Main partner:

Jobs

Formati pubblicitari, qual è il più detestato dagli utenti?

Uno studio di Kargo, azienda specializzata in pubblicità mobile, ha rivelato che gli annunci interstitial, ovvero quelli che compaiono e bloccano l’intero schermo mobile, sono le unità più disturbanti e intrusivi. Benché considerato tecnicamente viewable, dopo aver visualizzato questo formato l’attenzione dell’utente cala vertiginosamente.

Anche MediaBrix, piattaforma di pubblicità video mobile in-app, è giunta a simili conclusioni, anche se in riferimento ad interstiziali erogati all’interno delle applicazioni.

Gli interstitial video a piena pagina hanno innescato reazioni figt-or-flight ad un tasso doppio degli annunci embedded opt-in, stando ai dati del documento, e chi vede gli interstitial passa il 22% del tempo cercando il tasto X.

Questo effetto è descritto allo stesso modo anche da Kargo: AJ Mathew, VP Research della società ha sottolineato a Warc che i consumatori sono coinvolti visivamente con questi annunci, ma spesso perché stanno cercando di chiuderli.

D’altra parte, ha scoperto MediaBrix, le inserzioni embedded opt-in hanno totalizzato un engagement mentale otto volte superiore, con un tempo dedicato al marchio tre volte superiore, un brand recall significativamente più alto e con opinione positiva rispetto agli annunci video interstiziali standard.

È emerso, in più, che le persone coinvolte nel sondaggio hanno effettivamente guardato le unità opt-in embedded: quasi il 90% degli utenti, secondo la ricerca di MediaBrix, ha guardato tutti i 30 secondi che componevano il video, paragonato al solo 25% dei naviganti esposti ad un interstitial.

Le più lette