Main partner:

Jobs

Hic Mobile lancia due nuovi strumenti dedicati alla pubblicità mobile

Hic Mobile rilascia due nuovi strumenti pensati per potenziare l’impatto della comunicazione in ambienti mobile.

Il primo è Hic-2Store, che grazie ad uno speciale software consente di personalizzare in tempo reale le creatività delle campagne inserendo l’indirizzo del punto vendita più vicino a ogni utente e la distanza in minuti da percorrere per raggiungerlo. L’utilizzo di questa soluzione prevede, inoltre, a supporto la creazione di Landing Page con Store Locator personalizzabili con loghi, icone ed eventuali altri link dell’inserzionista. In più, una reportistica sofisticata in grado di fornire anche il dato relativo alla distanza tra gli utenti che hanno cliccato sulla creatività e i punti vendita visualizzati sullo Store Locator.

Sempre in ambito di geo-localizzazione avanzata, l’altra novità è Hic-Micro Footfall, che consente di monitorare la redemption di una campagna mobile in termini di impatto sulle vendite nei negozi fisici. Grazie al tracciamento delle persone che hanno visualizzato una determinata creatività pubblicitaria sul proprio smartphone, lo strumento consente infatti di misurarne l’efficacia “drive-to-store” verificando quante di esse hanno successivamente visitato il punto vendita del cliente. Il nuovo Hic-Micro Footfall può essere applicato anche su campagne pubblicitarie di media portata, a partire da un target di 50.000 utenti unici.

Il servizio include anche l’accesso alla speciale Dashboard, messa a punto da Hic Mobile per garantire ai clienti di seguire in tempo reale l’andamento delle campagne: in questo caso gli inserzionisti possono visualizzare quotidianamente insight e risultati messi a segno in ogni singolo punto vendita. Oltre all’uplift del cliente, ovvero l’aumento effettivo della pedonalità all’interno dei punti vendita indicati generato dalla campagna stessa, l’interfaccia offre informazioni puntuali sul target contattato (sesso, età, fascia economica, device utilizzato e sistema operativo), mappa termica, giorni ed orari di maggior affluenza e una stima della durata media di ogni visita.

“Hic-Micro Footfall rende economicamente accessibile anche a piccole e medie imprese una funzionalità evoluta che fino a ieri richiedeva investimenti elevati e campagne con un target di almeno 400.000 utenti unici”, commenta Max Willinger, Co-Founder di Hic Mobile, “Hic Mobile continua a crescere in termini di fatturato, risorse umane e clienti: uno dei nostri asset principali è la capacità di immettere costantemente sul mercato nuovi strumenti per il mobile advertising che si distinguano per affidabilità, tecnologia all’avanguardia, efficacia e misurabilità dei risultati, rendendoci un player unico in questo settore”.

In una intervista, Willinger ha dichiarato che, lo scorso anno, i ricavi della società sono cresciuti a doppia cifra, un risultato sostenuto principalmente dalla crescita degli investimenti pubblicitari dei clienti.

Hic Mobile amplia le opportunità pubblicitarie su Snapchat con i filtri sponsorizzati

Dopo essersi aggiudicata pochi mesi fa l’opportunità di realizzare dall’Italia campagne mobile su Snapchat grazie ad una partnership con MakeMeReach, Hic Mobile amplia la gamma di opzioni pubblicitarie sul social network del fantasmino grazie a nuovi accordi commerciali.

La novità è rappresentata dai filtri, che possono essere applicati alle foto e alle storie (il format tipico di Snapchat), con presenza di cornici personalizzate, immagini, loghi o messaggi del cliente. Secondo numerose ricerche, si legge nella nota, le festività rappresentano il momento migliore per utilizzare i social network, per cui la proposta di Hic Mobile arriva con tempismo, a breve distanza dal Natale.

“Dopo aver erogato con successo numerose campagne mobile su Snapchat, una delle piattaforme social più amate del momento”, commenta Max Willinger, co-fondatore della società milanese insieme a Enrico Majer, “Siamo felici di proporre al mercato un prodotto appena reso disponibile in Italia, i filtri sponsorizzati, che a nostro parere offrono enormi opportunità agli inserzionisti soprattutto nel periodo di festività che si sta avvicinando”.

Snapchat conta 2 milioni e mezzo di utilizzatori solo in Italia e circa 200 milioni nel mondo. 160 milioni di utenti usano la piattaforma tutti i giorni e il 55% dichiara di ricordare gli annunci, che non vengono percepiti come invasivi dal momento che sono facilmente saltabili.

Hic Mobile è dotata di un’offerta pubblicitaria anche in ambito programmatico. La società, come dichiarato dallo stesso Willinger in un’intervista, collabora con una quarantina di data management platform, integrate nelle dodici DSP che la struttura utilizza. La società Hic Mobile opera inoltre con tecnologie di geofencing e proximity marketing, consentendo ai clienti di comunicare ad un determinato target che ha transitato in uno specifico luogo in un certo orario.

Con Hic Mobile il Programmatic è a misura di smartphone

Insieme al Video, al Performance e all’audience targeting, il Programmatic costituisce un altro segmento di attività di Hic Mobile.

La società “mobile native” di marketing e pubblicità ha appena rilasciato tre nuovi strumenti volti a rendere la pubblicità su smartphone più mirata ed efficace: il Retargeting Geo Referenziato, la Display Semantica e i Video Sponsorizzati.

Le soluzioni sono state sviluppate non solo sfruttando le tecnologie proprietarie di Hic Mobile ma anche grazie alle collaborazioni istituite con le principali piattaforme mobile presenti sul mercato. Max Willinger, Co-Fondatore insieme con Enrico Majer della società, ha dichiarato che le operazioni di targeting e di profilazione degli utenti sono attuate attraverso l’impiego di 40 data management platform differenti.

Inoltre, grazie alle integrazioni con due maggiori supply-side platform, Freewheel per l’inventory video e SmartAdServer per gli spazi display, la società è in grado di totalizzare 200 milioni di pagine visualizzate al mese, connettendosi a tutti i principali trading desk dei centri media.

«Per quanto riguarda le modalità di compravendita, i nostri clienti prediligono il Programmatic in reservation. Sul complesso delle transazioni eseguite, i private deal pesano per il 70% mentre l’open market detiene una quota pari al 30%», ha specificato Willinger.

Nel 2016, Hic Mobile ha registrato una crescita anno su anno del 60% e conta di incrementare il fatturato del 50% nel 2017.

Hic Mobile: accordo con adsquare per l’utilizzo dei dati di Pokemon GO

Hic Mobile, startup italiana Mobile Native specializzata in mobile marketing, ha stretto un accordo per l’utilizzo dei dati di Pokemon GO con adsquare, una piattaforma indipendente per il trading di dati mobile.

A partire da settembre sarà così possibile pianificare campagne adv e di mobile marketing in base alla posizione delle PokéStop, i luoghi dove gli user possono ottenere le PokéBall necessarie alla cattura dei Pokemon.

Aspetto importante, come sottolinea Max Willinger, co-fondatore di Hic Mobile: «E’ l’opportunità per tutti i clienti (brand e punti vendita) di effettuare comunicazioni mirate ad utenti che gravitano attorno ad alcune PokéStop. Poter selezionare luoghi precisi consente di delineare caratteristiche specifiche e differenti in base alle abitudini dei singoli utenti riducendo pressoché a zero la dispersione del messaggio».

Infatti, gli inserzionisti, avvalendosi dei servizi di Hic Mobile potranno raggiungere la propria audience di riferimento mentre si trova in prossimità di uno specifico punto vendita vicino ad una PokéStop e coloro che abbiano frequentato specifiche PokéStop, vicine ai loro punti vendita, durante l’ultima settimana.

Il potenziale dei dati di Pokémon GO è enorme. Infatti, l’app ha superato i 100 milioni di download a livello globale e secondo Apple, nella prima settimana, è stata scaricata più volte di qualunque altra app per iPhone. Il suo utilizzo giornaliero ha sorpassato quello di Facebook, dimostrando che le tecnologie mobile come la geolocalizzazione, i sensori di movimento e la realtà aumentata permettono di accedere a nuovi modelli di interazione col consumatore e di coinvolgimento dello stesso.

Le più lette