Main partner:

Jobs

Banzai verso la Borsa: focus su sviluppo ulteriore di tecnologia e gestione dei Dati

Mettere a fattore comune e trovare possibili sinergie tra la divisione e-commerce e quella editoriale, attraverso uno sviluppo ulteriore della tecnologia e l’utilizzo combinato dei dati. Sarà questo il fronte più caldo che impegnerà Banzai nel prossimo futuro, quando probabilmente non si posizionerà solo tra le internet company italiane di maggior successo, ma anche come società quotata sul Mercato Telematico Azionario, segmento STAR, organizzato e gestito da Borsa Italiana.

Paolo_Ainio-Banzai
Paolo Ainio

A confermarlo è proprio il fondatore di Banzai, Paolo Ainio, nel corso della conferenza stampa che ieri ha ufficializzato la pubblicazione del Prospetto Informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni delle azioni del Gruppo, che potrebbe effettivamente sbarcare in Borsa il 16 febbraio, sempre che il Collocamento Istituzionale delle 16 milioni di azioni rese disponibile per la sottoscrizione porti ai risultati sperati nel periodo compreso tra il 2 e l’11 febbraio (leggi tutti i dettagli dell’operazione su Engage.it).

Risultati che sono riconducibili alla raccolta degli almeno 50 milioni di euro, che la società conta di totalizzare con il Collocamento Primario (in cui si proporranno in sottoscrizione la metà del numero della azioni previste tramite Aumento di Capitale).

Andrea-Santagata-Banzai-Media
Andrea Santagata

Importanti sembrano i progetti dedicati alla divisione e-commerce e ai propri sistemi logistici, mentre sulla parte media non sembra che siano in programma ulteriori acquisizioni, anche se, Andrea Santagata, amministratore delegato di Banzai Media, ha specificato: «Non è previsto un utilizzo dei fondi in questo senso, anche se questo non vuol dire che escluderemo progetti interessanti che possano rafforzare il nostro presidio nelle aree Donna, News, Tech e Mobile, Giovani e Cucina».

Non solo questa fetta del business, però, potrebbe beneficiare della gestione dati. Entrambe le anime di Banzai con un processo più efficiente dei dati derivanti dagli utenti registrati a SaldiPrivati o a ePrice, o dai lettori di PianetaMamma, GialloZafferano, Studenti.it, e così via: «Ne trarranno giovamento, da un lato perché saremo in grado di personalizzare maggiormente l’offerta, dall’altro perché potremmo proporre agli inserzionisti target precisi nel complesso dei 18,2 milioni di visitatori unici su base mensile che contano tutti i nostri siti, forti anche sul fronte video (8 milioni di video views nel mese, ndr), social (6 milioni di fan attivi sui tanti profili delle properties di Banzai, ndr) e mobile (le app rilasciate dal Gruppo nell’ultimo triennio si attestano su circa 6 milioni di download, per una media di 150 mila download al mese secondo dati ComScore, ndr)», ha dichiarato ancora Santagata a margine della conferenza.