Main partner:

Jobs

Tv online: PubMatic porta l’header bidding negli intervalli pubblicitari con OpenWrap OTT

PubMatic firma una nuova soluzione nel campo della pubblicità all’interno della tv online: l’azienda specializzata in tecnologia per l’advertising digitale ha annunciato il lancio di OpenWrap OTT, una soluzione di header bidding pensata per la tv online, in grado di gestire in modo integrato il 100% della domanda diretta e programmatica, preservando un’esperienza di visione senza interruzioni.

La soluzione nasce dalla lunga esperienza di PubMatic nel campo dell’header bidding. OpenWrap OTT, basato su Prebid Server, aiuta sia gli editori che gli inserzionisti a realizzare il pieno potenziale economico del programmatic, ottimizzando la monetizzazione e l’esperienza degli spettatori in tutto l’intervallo (“pod”) pubblicitario.

Clienti come Kidoodle.TV, Limpid, Glewed TV, Interpublic Group (IPG) e MediaMath hanno già scelto di affidarsi a OpenWrap OTT. I primi dati sulle performance, scrive Pubmatic in una nota, mostrano un incremento nei tassi di fill sei volte superiori rispetto alle integrazioni dei tag.

“Siamo entusiasti del controllo, scalabilità e insight aggiuntivi di cui beneficiamo grazie a OpenWrap OTT di PubMatic”, dichiara Jean Fitzpatrick, vice president, marketplace solutions di Kinesso, la unit di media e marketing technology di Interpublic Group. “Caratteristiche come l’accesso in prima visione all’inventario OTT sia nell’open market che nei marketplace privati, i nuovi controlli dei pod pubblicitari e la flessibilità delle transazioni altamente scalabili contribuiranno a stimolare maggiore interesse da parte dei buyer nell’OTT nel breve termine”.

OpenWrap OTT include il pieno supporto per connected TV (CTV), dispositivi mobili e desktop così come implementazioni quali la Server-Side Ad Insertion (SSAI) spesso utilizzate dagli editori di video premium e fondamentali per offrire agli spettatori una vera esperienza televisiva. Questa tecnologia è particolarmente preziosa per l’emergente mercato pubblicitario OTT in quanto elimina molte dinamiche di acquisto televisivo tradizionali e persino delle aste programmatiche “tradizionali”.

Prima soluzione di header bidding OTT su larga scala basata su Prebid, OpenWrap OTT sostituisce il tipico modello di asta “a cascata” per aumentare la concorrenza tra i buyer e favorire una monetizzazione incrementale, risolvendo al tempo stesso anche sfide tipiche dei pod pubblicitari quali il capping di frequenza, le esclusioni competitive e le pubblicità back-to-back.

Con OpenWrap OTT, gli utenti beneficiano di un’esperienza di visione OTT simile a quella televisiva, poiché l’integrazione server side riduce la latenza, i timeout, i tempi di caricamento degli annunci e il buffering, oltre a eliminare le pubblicità ripetitive.

“La priorità assoluta per editori ed inserzionisti è offrire un’esperienza televisiva di livello. OpenWrap OTT è pensata in primis per gli spettatori, fattore che a sua volta favorisce gli obiettivi di business dei nostri clienti”, afferma Jonas Olsen, VP Video di PubMatic. “Basata su Prebid, la nostra soluzione indipendente offre programmatic advertising di prossima generazione per i canali OTT e CTV in rapida crescita”.

L’estensione della tecnologia OpenWrap all’inventario OTT e CTV è l’ultima innovazione di PubMatic in ordine di tempo. Con oltre dieci anni di monetizzazione omnicanale, all’inizio di quest’anno l’azienda, che nel nostro Paese è guidata da Cristian Coccia, Regional Vice President, Southern Europe e MENA di PubMatic, ha anche annunciato OpenWrap SDK, la tecnologia di header bidding leader basata su Prebid per le applicazioni mobile.

FreeWheel e Adform estendono all’Europa la partnership nel video advertising premium

Novità nel campo della pubblicità video online in ambienti “premium”: FreeWheel e Adform hanno infatti annunciato l’estensione al vecchio continente della partnership finalizzata a semplificare l’acquisto di campagne di campagne video in programmatic, con particolare attenzione per ambienti come tv connesse, advanced tv e OTT.

L’accordo, già attivo negli Stati Uniti, prevede un utilizzo congiunto dei software delle due società per semplificare il programmatic buying e rendere più agili i processi. “Gli investimenti nell’automazione dei media che abbiamo realizzato negli USA si sono rivelati un grande successo ed è più che naturale replicare il medesimo approccio nel mercato europeo”, ha detto Justin Beere, VP, DSP Partnerships di FreeWheel.

Dall’unione dell’esperienza delle due aziende nasce un’offerta personalizzata sul fronte demand (DSP), grazie all’integrazione dell’inventory Advanced TV e TV connessa (CTV) di FreeWheel (che fa parte del gruppo Comcast) con la DSP multicanale di Adform. Attraverso una gestione congiunta degli acquisti che tiene conto degli interessi dei publisher e dei buyer, il sistema offre ad agenzie e inserzionisti una soluzione affidabile e consolidata in grado di garantire risultati qualitativi di branding e performance.

Forti di un’esperienza congiunta di più di 20 anni nel video advertising, FreeWheel e Adform presenteranno anche un programma di formazione, con workshop e webinar, per supportare inserzionisti, agenzie e contribuire ad approfondire le loro competenze nell’ambito del video programmatic buying.

“Il video continua a registrare tassi di crescita elevati, attrae gli investimenti dei brand, perché è molto apprezzato dai consumatori, su tutti i canali. Grazie alla connected tv le opportunità diventano ancora più interessanti ed è per questo motivo che è importante intensificare gli investimenti in formazione e gestione dei progetti, in modo da poter contare su un’esecuzione corretta delle campagne per centrare gli obiettivi”, sottolinea Filippo Gramigna, VP Global Commercial Partnerships di Adform.

Nei prossimi mesi la partnership vedrà un ulteriore sviluppo per offrire agli advertiser opportunità di transazioni programmatic garantite.

Video inventory di qualità e deal diretti: sono queste le richieste che riceviamo dai clienti che puntano sul video come leva di comunicazione. L’accordo con Freewheel ci permette di rispondere a questa domanda con una proposta di audience personalizzate su inventory video tradizionali e CTV. In particolare la tv connessa suscita grande interesse e curiosità in questo momento e l’integrazione dell’inventory Advanced TV di Freewheel con la DSP multicanale di Adform permetterà di offrire soluzioni di video buying d’avanguardia”, commenta Davide Corcione, Country Manager di Adform Italia.

Conclude Davide Fiorentini, Responsabile Commerciale Freewheel Media Italy: “Le tecnologie best-in-class e l’expertise locale dei due team mettono a disposizione un sistema di compravendita degli spazi video altamente automatizzato in ogni fase della transazione, dalla selezione della migliore inventory alla negoziazione di tutte le condizioni di erogazione”.

Per quanto riguarda le inventory accessibili in Italia, spiega Fiorentini a Programmatic Italia, “la novità principale è la disponibilità di inventory connected tv su TV LG e Samsung grazie agli accordi internazionali con Xumo e Funke. Per il VOD su Web, mobile e in-app facciamo affidamento sulle nostre partnership consolidate con Mediamond e Discovery Network International, mentre per il digital video è possibile accedere alla quasi totalità dell’audience italiana attraverso la tecnologia SSP proprietaria”.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial