Main partner:

Jobs

Hulu apre la sua inventory al Programmatic

Mentre in Italia gli occhi sono puntati sul debutto di Netflix e sulle possibili conseguenze che questo nuovo arrivato potrebbe avere nel mercato della tv digitale on demand nel nostro Paese, un ambito a cui anche gli altri big della tv nostrana stanno guardando con sempre più interesse, negli USA un altro nome importante del settore, Hulu, annuncia una novità nell’ambito della propria offerta commerciale.

La piattaforma digitale di video on demand ha infatti aperto la propria inventory alla vendita in programmatic. Ad annunciarlo è stata la stessa media company sul suo blog, rendendo noti anche i propri partner.

“Con la DMP di Oracle, parte di Oracle Marketing Cloud, e un private marketplace gestito da LiveRail, Hulu creerà nuove opportunità per gli advertisers tramite processi di acquisto automatizzati, ininterrotti e data-driven – si legge sul blog post -. Unendosi a questi partner di primo livello, Hulu potrà portare alle aziende risultati ottimali, un’accurata targettizzazione e un’ottimizzazione in real-time, dando loro più controllo sulle loro campagne”.

La video inventory di Hulu include desktop, mobile e connected tv, e sarà venduta esclusivamente in private marketplace, attraverso la Video Private Exchange (VPX) di LiveRail. Niente RTB. Gli spot saranno unskippable e i fee saranno applicati solo su commercial visti interamente.

Hulu, di proprietà di Fox, NBC Universal e Walt Disney Company è una piattaforma di video on demand che propone sia servizi in abbonamento con pubblicità (7,99 dollari al mese), sia un’offerta ad-free (11,99 al mese) e tra i suoi inserzionisti include brand del calibro di Johnson & Johnson, Visa, Pepsi, Microsoft e Honda.

Le più lette