Main partner:

Jobs

Chatbot all’interno di campagne display: al lavoro una startup di Google

La nuova frontiera della pubblicità digitale? E’ l’annuncio “conversazionale”. E tra le società che lo stanno facendo diventare realtà c’è anche una startup incubata da Google. Si chiama AdLingo ed ha sviluppato una piattaforma che mette a disposizione dei brand un framework di annuncio display in cui posizionare campagne conversazionali, ossia contenenti un chatbot.

In particolare, la soluzione consente di far comportare un annuncio display come un’app di messaggistica. “Attraverso AdLingo, gli inserzionisti potranno posizionare i loro assistenti chatbot all’interno di spazi display interattivi, e raggiungere i loro target in maniera scalabile”, spiega la società in una nota.

AdLingo non sviluppa i chatbot, piuttosto integra strumenti di altre società specializzate, come Dialogue Flow, Microsoftbot Framework, LiveEngage, Blip, Valassis Digital e LivePerson per poi distribuire tali “esperienze conversazionali” in rete.

Gli annunci di AdLingo vengono erogati in maniera programmatica attraverso l’ad network di Google e, come succede con molti annunci display, il loro pagamento è su base CPM. Qualora, oltre la semplice visualizzazione dell’annuncio, avvenga un’effettiva “conversazione” tra utente e brand attraverso la campagna, all’inserzionista non verranno addebitati ulteriori costi.