Main partner:

Jobs

L’iniziativa di OpenX: marketing people-based nell’internet aperto

OpenX lavora a una soluzione che si propone di offrire ai buyer l’opportunità di fare marketing people-based sull’internet aperto al di fuori dei walled garden.

La SSP, infatti, sta testando una piattaforma chiamata OpenAudience che consente ai brand di acquistare impression utilizzando il suo identity graph, all’interno del quale sono disponibili i dati dei suoi editori. La soluzione sarà disponibile, inizialmente solo negli USA, nel terzo trimestre.

Ai marketer “OpenAudience fornirà la possibilità di pianificare e comprare campagne di marketing people-based che combinano l’impatto e la semplicità di utilizzo della pubblicità su Facebook con la scalabilità dell’internet aperto”, spiega OpenX in una nota, mentre agli editori consentirà di “massimizzare i ricavi come mai prima”, grazie alla capacità di posizionare gli utenti in maniera automatica all’interno di segmenti di audience ad alto valore.

Secondo quanto dichiarato da OpenX, la soluzione è capace di raggiungere 240 milioni di utenti unici ogni mese, e utilizzando Tapad, LiveRamp e altre società specializzate in identity riesce ad arricchire gli ID del proprio identity graph, su cui sono peraltro presenti anche dati di terze parti. Ad assemblare questi profili di consumatori contribuiscono i dati sul comportamento di navigazione degli editori della SSP, ed anche informazioni su come gli utenti rispondono ai vari tipi di annunci.

Nella attuale fase di test, gli acquisti di impression targettizzate in questo modo avvengono attraverso deal ID, ma in futuro OpenX conta di attivare l’accesso a un’API, grazie alla quale gli inserzionisti potranno anche sincronizzare i propri ID, e che sarà utilizzabile anche dagli editori per conoscere meglio il comportamento dei propri utenti e valorizzare in questo modo le inventory.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial