Main partner:

Jobs

SpotX, accordo con FremantleMedia per monetizzare l’inventory video

SpotX ha siglato un accordo con FremantleMedia che permetterà alla compagnia televisiva di utilizzare la piattaforma per monetizzare la sua programmazione originale con pubblicità video mirata su un network di editori premium e servizi OTT.

Grazie alla tecnologia della società ad-tech, FremantleMedia gestirà le relazioni con i partner di distribuzione e centralizzerà la propria monetizzazione all’interno di un’unica piattaforma, vendendo audience e inventory su siti di terza parte e applicazioni in ambienti desktop, televisione connessa e web mobile; i formati erogati saranno sia lunghi sia brevi. La compagnia televisiva potrà inoltre usufruire dei servizi del Demand Facilitation di SpotX, controllata al 100% da RTL Group, per supportare le proprie strategie.

Gli inserzionisti che lavorano direttamente con le due società avranno accesso esclusivo e prioritario al catalogo premium e ai marchi globali di FremantleMedia, in piena trasparenza e con un controllo avanzato sui posizionamenti pubblicitari nei contenuti.

FremantleMedia venderà i propri spazi pubblicitari in ambienti private e curated Marketplace, con un focus sulla televisione connessa e su desktop con alta viewability.

zeotap, accordo con smartclip per i dati. Polizzy Carbonelli: «Business in crescita, raggiungeremo gli obiettivi di fatturato»

zeotap ha siglato una partnership con smartclip, la piattaforma proprietaria della SSP video multipiattaforma SmartX Platform. Grazie all’accordo, da oggi sarà possibile comprare l’inventory premium video di smartclip, caratterizzata da alti tassi di viewability, secondo gli elevati standard di targeting offerti dai dati deterministici di zeotap.

L’Italia è il primo mercato in cui la collaborazione è attiva ma, nei prossimi mesi, lo sarà anche negli altri Paesi in cui operano le due società. «L’Italia, insieme alla Spagna, è il nostro principale mercato, e anche un Paese in cui smartclip gode di un ottimo posizionamento, per queste ragioni abbiamo avviato l’accordo proprio qui. Il business di zeotap sta crescendo in continuazione, posso già affermare che gli obiettivi di fatturato per la fine dell’anno saranno raggiunti. I riscontri che riceviamo dal mercato sono molto positivi: adesso lavoriamo con tutti gli operatori lato domanda, centri media e trading desk, e con diversi editori nazionali, sia in programmatic che in reservation. Possiamo contare su un largo numero di interlocutori», ha dichiarato Riccardo Polizzy Carbonelli, Country Head Italy for zeotap.

«Siamo particolarmente entusiasti di annunciare questa collaborazione con zeotap, perché ha saputo utilizzare al meglio dati e tecnologia per dare una risposta concreta alle nuove esigenze del mercato: trovare nuove soluzioni per migliorare le performance delle campagne video. I dati deterministici integrati nel nostro inventory di video premium ci permetteranno di garantire agli investitori un targeting ancora più preciso e performante», ha commentato Luca Di Cesare, Managing Director di smartclip Italia.

«La Reach on Target e la Viewability sono le due KPI più importanti utilizzate dai grandi brand per misurare l’efficacia delle loro campagne video. Zeotap e smartclip contribuiscono entrambe a soddisfare queste due condizioni lavorando insieme per raggiungere il massimo risultato. Trattandosi di format premium, nella maggior parte dei casi sono associati volumi di investimento importanti e assicurare alle aziende la reach on target massima significa evitare costosi sprechi massimizzando l’efficacia dell’investimento effettuato: questa è la promessa dell’era del big data e noi siamo felicissimi di poterla condividere oggi insieme a smartclip», ha aggiunto Riccardo Polizzy Carbonelli, Country Head Italy for zeotap.

zeotap, che è in procinto di aprire nuove sedi in Regno Unito e Germania, ha recentemente ottenuto una certificazione da Aimc (Association for the Investigation of Media and Communications) in Spagna che conferma una precisione dei propri dati fino al 94%.

Quantcast e SpotX insieme per la profilazione dell’inventory video premium

Quantcast e SpotX hanno stretto un accordo globale in virtù del quale gli strumenti di profilazione della società ad-tech potranno essere utilizzati sull’inventory video premium della piattaforma pubblicitaria.

L’accordo è stato annunciato in Australia e Nuova Zelanda, ma sarà in seguito valido in 27 altri mercati. L’operazione, si legge in una nota, risponde all’aumento degli investimenti in pubblicità video e al bisogno di sistemi di profilazione più sofisticati attraverso desktop e mobile.

“Molti marchi stanno apprezzando il valore del Programmatic e stanno iniziando a investire massicciamente nel video digitale. Questa collaborazione ci permette di accedere ad una inventory di video premium cui sovrapporre l’intelligenza dei nostri dati sofisticati. Tale aumento di scala ci metterà in una posizione di forza per soddisfare la domanda di mercato per il video in Programmatic”, ha dichiarato Andrew Double, amministratore delegato di Quantcast ANZ.

Grazie all’intesa SpotX godrà di maggiore accesso ai dati per migliorare il targeting degli annunci video.

Le più lette