Main partner:

Jobs

Il 13 giugno a Roma si parla di Programmatic con Adform e Digital Angels

Lo stato dell’arte e gli sviluppi attesi dello scenario ad-tech sono al centro di “Let’s HITalk About… Programmatic Advertsing“: un confronto a due che si svolgerà mercoledì 13 giugno a Roma presso la sede di LVenture Group, holding di partecipazioni che investe in startup digitali, in via Marsala 29.

L’evento si colloca all’interno della manifestazione Let’s HITalk About”, format di approfondimento, discussione e condivisione su innovazione digitale e imprenditoria giovanile. In questo caso il topic degli interventi sarà focalizzato sul Programmatic Advertising e ne discuteranno insieme Piermario Tedeschi, Managing Director di Digital Angels e Antonello Sessa, Agency Sales Manager di Adform, piattaforma ad-tech full stack indipendente e aperta che serve agenzie media, trading desk, brand ed editori.

Durante l’evento, i due relatori si alterneranno sul palco per presentare l’ecosistema del Programmatic in Italia. Uno speech snello e veloce per capire innanzitutto cos’è davvero il Programmatic e per entrare nel dettaglio delle piattaforme, delle strategie e di tutte le technicalities.

L’evento inizierà alle 18:30 ed è gratuito, previa registrazione.

 

Aperte le iscrizioni a Programmatic Day(s) 2018

Sono aperte sul sito dedicato le iscrizioni a Programmatic Day(s) 2018, il principale evento italiano dedicato al Programmatic Advertising che si terrà il 18 e 19 aprile all’Auditorium IULM di Milano (via Carlo Bo, 7).

Giunto alla quarta edizione, l’appuntamento organizzato da Programmatic Italia ed Engage offre un’occasione imperdibile per conoscere e approfondire le nuove opportunità offerte dalla tecnologia, dai dati e dall’automazione al mondo della comunicazione pubblicitaria.

Nel 2018 l’evento si amplia articolandosi in una due giorni ricca di conferenze, occasioni di networking e molto altro. L’obiettivo è quello di offrire a un pubblico di tipo professionale – principalmente aziende, editori, agenzie e centri media – una panoramica completa sul mercato programmatico, dall’analisi dello scenario, alla definizione degli obiettivi perseguibili attraverso l’ad-tech, degli strumenti disponibili in Italia e della misurazione dei risultati.

Il programma del meeting si completa con una serie di attività di taglio didattico, organizzate dalla Engage Digital School, per chi volesse vivere Programmatic Day(s) 2018 come un’occasione di formazione, oltre che di networking e accrescimento professionale. Di seguito, qualche anticipazione sul programma.

DAY 1 (mercoledì 18 aprile) – It’s all about trust

Le novità del mondo ad tech, il tema caldo della “trasparenza” e le nuove frontiere del Programmatic Audio sono al centro del programma della prima giornata di Programmatic Day(s). (iscriviti qui)

  • “Programmatic adv: trends and expectations 2018”

Qual è il grado di “maturità” raggiunto dal Programmatic in Italia? E quali sono gli sviluppi attesi nel prossimo futuro? La prima giornata di Programmatic Day 2018 risponderà a queste domande grazie a una ricerca inedita realizzata in collaborazione con Human Highway, i cui spunti saranno analizzati nel corso di una tavola rotonda  – “Programmatic adv: trends and expectations 2018” – da figure chiave della industry pubblicitaria.

  • Le novità dell’ad-tech del mar-tech

Dall’integrazione tra ad-tech e mar-tech, all’uso evoluto dei dati nelle strategie di buying e selling, alle nuove tecnogie di monetizzazione come l’Header Bidding. Spazio alle novità dello scenario programmatico nella comunicazione online, con l’occhio sempre rivolto ai temi caldi della “trasparenza”, della brand safety e della user experience.

  • Programmatic Audio

La crescente popolarità di tecnologie come streaming e podcast su mobile, insieme con la saturazione del mercato display, sta mettendo il programmatic audio in primo piano nell’agenda di aziende ed editori. Ne parleremo in un focus.

DAY 2 (giovedì 19 aprile) – New Frontiers

I dati sugli investimenti, l’evoluzione qualitativa dei formati e l’espansione del Programmatic a mezzi come l’Out Of Home e la TV sono invece i punti attorno a cui si snoderà l’agenda della seconda giornata di lavori ai Programmatic Day(s) (iscriviti qui).

  • Programmatic: il mercato nel 2018

La seconda giornata di Programmatic Days 2018 si aprirà con la presentazione dei dati quantitativi sul Programmatic nel 2018. Quanto vale il mercato, dove si concentrano gli investimenti, quali sono le prospettive di crescita per il 2018. In sintesi: ricerche e commenti per approfondire gli scenari evolutivi del settore.

  • L’evoluzione dei formati

Il programma degli interventi di giornata si concentrerà quindi sullo sviluppo qualitativo del programmatic in termini di formati e mezzi disponibili. Focus su Native, Rich Media, creatività dinamiche, intersezioni con il machine learning, etc.

  • OOH & TV nell’era dell’addressable media

Per quanto riguarda i media che tradizionalmente “offline” il focus sarà sull’Outdoor e sul canale Video, con ampi interventi dedicati alle prime esperienze di Programmatic Advertising sulla Internet TV e sugli sviluppi previsti nell’ambito della TV lineare.

 

Programmatic Day raddoppia: appuntamento il 18 e 19 aprile a Milano

Programmatic Day, l’evento italiano dedicato all’universo del Programmatic Advertising, nel 2018 raddoppia e dà appuntamento all’Auditorium IULM di Milano il 18 e 19 aprile.

Giunto alla quarta edizione, il meeting, organizzato da Programmatic Italia ed Engage, si amplia per una due giorni più ricca che mai: tra le attività in programma, convegni, attività di formazione a cura della Engage Digital School, occasioni di networking e tante altre novità, come una serie di appuntamenti “fuori evento” inseriti nel cartellone ufficiale, per una manifestazione che vuole porsi sempre di più come punto di riferimento italiano per l’aggiornamento dei professionisti della comunicazione sui temi dell’ad tech.

L’obiettivo è quello di offrire una panoramica completa sullo stato attuale e le prospettive del settore: il programmatic è, infatti, una storia in cui c’è ancora molto da scrivere. Nell’online, la tendenza a scegliere questo approccio all’acquisto di spazi pubblicitari è sempre più attuale, con gli investimenti che nel 2017 sfiorano i 400 milioni di euro. Ma è nel media che chiamiamo “tradizionale” che l’ingresso della tecnologia programmatica nelle metodologie di pianificazione e acquisto di inventory inizia a farsi concreto: l’OOH è sempre più digitale e connesso, il programmatic audio muove i primi passi, l’addressable tv inizia a generare volumi concreti. Il mercato del Programmatic, quindi, cresce, ma allo stesso tempo temi come la mancanza di trasparenza riguardo i costi della filiera, l’inventory e i dati continuano a preoccupare i marketer e a limitarne il potenziale.

Restano poi da superare alcune resistenze di tipo culturale, e altre ancora di tipo “commerciale”. Il prossimo passo per la maturazione del mercato passa quindi, necessariamente, attraverso un’accresciuta fiducia nelle dinamiche e nelle potenzialità del settore. Come si legge sulla stampa anglosassone su questo tema, “It’s all about trust“. Ed è proprio questo il titolo scelto per i “Programmatic Days” 2018. Le iscrizioni alle due giornate di convegno apriranno il 15 gennaio. Nel frattempo, Save The Date!

Tra Cagliari e Milano, tre operatori insieme all’insegna del binomio Creatività-Programmatic

L’expertise della comunicazione si unisce a quella del marketing e del programmatic, in un nuovo sodalizio che lega Cagliari e Milano. Nasce infatti una nuova cordata, che vede protagoniste le società Relive Communication, Publicom e ITSimplycom.

Il driver che Relive, Publicom e ITSimplycom promuovono è una forma di “Creative Programmatic“, un sistema che aggiunge alle diverse tecnologie pubblicitarie elementi come la velocità, lo sviluppo, l’automazione, la profilazione più precisa e un testing migliore, integrandoli al processo creativo attraverso i dati. Lo scopo è quello di consentire così ai dati e alla creatività di unirsi per creare campagne più forti ed efficaci, con un potenziale di racconto enorme, sia sul piano dello storytelling sia su quello dei media e del brand.

“Oggi – recita la nota ufficiale – l’unione di queste tre realtà aziendali si candida ad un posizionamento di nicchia sul mercato dell’advertising, un salto di maturità e di piena valorizzazione strategica dal quale, per tutto il 2017, si attendono nuove e interessanti prospettive di crescita societaria”.

«A parte la sinergia a livello societario, la partnership tra le società avviene a livello di offerta – spiega a Programmatic Italia Luca Domenicano, Key Account Sales Manager di PubliCom -: l’idea è quella di offrire ad ogni cliente servizi a 360 gradi che comprendano tecnologia, pubblicità e graphic/content. Il vantaggio sta nella reale integrazione delle attività, che garantisce un’effettiva rapidità nella fornitura, efficienza operativa e una maggior fluidità nei processi di gestione e realizzazione dei progetti. Resta inteso che manteniamo una flessibilità tale per cui ogni esigenza del cliente viene soddisfatta nel rispetto sia della sua storia che delle sue aspirazioni».

La sinergia tra i tre operatori ha preso il via a Cagliari, lo scorso 26 gennaio, in occasione di un evento interamente dedicato al programmatic advertising. Negli spazi del coworking  HUB/SPOKE, a tracciare le prime linee dell’analisi sono stati il CEO founder della Relive Communication, Massimiliano Cicu, e il CEO Founder di Publicom, Gianpio Gravina.

Protagonista dell’evento, il binomio tecnologia-creatività, un tema particolarmente attuale nel mondo della comunicazione automatizzata, perché se è vero che oggi la tecnologia permette soluzioni di business  fino a ieri inesistenti nel mercato, è altrettanto vero che a fare da guida resta comunque la qualità dei contenuti, e cioè, la capacità di costruire modelli di pubblicità che mettano al centro l’individuo, il messaggio e la costruzione creativa.

Nella gallery che segue, le immagini dell’evento.

#ProgrammaticDay: oggi all’Auditorium Gio Ponti tutte le “facce” del Programmatic Adv

Quali prospettive di crescita per il programmatic in Italia? Come trasformare i Big Data in vero fattore competitivo? E ancora: editori e programmatic, come massimizzare i ricavi pubblicitari? E che futuro attende i centri media in un mercato sempre più “automatizzato”?

Sono queste alcune delle domande a cui cercherà di dare risposta nel corso del Programmatic Day, il primo evento italiano dedicato al programmatic advertising, ossia ai processi tecnologici che rendono possibile vendere e acquistare spazi pubblicitari online in maniera totalmente automatizzata.

L’appuntamento, organizzato da Engage e Programmatic Italia e patrocinato da IAB Italia, è attualmente in corso a Milano, presso l’Auditorium Gio Ponti (via Pantano, 9) e vede la partecipazione di aziende, centri media, operatori ed editori in un dibattito aperto sulle opportunità offerte dal settore.

Per chi non è riuscito ad esserci, ecco di seguito il live tweeting. Vi ricordiamo che attraverso l’hashtag ufficiale #ProgrammaticDay è possibile interagire con gli speaker per porre domande e approfondire alcuni aspetti dei vari argomenti trattati.