Main partner:

Jobs

Nasce Spine, la divisione di Publicis Groupe che raggruppa dati e analytics

Continua il processo di riorganizzazione di Publicis Groupe. La holding guidata da Arthur Sadoun ha annunciato la creazione di Spine, una nuova divisione che raggrupperà gli asset dati e analytics della società.

Tre le componenti core di Spine: l’incrocio di dati di prima, seconda e terza parte per creare ID unici di utenti a fini di targeting; una piattaforma cloud-based, PeopleCloud, che utilizza i dati per identificare sorgenti di crescita dei clienti, combinando informazioni comportamentali e semantiche per guidare le decisioni creative e media e le misurazioni; e un team centralizzato di 3500 tra ingegneri, analisti e strategist provenienti da tutte le società del gruppo, che aiuteranno i clienti a trasformare i dati in informazioni utili al business.

Spine sarà guidata da Lisa Donohue, ex global brand president di Starcom.

Publicis Groupe annuncia novità anche per Publicis.Sapient e DigitasLBi

Insieme alla creazione di Spine, Publicis Groupe ha annunciato anche due altre importanti novità.

La prima è l’organizzazione della propria offerta di servizi sulla Digital Business Transformation all’interno di Publicis.Sapient in verticali in base al mercato di riferimento, che sia automotive, salute, finanza e così via. Secondo quanto riporta la testata AdAge, che cita il CEO di Publicis Media Steve King, dovrebbero essercene complessivamente sei o sette.

L’offerta di Digital Business Transformation di Publicis Groupe sarà affidata a Nigel Vaz, già CEO di Publicis.Sapient EMEA e APAC, che sarà responsabile della supervisione dei vari capi e team verticali.

La seconda riguarda DigitasLBi, che passerà dall’hub Publicis.Sapient a Publicis Media. Una decisione che di fatto amplierà le competenze dell’agenzia sul fronte dati e media, grazie a un accesso diretto alle risorse scalabili della practice Media. Michael Kahn, ex global brand president di Performics, assumerà ora il ruolo di global president di DigitasLBi.

«Questi cambiamenti sono dei passi naturali nello sviluppo del nostro modello, che accresceranno ulteriormente le nostre capacità sul fronte marketing e su quello della business transformation e, cosa ancor più importante, li renderanno ancora più interconnessi, arricchendoli con la nostra expertise in tema dati», ha dichiarato Sadoun.

DigitasLBi si potenzia nell’ad tech: arriva il primo Head of Programmatic International

DigitasLBi punta sul Programmatic con una nuova figura dedicata.

L’agenzia di marketing globale ha infatti creato il ruolo di Head of Programmatic International, affidandolo a Emily Macdonald. La manager vanta un’esperienza quasi ventennale nel mondo dell’ad tech e dei digital media, avendo lavorato in importanti realtà come WPP, News UK e Microsoft, e come consulente per realtà quali Ebiquity e Global Radio.

Nel nuovo ruolo, Macdonald aiuterà a sviluppare le capacità in campo Programmatic di DigitasLBi, lavorando al rafforzamento dell’expertise data-driven dell’agenzia e aiutando i suoi clienti a muoversi nel sempre più complesso panorama dell’advertising tecnologico con l’obiettivo di guadagnare vantaggio competitivo. Riporterà a Paul Dalton, Chief Media Officer International della struttura.