Main partner:

Jobs

The Moneytizer apre le porte dell’header bidding ai piccoli e medi siti web

Permettere ai moltissimi piccoli e medi siti web di poter beneficiare di un’ampia offerta di inserzionisti e formati publicitari normalmente a loro inaccessibili. E’ questa la promessa di The Moneytizer, startup specializzata nella monetizzazione delle property digitali che si propone di democratizzare l’accesso al complesso mondo della pubblicità su internet.

The Moneytizer semplifica il processo di compravendita programmatica della pubblicità attraverso una piattaforma semplice ed intuitiva, gratuita e senza impegno, con la quale è possibile gestire le relazioni commerciali tra gli inserzionisti e gli editori ed offrire ai proprietari di un sito un modo per iniziare a guadagnare denaro con le loro visite o ottimizzare i ricavi commerciali.

In particolare, The Moneytizer ha sviluppato un algoritmo innovativo basato su tecnologia header bidding che mette in competizione in un’asta tutti i suoi partner per ogni spazio pubblicitario disponibile sul sito internet. Il sistema riconosce in tempo reale l’offerta del partner che propone il miglior prezzo e gli attribuisce il diritto di diffondere la propria pubblicità sulla pagina in questione. Grazie a questa tecnologia, l’editore del sito web beneficia così sempre del miglior CPM (costo per mille impression) per ogni formato, ed ha la garanzia che i propri spazi pubblicitari siano sempre utilizzati, senza interruzioni.

Un modello vincente, come ci spiega Augustin Ory, CEO e fondatore di The Moneytizer: «In meno di tre anni The Moneytizer è riuscita ad imporsi. Oggi siamo diventati uno dei principali attori dell’adtech globale, con più di 10.000 siti registrati. I nostri contatti con i principali attori mondiali nella pubblicità ci consentono di offrire una monetizzazione ottimale e una copertura globale».

Creata nel 2014 da due esperti di pubblicità online e programmazione, The Moneytizer è in constante crescita, così come il suo network di partner: la società ha siglato collaborazioni con le più grandi reti pubblicitarie globali (più di 40 partner per tutti i formati) per offrire agli spazi migliaia di inserzionisti ogni giorno. Attualmente la società ha due sedi: Parigi e New York, ma possiede team inglesi, spagnoli, francesi, italiani, tedeschi, portoghesi e brasiliani con i quali amministra e gestisce audience e siti in maniera globale.

Le più lette