Main partner:

Jobs

Iab Europe annuncia il Consent Management Platform Validator

Iab Europe ha annunciato lo sviluppo di Consent Management Platform (CMP) Validator, uno strumento in grado di valutare se il codice di una CMP è conforme alle specifiche tecniche e ai protocolli presenti nel Transparency & Consent Framework dell’associazione.

Sviluppato da The Media Trust, CMP Validator supporta le CMP registrate all’interno del Framework. Attualmente in fase beta, la soluzione sarà disponibile dal primo ottobre. Oggi, si legge nella nota di IAB, oltre 150 piattaforme di gestione del consenso sono registrate nel Framework e appartengono a due categorie: quelle erogate da fornitori tecnologici a molteplici testate online e quelle sviluppate internamente dagli editori stessi.

CMP Validator usa la piattaforma di The Media Trust per comparare il codice della CMP di turno con i requisiti tecnici del Framework, disponibili pubblicamente. Gli utilizzatori dello strumento possono testare il loro codice e ricevere responsi in tempo reale su eventuali falle. In questo modo, sono in grado di appurare se le loro CMP stia funzionando correttamente.

GDPR, Evolution ADV rilascia una Consent Management Platform

Evolution ADV ha annunciato il rilascio della sua Consent Management Platform compatibile con il framework IAB e disponibile gratuitamente per tutti gli editori che ne faranno richiesta.

“Abbiamo lavorato a lungo e con aggiornamenti quotidiani per mettere a punto una soluzione che rispettasse, da una parte, le specifiche tecniche richieste dalle varie SSP e definite dallo standard IAB e, dall’altra, minimizzasse gli impatti negativi dati dalla presenza di un ulteriore script in pagina, latenze dovute al blocco preventivo dei cookie e procedura di accettazione da parte degli utenti”, ha dichiarato Dimitri Stagnitto, Head of Programmatic della società, “Nei primi giorni in cui la GDPR è entrata in vigore abbiamo testato la soluzione su diversi editori affinandola fino a ottenere performance globali molto vicine al periodo pre-GDPR”. La soluzione è già presente su diversi siti del network della società, tra cui Investireoggi.it, Money.it, Informazionefiscale.it, Affarimiei.biz, Euribor.it.

L’accettazione sarà valida a livello network, quindi ogni editore beneficerà dell’accettazione degli utenti sugli altri siti che ospitano la soluzione fornita da Evolution ADV. Un altro vantaggio della CMP è che si integra nel setup globale che include Header Bidding e Optiload, non è quindi richiesto nessun intervento da parte dell’editore per abilitare la CMP.

“Continueremo a seguire le evoluzioni del mercato e ad aggiornare la CMP offerta ai clienti nel corso delle prossime settimane. Lo scenario è infatti in continua evoluzione e sarà necessario monitorare la situazione fino al momento in cui tutto il mercato sarà allineato su uno standard condiviso. Ci troviamo infatti in una fase transitoria di attuazione che potrebbe protrarsi fino alla fine dell’estate prima che tutta la filiera del programmatic sia conforme al 100% GDPR”, ha concluso Luca Brognara, CIO di Evolution ADV.