Main partner:

Jobs

Intelligenza artificiale, marketing e chatbot al centro della ricerca di Casaleggio Associati

Imprese innovative e intelligenza artificiale. Questi i temi al centro della ricerca “Artificial Intelligence Business Evolution: l’intelligenza artificiale come acceleratore della digital transformation” realizzata dalla società di consulenza Casaleggio Associati. Dall’indagine emergono le diverse applicazioni dell’AI in ambito aziendale: dal cognitive search per migliorare la gestione delle informazioni in azienda, all’AI come strumento di marketing, fino ai chat bot utilizzati dalle compagnie telefoniche per coinvolgere gli utenti.

«È una rivoluzione che cambierà il mondo aziendale – spiega Davide Casaleggio -. Viaggiamo alla velocitá della legge di Moore. Ogni 18 mesi raddoppia la potenza di calcolo dei microprocessori e spesso non riusciamo a prevedere questa trasformazione esponenziale. Il tema oggi è quindi la velocitá e come interpretare il cambiamento secondo un’ottica di business».

Lo studio, presentato in convegno il 14 novembre, è stato oggetto di grande dibattito. Mattia De Rosa, direttore della divisione Cloud & Enterprise di Microsoft, ha posto l’accento sui passi avanti fatti nello sviluppo software. «L’intelligenza è elemento caratterizzante di questa rivoluzione che non é solo artificiale ma anche umana. I casi presentati nel report sono la dimostrazione che siamo davanti a una primavera. Basta un esempio per capire l’impatto dell’AI: quest’anno il nostro software è riuscito a tradurre i discorsi umani e potrebbe gestire un domani le conversazioni da centralino. Se una volta la difficoltà era cercare di capire la tecnologia oggi è il software che ci viene incontro».

L’impatto dell’innovazione è poi economico. L’analisi della Casaleggio Associati sottolinea come il mercato mondiale dell’intelligenza artificiale valga già 18,3 miliardi di dollari. «L’AI potrebbe quasi far raddoppiare la crescita del PIL italiano in meno di dieci anni, portando 200 miliardi di euro di valore aggiunto ogni anno. Lo Stato dovrà aiutare le aziende ma sono le imprese a dover agire oggi per beneficiarne», aggiunge Casaleggio. Fondamentale anche il capitale privato. «Serve un ecosistema di venture capital forte. Raccogliamo un quinto rispetto alla Spagna e un ventesimo rispetto alla Francia. Per crescere questo deve cambiare e un primo passo è sicuramente legato alla cultura. Le imprese devono predisporre una strategia di adozione dell’Intelligenza Artificiale e lavorare d’anticipo sulla concorrenza estera».