Main partner:

Jobs

Artefact vince la gara BNL per i servizi di consulenza Data&Analytics

BNL ha scelto Artefact come nuova agenzia per le attività Analytics relative alle property BNL e Hellobank.

La collaborazione nasce in seguito alla vittoria di Artefact di un’apposita gara, ed ha come focus l’analisi, l’ottimizzazione e il mantenimento degli strumenti di Analytics e della DMP al fine di perfezionare le attività di data collection e la conoscenza dei trend di navigazione e interazione degli utenti con i touch point digitali dei domini BNL.it e Hellobank.it.

In particolare sono tre i principali ambiti della consulenza Artefact nel progetto Analytics di BNL:

●      Data collection e Data Analysis: definiti i business goals e KPI per ciascuna property online e in-app e condotta una prima fase di audit, Artefact supporterà BNL nell’impostare una corretta metodologia per la data collection e la data analysis. L’obiettivo è la comprensione del percorso completo di navigazione degli utenti attraverso l’impostazione di un monitoraggio user-centric e multipiattaforma delle interazioni con le risorse digitali BNL e Hellobank.

●      Ambiente di Analisi e Ottimizzazione: la corretta visualizzazione dei dati, ad esempio attraverso l’impostazione di rapporti personalizzati e la definizione di dashboard multicanale faciliterà l’analisi dei dati di traffico e consentirà a BNL di ricostruire e individuare eventuali ostacoli nel processo di conversione, validare l’efficacia dei contenuti, delle call to action e della user experience tout court.

●      Customer insight e nuove casistiche d’uso: l’analisi dei dati della DMP Hellobank.it mirerà a ottenere insights sul ciclo di vita dell’utente e a creare e lanciare nuovi casi d’uso in grado di generare un impatto di breve o lungo termine sugli obiettivi di business e gli investimenti media.

«Siamo molto soddisfatti della nuova collaborazione con BNL – commenta Debora Casalaspro, Country Manager Artefact Italy -. Questo progetto è il segno del buon esito del lavoro condotto dal nostro gruppo nel porre l’analisi dei dati al centro dell’offerta di consulenza strategica nel campo del marketing digitale. In qualità di partner, il nostro focus è incentrato sugli obiettivi di business di BNL che con noi condivide l’approccio ai Data Analytics come fattore abilitante per le proprie strategie digitali».

«Abbiamo scelto Artefact per continuare a crescere sul mondo digitale rinnovando gli stimoli ed il confronto con un partner di eccellenza – aggiunge Matteo Coppari, Head of Digital Marketing and Sales BNL -. Siamo rimasti molto colpiti dalla loro proposta, organizzazione ed esperienza maturata presso multinazionali complesse come la nostra realtà».

Xaxis al Programmatic Day. Loi: «Senza i dati il programmatic non è nulla»

Per ogni azienda che investe in pubblicità, il Dato è la discriminante per raggiungere il proprio cliente o il proprio prospect. Da qui parte l’intervento di Giovanna Loi, Responsabile di Xaxis, la Programmatic Media & Technology company parte di GroupM, al Programmatic Day.

«Il programmatic non può più essere considerata un’opzione e per diverse ragioni», spiega la manager dal palco. «Il programmatic consente di utilizzare i dati disponibili sull’utenza per personalizzare l’offerta dei brand e per programmare e ottimizzare le campagne pubblicitarie sulle esigenze del singolo utente».

I dati in effetti sono il fulcro del processo programmatico: «Il programmatic senza i dati non è nulla», afferma Loi. Ma la gestione di questi deve necessariamente passare per una tecnologia capace di processarli. E quella che in Xaxis è la tecnologia deputata a questo è Turbine, la Data Management Platform proprietaria «che ci consente di utilizzare fonti dati diverse per raffinare i criteri di targeting». Attraverso Turbine, Xaxis è in grado non solo di identificare la “small population” meglio definiti come Fact Data, cioè quella piccola parte di dati relativa a un utenza realmente vicina al brand, ma di allargare questa base identificando profili simili attraverso l’analisi completa di un panel qualificato.

«I Fact Data sono dunque estremamente importanti», precisa Loi. «Identificarli è fondamentale. E per farlo possono essere usate anche delle Survey, come nel caso dei Light TV Viewers, o delle ricerche, come quella proprietaria di GroupM, Live Panel che indaga il consumatore dal punto di vista di profilo socio-demografico, attitudinale e comportamentale. Le informazioni così sono quindi utilizzabili per campagne con obiettivi di Awereness e Acquisition». A giugno 2015 Xaxis ha inoltre lanciato Light Reaction, la unit a performance di Xaxis, che ha utilizza Turbine «per portare i consumatori trovati da Xaxis nella parte bassa del funnel affinché possa determinarsi la conversione».

Per esemplificare al meglio la forza e la portata degli strumenti messi campo da Xaxis a vantaggio dei clienti delle agenzie media del Gruppo, sul palco con Giovanna Loi è salito Luigi Maccallini, Retail Communication Manager di BNL gruppo BNP Paribas, che ha illustrato il lavoro fatto per il brand Hello Bank!, prima banca 100% digitale d’Europa, che lavora con Mindshare (parte di GroupM) sul fronte media.

«L’attività con Xaxis è iniziata a gennaio 2014», spiega il manager, esprimendo grande soddisfazione. «Già dal primo anno il CR di Xaxis è risultato moltiplicato per 4 rispetto ad altri player che usano tecnologia programmatic, mentre il CPA è stato di -55% rispetto alla media del piano».

Nel 2015, poi, il Gruppo bancario ha scelto Xaxis come costante fissa per l’attività in Programmatic, al quale dedica il 16% del budget digital. Tra i risultati ottenuti, raddoppio del CTR rispetto all’anno precedente, con risultati moltiplicati per 3 rispetto ad altri player programmatic.