Main partner:

Jobs

Oracle aggiorna la sua piattaforma cloud di analytics

Oracle ha introdotto una serie di aggiornamenti ad Oracle Cloud, il suo strumento di analytics.

I nuovi servizi riguardano l’elaborazione degli insight dagli utenti, gli algoritmi e i vari processi tecnologici finalizzati allo sviluppo di visualizzazioni intuitive, narratività creative e calcoli predittivi, il tutto utilizzando modelli avanzati di apprendimento automatico. Oracle Analytics Cloud include un’infrastruttura di analisi ad alte performance in scala, un’ampia gamma di strumenti per la preparazione, la scoperta, la visualizzazione dei dati e per la collaborazione, una suite di modelli di apprendimento automatico, KPI di analytics e, infine, un set di dati pubblici curati e in larga scala.

“La competizione nel cloud sta cambiando”, ha dichiarato Thomas Kurian, President of product development dell’azienda, “Lo spazio di archiviazione e l’elaborazione dei dati a basso costo sono importanti, ma ciò che stravolgerà il settore sarà la creazione di valore di mercato attraverso migliori insight. Solo Oracle lega insieme tutti i dati, le tecnologie e l’esperienza per consegnare questo valore nelle mani dei nostri clienti.”

Out of Home, la rivoluzione arriva dal Giappone: le insegne in strada fanno targeting

Cloudian, il fornitore di servizi per il deposito dati, ha annunciato il lancio di un progetto di pubblicità cartellonistica stradale mirata che utilizzerà i Big Data e l’apprendimento approfondito nella città, a Tokyo.

Insieme con Dentsu, Smart Insight Corporation e QCT Japan, e grazie al supporto di Intel Japan, l’iniziativa condurrà, nella sua prima fase, analisi di deep learning sugli schemi e sui volumi di traffico, ed effettuerà il riconoscimento automatico dei veicoli per elaborare annunci mirati tramite insegne digitali su strada.

Guidato da Cloudian, e utilizzando l’apprendimento approfondito e le funzionalità di deposito intelligente di HyperStore, il progetto si concentrerà sul riconoscimento del veicolo e sulla possibilità di presentare annunci rilevanti per modello e fabbricazione. La fase di prova terminerà, per poi avviare un utilizzo pratico, entro i prossimi sei-dodici mesi, le attività avranno inizio a Tokyo e si espanderanno poi nel resto del Giappone.

“Questo diventerà il primo sistema pubblicitario stradale attivato dall’apprendimento approfondito con targeting specifico per veicolo in tempo reale. Un grande risultato del progetto è dimostrare l’applicazione degli algoritmi che utilizzano i sofisticati meta dati di HyperStore al fine di attuare il riconoscimento e le classificazioni in tempo reale. Big data che altrimenti sarebbero rimasti stagnanti, possono essere automaticamente trasformati in dati intelligenti, possono essere fornite analisi altamente efficienti”, ha dichiarato Machel Tso, Ceo e Cofondatore Cloudian.

Cloudian ha avviato il progetto fornendo il software HyperStore, con un elevato volume di dati sulle auto, immagini e video sui modelli. Queste informazioni sono classificate utilizzando le funzionalità di immagazzinamento di dati intelligenti di HyperStore e saranno testate per identificare accuratamente le vetture sulle strade della capitale giapponese.

Come parte dell’esperimento, HyperStore registrerà anche dati in tempo reale relativi al volume di traffico nelle varie ore del giorno, i quali possono essere poi resi disponibili a istituzioni pubbliche come il Ministero della Terra, delle Infrastrutture e del Turismo, municipalità locali in Giappone e ad imprese affinché possano pianificare localmente le loro vendite.

“All’interno di un modo pubblicitario sempre più veloce, dove i consumatori si aspettano esperienze su misura e solo messaggi rilevanti, siamo entusiasti di lavorare con Cloudian e QCT guidare un approccio pubblicitario innovativo e altamente mirato”, ha detto Ichiro T. Jinnai, Director Out Of Home Media Service Division di Dentsu.

Obiettivo del progetto è applicare il riconoscimento automatico del veicolo per generare annunci display mirati basati sul modello; per esempio, un prodotto ecosostenibile potrebbe essere mostrato ai guidatori di veicoli ibridi o elettrici.

In questa fase dell’esperimento, saranno utilizzati grandi pannelli LED. A tutela della privacy dei consumatori, il sistema non rileva o immagazzina informazioni relative all’identificazione del veicolo, incluse le targhe.