Main partner:

Jobs

TubeMogul rinnova la sua offerta display: nuovi accordi e soluzioni per i marketer

TubeMogul, piattaforma pubblicitaria cross-canale, ha annunciato un rinnovamento della sua offerta display per aumentare l’affidabilità della piattaforma e migliorare l’efficacia delle campagne cross-canale di brand e performance.

In virtù di questa operazione, l’azienda ha rinsaldato la sua collaborazione con Integral Ad Science, che ha oggi annunciato di aver raggiunto oltre 90 milioni di euro di fatturato, per un più ampio utilizzo dei suoi filtri pre-bid per la viewability e il traffico fraudolento. L’obiettivo è assicurare che gli annunci display siano sempre visualizzati da utenti reali.

Tubemogul ha anche introdotto il supporto per la funzionalità Deal ID sui private marketplace, inclusi DoubleClick Ad Exchange di Google, Index Exchange e Rubicon Project; una aggiornamento motivato dal fatto che la maggior parte delle inserzioni display è acquistata attraverso scambi privati.

L’azienda ha poi stretto un accordo con Jivox, una piattaforma per il marketing e la pubblicità digitale personalizzati, per erogare creatività dinamiche in formato rich-media. Attraverso l’integrazione, il team creativo interno di TubeMogul aiuterà i marketer a sviluppare annunci display rich-media altamente personalizzati, come banner espandibili, unità Rising Stars e creatività che cambiano dinamicamente basandosi su fattori come il tempo, la posizione, l’ora del giorno, dati clienti di prima parte e dati utenti di terza parte.

Inoltre, la società sta apportando delle modifiche al suo Non-Human Traffic Credit Program per includere formati display e nativi. Lanciato a febbraio per gli annunci video, il programma risarcisce automaticamente i clienti della piattaforma per il traffico identificato come fraudolento da White Ops. I nuovi termini saranno effettivi dal primo ottobre.

L’offerta display di TubeMogul mette in campo anche un nuovo algoritmo di ottimizzazione delle conversioni, che permetterà di incrementare le funzionalità già esistenti, come la gestione della frequenza attraverso i canali, il targeting per sito, dispositivo, pubblico, argomento e regione geografica oltre a strumenti per la trasparenza e la reportistica.

Il Programmatic video cresce nel Q4 2015: +160% di transazioni

Cresce il Programmatic Video nel mondo, secondo quanto rivela il Global Video Index di Ooyala, relativo al Q4 2015.

Lo studio analizza le abitudini di fruizione di contenuti video di oltre 220 milioni di utenti in tutto il mondo, dando uno spaccato non solo di mezzi e canali di visualizzazione di filmati, ma anche del mercato pubblicitario video.

Secondo il report, lo scorso anno il numero di transazioni tramite deal ID, ossia vendute in programmatic sulla base dei parametri di precedenti compravendite, è aumentato dai 10 milioni del terzo trimestre ai 26 milioni del quarto, con una crescita complessiva del 160%.

Sulla fruizione di video, il mezzo che registra le performance migliori è il mobile, cresciuto del 35% in un anno e di ben il 170% rispetto al 2013. Oggi, smartphone e tablet insieme rappresentano il 46% di tutte le visualizzazioni online nel mondo, una quota in aumento del 34% sul Q4 2014.

Il trend del mobile continuerà ad essere positivo, secondo quanto Jim O’Neill, principal analyst di Ooyala, ha rivelato in un’intervista al sito MediaPost. Secondo l’esperto, sebbene la crescita sarà destinata a rallentare, il mobile continuerà la sua corsa, trainato dai mercati emergenti, soprattutto quelli di America Latina e Asia, e dall’adozione da parte dei nativi digitali e dei cosiddetti “trailing millennials”, ossia la generazione di ragazzi tra i 18 e i 24 anni.

TubeMogul e StickyADS.tv ampliano la collaborazione: integrati i Deal ID

TubeMogul e la SSP video StickyADS.tv espandono la loro partnership.

I due player del mondo programmatic hanno annunciato di avere ampliato la loro intesa, integrando in essa i Deal ID. TubeMogul e i suoi clienti, infatti, potranno ora entrare in contatto con le inventory messe a disposizione da StickyADS.tv anche attraverso Deal ID, una modalità che facilita la creazione di legami stretti tra publisher e advertiser.

I Deal ID, in particolare, sono connessioni tra un editore e un inserzionista in cui è presente un codice (ID), costruito sulla base di accordi precedenti, che identifica parametri di compravendita già esistenti e consente di riproporli nei nuovi deal. Un sistema che facilita il set-up delle campagne, consente l’accesso a più inventory e massimizza l’efficacia dell’adv richiedendo meno tempo per l’ottimizzazione delle campagne e il loro monitoraggio.

«TubeMogul è stato partner di StickyADS.tv per quattro anni – ha commentato Graeme Lynch, Director of Business Development EMEA di TubeMogul -. L’ampliamento di questa collaborazione porterà una maggiore crescita sia ai brand che ai trading desk partner di TubeMogul, come Affiperf, Cadreon e Amnet, soprattutto perchè apre un più ampio range di inventory in Europa. Attraverso questa integrazione che supporta i Deal ID, i nostri clienti avranno accesso a inventory premium di broadcaster televisivi di primo piano, come M6»

«Siamo lieti che la collaborazione con TubeMogul passi a un livello successivo, consentendo ai nostri clienti di Private Exchange a livello globale, incluso il 50% dei broadcaster televisivi europei, l’opportunità di utilizzare i Deal ID – ha aggiunto Gilles Chetelat, COO di StickyADS.tv -. Questo metodo di trading favorisce la vendita di inventory premium e dà valore alla costruzione, tra compratori e venditori, di relazioni di fiducia: attualmente, in StickyADS.tv già il 38% del business proviene da Deal ID».