Main partner:

Jobs

Acxiom vicina alla vendita delle soluzioni marketing a Interpublic per 2,2 miliardi di dollari

Acxiom, società ad-tech specializzata nella fornitura di dati e analytics per finalità di direct marketing e gestione delle relazioni con i clienti, è vicina alla vendita della sua divisione di soluzioni marketing alla compagnia pubblicitaria Interpublic Group of Companies per 2,2 miliardi di dollari. La divisione “Marketing Solutions” include strumenti mirati a supportare i clienti nella raccolta e nel consolidamento dei dati dei consumatori per finalità di marketing targettizzato e per servizi di analytics.

Secondo quanto riportato da Reuters, Acxiom rinuncerà ad un business che costituisce circa tre quarti del suo fatturato con il fine di concentrarsi sull’unità dati LiveRamp, comprata nel 2014 per 310 milioni di dollari e ora in forte crescita. Le trattative sono in fase avanzata, ha rivelato la fonte dell’agenzia di stampa, e potrebbe essere annunciato una accordo già questa settimana.

Dopo la chiusura dell’operazione, Acxiom esplorerà la vendita potenziale del sue attività restanti, nonostante il consiglio d’amministrazione possa decidere di concedere alla società del tempo per vendere azioni sui mercati pubblici prima di avviare un processo di vendita definitivo.

A settembre dello scorso anno, IPG aveva stipulato una collaborazione globale con Acxiom per rafforzare i servizi del proprio network legati proprio a dati e analytics.

All’inizio dell’anno, era stata la stessa società ad-tech ad annunciare una revisione del suo business come parte di una più ampia riorganizzazione, che prevedeva appunto il consolidamento delle sue attività in LiveRamp o nelle unità dedicata alle soluzioni marketing.

In un commento rilasciato a Campaign, gli analisti della società di consulenza Liberum hanno dichiarato che questa operazione porterà l’attenzione dell’industria sull’importanza della proprietà dei dati in un “ecosistema fortemente condizionato dalla GDPR”.

“C’è da chiedersi se ora le agenzie intraprenderanno azioni simili e se l’acquisizione influenzerà la decisione di WPP relativamente alla gestione del business di Kantar Data Management, considerando che il gruppo ha storicamente affermato il valore della proprietà dei dati”, hanno riferito gli analisti.

Il riferimento di Liberum riguarda le indiscrezioni su una eventuale vendita di Kantar e altre attività da parte di WPP, operazione che potrebbe essere effettuata per soddisfare gli investitori del gruppo.

GDPR, ecco come Google aiuterà gli editori ad ottenere il consenso degli utenti sui dati

Google si prepara alla GDPR, Kantar punta sugli analytics e Facebook annuncia nuovi strumenti di misurazione. Ne parliamo oggi nella nostra rassegna.

GDPR, ecco come Google aiuterà gli editori ad ottenere il consenso degli utenti sui dati

Google ha reso noto, in occasione di un colloquio con una commissione IAB, come – in vista della GDPR – conta di aiutare gli editori che utilizzano le sue piattaforme ad ottenere il consenso degli utenti sulla raccolta di dati e a trasmettere tale consenso ai partner pubblicitari. Lo farà attraverso una “piattaforma di gestione dei consensi” (CMP) – di fatto una serie di notifiche pop-up che chiederanno agli utenti che atterrano su un sito l’autorizzazione a usare i loro dati a fini pubblicitari, con la possibilità di rispondere semplicemente “sì” o “no” – che non sarà obbligatoria per chi utilizza DoubleClick for Publishers. Chi la adotterà, però, sarà autorizzato a passare l’autorizzazione solo a 12 partner, tra SSP, exchange, ad server, DSP, DMP, servizi di tracking e misurazione e così via: un numero ben al di sotto della media di molti editori. Leggi di più su AdExchanger

Kantar lancia una nuova practice dedicata agli analytics

Kantar, la società di WPP specializzata in dati e ricerche, ha annunciato la nascita di una nuova practice dedicata agli analytics. La divisione unificherà all’interno di un network globale oltre 1500 data scientist, consulenti di analytics, tecnici e data designer provenienti dai vari brand di Kantar. Tra i suoi obiettivi, quello di integrare i suoi dati di prima parte con quelli dei clienti e di varie società terze, combinando insight comportamentali e attitudinali per produrre un’analisi del consumatore più profonda e “attivabile”. La nuova divisione avrà 5 aree operative: ROI; customer analytics; segmentazione e attivazione; innovation analytics; e retail e shopper analytics. Leggi di più su Campaign.

Nuovi strumenti di misurazione per Facebook

In occasione della sua conferenza F8, Facebook ha fatto diversi annunci. Tra questi c’è anche l’introduzione di nuovi strumenti di analytics, come Journeys, una soluzione capace di tracciare il percorso dell’utente su molteplici canali. Il tool fornisce dati e reportistica, in modo da consentire ai brand di vedere cosa gli utenti fanno prima di compiere un’azione che si traduce in conversione. I dati raccolti sono aggregati in maniera anonima. Leggi di più su Marketing Land.

Kantar TNS, accordo globale con Qualtrics per analytics e customer insights

Dare supporto alle organizzazioni nel processo di trasformazione e mettere il cliente al centro del loro business. Con questi obiettivi Kantar TNS e Qualtrics hanno annunciato l’avvio di una partnership globale focalizzata sugli analytics e sui customer insights.

“L’alleanza strategica – si legge nella nota stampa – unisce il network mondiale di ricerca di Kantar TNS, focalizzato sulla Customer Experience con l’implementazione della piattaforma end-to-end, gli analytics e l’attivazione dell’Experience Management PlatformTM, di Qualtrics, unica soluzione integrata”.

Grazie alla partnership, i clienti potranno acquisire competenze di customer experience olistiche, attraverso una piattaforma tecnologica integrata capace di identificare, ottimizzare ed attivare insight dettagliati sui consumatori, per ingaggi durevoli e ritorni massimizzati. Inoltre, attingendo al grande network Kantar, parte di WPP, la partnership offrirà vari benefici fra cui l’accesso ad insight sul brand, dati sul consumatore, comparazioni di mercato e conoscenza delle dinamiche dei diversi settori della industry.

«Nello scenario attuale, sempre più frammentato, è più che mai importante per le aziende riuscire a creare esperienze memorabili per i propri Clienti, nei diversi touchpoints e nei momenti di maggior rilevanza – ha commentato Eugenio Tavolaro, Chief Operating Officer, Insights di Kantar -. Il 91% dei business leader ritiene che la customer centricity sia una priorità essenziale per la crescita (dati Insights2020, Kantar Consulting). Grazie alla collaborazione con Qualtrics, i nostri clienti avranno la possibilità di operare con facilità su tutto il “ciclo di vita dell’esperienza” con tecnologia all’avanguardia, in un momento in cui la connettività sta rapidamente modificando il panorama di Brand e Customer Experience».

Philips è una delle organizzazioni globali che beneficiano dell’alleanza dei due player avendo già adottato la nuova soluzione per il programma di monitoraggio della customer experience. «Insieme ai nostri partner di Kantar TNS, abbiamo dato un forte impulso al nostro programma di customer experience nel mondo – ha spiegato Robbert Seeger, Head of Global Consumer Care at Philips -. L’implementazione della piattaforma di Experience Management di Qualtrics è stata rapida e permette alla nostra organizzazione di ascoltare la voce del Cliente in modo veramente istantaneo ed efficiente. I nostri dipendenti sono molto soddisfatti: l’insight sul cliente risulta veramente semplice da ottenere, attraverso gli analytics ed i tool che danno risposte in tempo reale. Ecco perché questo approccio aiuta a migliorare i nostri servizi per i clienti, offrendo valore, ogni giorno».

«Viviamo in un’era dove le esperienze sono un elemento chiave di differenziazione – ha dichiarato Richard Ingleton, CEO Insights di Kantar -. Per le aziende, il successo viene dalla comprensione profonda delle attese del cliente, attingendo al mondo delle emozioni e disegnando prodotti e servizi che creano esperienze positive e memorabili. La partnership con Qualtrics permetterà ai nostri clienti di integrare veramente gli insight sulla propria customer base in tutte le aree dell’azienda, creando relazioni forti con i loro clienti».

«Abbiamo sempre creduto che le esperienze siano un elemento vitale e distintivo di ogni business di successo – ha aggiunto John Torrey, Chief Corporate Development Officer di Qualtrics -. Siamo fieri di avere Kantar TNS come partner, per offrire soluzioni complete nell’area della customer experience, unendo la nostra piattaforma di Experience Management con le competenze specialistiche di consulenza, implementazione e gestione dei servizi di Kantar TNS in tutto il mondo».

WPP: partnership globale con Facebook per il social adv data-driven

Data Alliance, la società di Wpp dedicata allo sviluppo delle attività di comunicazione data-driven, ha annunciato una nuova partnership globale con Facebook. L’obiettivo dell’accordo, che avrà durata pluriennale, è quello di fornire agli investitori pubblicitari l’accesso a nuovi strumenti di costruzione e misurazione delle audience sul social network.

Per la prima volta, infatti, i marketer potranno attivare gli asset di dati di proprietà delle società della holding guidata da Martin Sorrell (nella foto in alto) – tra cui Kantar, GroupM e KBM Wundermann all’interno di Facebook, nel rispetto della privacy dell’utente.

In sostanza, i centri media di WPP e i loro clienti potranno attivare i propri dati proprietari direttamente all’interno della piattaforma di Facebook, combinandoli con quelli del social network per dar vita a combinazioni inedite di data assets, insights e soluzioni di audience building. Questo dovrebbe aiutarli a creare campagne ancora più efficaci con i vari strumenti pubblicitari che Facebook mette a disposizione (video ads inclusi) sia su mobile che su desktop.

Le società di WPP lavoreranno inoltre con Facebook per lo sviluppo di nuove soluzioni basate sui dati per una migliore misurazione dell’efficacia dell’impatto della comunicazione sui social sulle vendite online e offline, fronte su cui sono entrambe già molto impegnate (Da poco più di un anno, WPP ha avviato in questo senso una partneship globale con la società specializzata in social data Datasift).

Le due società, inoltre, avvieranno una nuova attività di ricerca congiunta per aiutare i brand a usare meglio Facebook per raggiungere i propri consumatori.

Kantar-comScore, nasce l'alleanza globale per la misurazione di campagne e audience multipiattaforma

WPP Group ha annunciato che Kantar, la sua divisione specializzata in market research, insight e consulenza, ha siglato un’alleanza strategica globale con comScore, la multinazionale americana specializzata nella misurazione dei media digitali.

La partnership, che sarà operativa nei territori al di fuori degli Stati Uniti, è finalizzata ad accelerare lo sviluppo di tecnologie di misurazione multipiattaforma, attraverso lo scambio e l’integrazione di prodotti strategici, tecnologie, data asset e panel di ricerche tra le due società.

Nei termini dell’accordo è inclusa l’acquisizione da parte di WPP di azioni comScore, per una quota che oscillerà tra il 15 e il 20%, attraverso un’OPA sulla base di un prezzo d’acquisto di 46,13 dollari ad azione. L’Operazione dovrà essere approvata dalle autorità antitrust prima di essere finalizzata più avanti quest’anno.

In cambio, comScore otterrà una partecipazione del 4,45% in Kantar, oltre a far propri alcuni asset di misurazione europei della società di Gruppo WPP.

«Collaborando con comScore e unendo i nostri rispettivi punti di forza, integreremo dati e competenze per offrire ai nostri clienti un nuovo standard per la misurazione delle audience e delle campagne attraverso più piattaforme». Ha commentato Eric Salama, chairman and chief executive officer di Kantar.

L’annuncio ha fatto schizzare le azioni di comScore, che nella giornata di giovedì vengono scambiate al Nasdaq al prezzo di oltre 54 dollari, con un balzo del 25% in un poche ore.

comScore quotazione

 

Le più lette