Main partner:

Jobs

Digital Angels si aggiudica la gara del Gruppo 24 ORE per biddable media, social e programmatic

Digital Angels si aggiudica la gara indetta dal Gruppo 24 ORE per la gestione dei progetti biddable media, social e programmatic.

La società specializzata in marketing digitale, vincendo la gara fra quattro agenzie invitate, si occuperà della gestione delle campagne di tutte le aree del Gruppo 24 ORE con modalità, strumenti ed obiettivi diversi.

In particolare, Digital Angels curerà la strategia SEM del gruppo editoriale su Google e su Bing, affiancando questi strumenti alle principali piattaforme di social adv: Facebook ed Instagram Ads per la promozione dei profili social, YouTube Ads per la brand awareness e LinkedIn Ads, più specifico per la tipologia di target del Gruppo 24 ORE. A questo si aggiungerà l’ampio utilizzo di DSP e DMP con Adform e dei network di native che permetteranno di coprire tutto il ventaglio delle soluzioni innovative di advertising.

“L’eccellenza è tra i valori fondanti di Digital Angels e ne abbiamo fatto un tratto distintivo da sempre. Il nostro settore si muove alla velocità della luce e cambia ogni giorno, non è sufficiente padroneggiare gli strumenti che i grandi player mettono a disposizione. Sono altresì indispensabili l’aver maturato una forte professionalità e conoscenza delle strategie digitali e il continuo aggiornamento su tutte le novità proposte dal settore”, ha dichiarato Silvia Macedonio, Account Manager di Digital Angels.

Con la vittoria di questa gara, Digital Angels rafforza la collaborazione con il Gruppo 24 ORE, con cui lavora dal 2012, proseguendo in un percorso di trasformazione digitale che l’agenzia ha costruito negli anni insieme all’azienda e grazie al quale è stata possibile una crescita costante, sia in termini numerici che di innovazione.

Gruppo 24 Ore: la ripresa passa anche da dati e Programmatic

Ci sarà anche il Programmatic tra i driver di crescita di Gruppo 24 Ore da qui al 2020.

Nel suo piano industriale 2017-2020, la società ha infatti tracciato le linee guida della strategia con cui intende raggiungere 295 milioni di euro di ricavi consolidati nel 2020 (275 milioni nel 2018), un margine operativo lordo di 45 milioni (19 milioni nel 2018) e un utile operativo di 34 milioni (8 milioni nel 2018). E in questa strategia lo sviluppo delle attività digitali e dell’ad tech avrà un ruolo importante.

Per System, la concessionaria di pubblicità del gruppo, il focus sarà proprio sui mezzi di gruppo e sui canali digitali. Gruppo 24 Ore intende infatti sviluppare nuovi prodotti digitali per competere in un mercato in continua evoluzione (video adv, account social e native), oltre a procedere all’acquisizione e alla valorizzazione di concessioni di siti terzi.

Ma non solo. Secondo quanto riporta il piano industriale, all’interno della concessionaria è in programma lo sviluppo dell’offerta basata sulle abitudini di consumo attraverso l’uso evoluto della DMP e il rafforzamento della piattaforma di programmatic Premio. Quest’ultima è il private marketplace con cui, da fine 2013, viene gestito l’intero ecosistema programmatic della divisione online della concessionaria del Gruppo 24 ORE, che annovera, oltre alle properties del gruppo come Ilsole24ore.com e Radio24.it, altri venti siti, ovvero 3bmeteo, Affaritaliani, Blitzquotidiano, Dagospia, Famiglia Cristiana, Federtennis, Fox Network, Globalist, Il Post, L’Unità, La7, Ladyblitz, Lettera43, Libero Quotidiano, Rivista Studio, Rivista Undici, Sportoutdoor24, Supertennis, TIM Mail, Ticketone.

Websystem lancia il private marketplace “Premio”

Websystem, la concessionaria digital di Gruppo 24 Ore, ha lanciato ufficialmente “Premio”, la propria piattaforma di programmatic advertising realizzata in partnership con Zodiak Active Plus.

Dopo un anno di rodaggio, il sistema di soluzioni automatizzate per la vendita di spazi pubblicitari è ora pienamente operativo, come ha spiegato Luca Paglicci, direttore di Websystem, nel corso dell’evento “A talk on Programmatic” organizzato da Zodiak Advertising sul roof garden del Westin Palace a Milano lo scorso 16 settembre.

Perfetta sintesi tra l’esigenza di aprire la propria inventory ai nuovi processi automatizzati di compravendita pubblicitaria e la necessità di mantenere al tempo stesso l’alto valore percepito del network di WebSystem, “Premio” è un private marketplace “invitation only” (ossia, aperto solo a una serie selezionata di DSP, quindi di acquirenti) che permette agli inserzionisti di veicolare campagne a target profilate sui siti del network in logica Rtb e Programmatic Buying.

Accanto al Sole24ore.com e Radio 24, il network di WebSystem si estende a oltre 20 siti di “informazione di qualità” – tra cui Affariitaliani.it, Liberoquotidiano, Blitzquotidiano, Dagospia, Borsa Italiana e molti altri – aggregando circa 2 milioni di utenti al giorno.

Il target è quello di allineare la quota di fatturato generata da Premio alle previsioni più accreditate, che parlano di un’incidenza del 15% delle piattaforme sul totale display in tempi brevi anche in Italia. Un obiettivo che per l’anno prossimo Paglicci giudica «possibile», anche se per quest’anno la quota virtuale sarà più vicina al 5%.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial