Main partner:

Jobs

Taboola acquisisce ConvertMedia: offrirà pubblicità video native in-feed

Taboola ha annunciato di aver acquisito ConvertMedia, fornitore di pubblicità video nativa in-feed. I termini finanziari dell’accordo non sono stati resi pubblici. Secondo quanto dichiarato dalla piattaforma di scoperta di contenuti, ConvertMedia registra ricavi annuali per 50 milioni di dollari.

Taboola integrerà la tecnologia di ConvertMedia con i suoi dati e il suo motore di personalizzazione. Secondo Adam Singolda, Ceo e fondatore della piattaforma, la società combinata sarà in grado di generare più di un miliardo di flussi video giornalieri. L’obiettivo è aiutare gli editori a garantire esperienze rilevanti e viewable ai giusti consumatori nel momento appropriato, oltre a monetizzare dal loro inventario video.

L’acquisizione consente a Taboola di completare la propria offerta video e offrire agli editori opzioni di personalizzazione, conferendo loro maggiore controllo sull’erogazione e sui relativi punti di prezzo. “Fino ad ora, Taboola ha lavorato con aziende media in tutto il mondo per inviare pubblico alle loro stesse pagine web. Ora stiamo permettendo ai marketer di vendere video all’interno dei feed; così, invece di reindirizzare altrove gli utenti, questi guarderanno il contenuto in quella stessa pagina. Stiamo consentendo agli inserzionisti di inviare video su tutti i siti dei nostri editori”, ha spiegato Singolda.

Taboola la grande ambizione di diventare una delle prime cinque aziende tecnologiche operative nel video. “Grazie alla nostra scala esistente, abbiamo la possibilità di raggiungere questo obiettivo. Forniamo già 14 miliardi di raccomandazioni al giorno. È possibile raggiungere scala video per marketer ed editori sul web aperto, e non nei giardini murati”, ha concluso il Ceo.

ConvertMedia, pioggia di accordi sulla pubblicità video outstream

ConvertMedia, la supply-side platform outstream, ha stipulato degli accordi con numerose DSP e aziende attive nella compravendita automatizzata di spazi pubblicitari. Le operazioni offriranno l’accesso al portafoglio video outstream dell’azienda, che include più di dieci formati pubblicitari per desktop e mobile. Eyeview, Gamut, Giant Media, Index Exchange, PubMatic, Pulsepoint, Rubicon Project, StackAdapt, SundaySky, TubeMogul e Videology sono i nuovi partner.

“Poiché il dialogo tra editori, consumatori e inserzionisti sta cambiando, a causa dell’affollamento pubblicitario e dei filtri anti annunci, pensiamo che il video outstream sia un formato creativo di impatto che migliorerà l’esperienza utente”, ha dichiarato a MediaPost Chris Scott, Chief Revenue Officer di ConvertMedia Officer, “Vogliamo porre il controllo nelle mani degli editori e fornire loro una piattaforma dove possano scegliere tra 15 differenti tipi di unità outstream e parametri diversi, inclusi viewability, “saltabilità” e controlli audio”.

“Come SSP, il nostro focus primario è fornire strumenti di gestione e scelta per i nostri clienti editori atti a massimizzare il ROI oltre ad un’esperienza utente ottimale”, ha aggiunto Yoav Naveh, Ceo and Co-fondatore di ConvertMedia, “Poiché i video oustream guadagnano più attrazione nel mercato, ConvertMedia punta ad offrire ai propri partner un accesso senza interruzioni all’inventory video viewable”.