alle nostre competenze e per attivare le aree di bisogno rispondendo in modo rapido alle esigenze dei clienti. Immaginiamo di avere tante app a disposizione, ognuna di facile utilizzo e in grado di fornire un servizio immediato», commenta Alessio Fattore.

«Questo è un nuovo importante passo per Publicis Media verso un modello che ci consente di rispondere in modo ampio e integrato alle necessità di trasformazione dei nostri clienti», aggiunge Luca Montani, CEO di Publicis Media.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial