Main partner:

Jobs

Programmatic Day “re-live”: Peace of (programmatic) mind

Peace of (programmatic) mind”: con uno speech così intitolato, il Country Manager per l’Italia di Adform, Davide Corcione, ha illustrato all’audience del Programmatic Day 2020 il ruolo del programmatic advertising all’interno dello scenario attuale del digital advertising. Importante tema affrontato, anche quello dell’Hyper Local Programmatic, novità recentemente annunciata dalla società, realizzata in partnership con la società olandese Adcombi.

Toccando nella sua analisi alcune delle caratteristiche del digitale, Corcione ha dimostrato come il programmatic in generale, e la piattaforma Adform in particolare, possano dare ad aziende e agenzie delle risposte efficaci per gestire operazioni complesse con la giusta “peace of mind”.

Il tutto grazie a soluzioni sempre più flessibili e semplici da implementare, come le due novità presentate nel corso dell’intervento: Universal Skin, che consente ai clienti di erogare facilmente campagne con il formato skin a prescindere dalle specifiche utilizzate dai vari siti web, e, appunto, Hyper Local Programmatic.

Quest’ultima soluzione è stata illustrata nel dettaglio al pubblico del Programmatic Day da Ward America, International Key Account Manager della società olandese, in collegamento da Amsterdam.

Di seguito, il video completo:

Digital Angels rafforza la partnership con Adform

Prosegue e si rafforza la partnership tra Digital Angels, digital agency romana, ed Adform, azienda ad-tech che collabora con agenzie media, trading desk, brand ed editori a livello globale, conosciuta per la piattaforma full-stack IAP, integrated advertising platform.

Digital Angels è tra le prime agenzie italiane ad aver conseguito la certificazione della nuova Adform Academy, il programma individuale che permette ai dipendenti delle aziende di acquisire forti competenze ed abilità su tutte le funzionalità della full stack platform di Adform. Digital Angels ha ottenuto già tre certificazioni su entrambi i percorsi formativi disponibili: DSP Fundamentals Path e Ad Serving Fundamentals Path. Tali certificazioni sono tra le più tecniche e difficili del settore, per via dell’alta complessità e varietà delle competenze richieste, spiega la nota stampa.

La partnership tra Digital Angels e Adform si inserisce in un percorso di collaborazione e di crescita che prevede corsi di formazione ed assistenza, offerte dedicate, eventi di networking e l’accesso a beta di prodotto riservate. La collaborazione include inoltre attività congiunte come il recente Webinar “Fly higher with Adform” sulle potenzialità del programmatic nella fase post-Covid.

Digital Angels ha pianificato numerose campagne in programmatic e real time bidding ed ha organizzato un ciclo di formazione specifico sul Programmatic – The Flying Sessions – mirato a spiegare le funzionalità di questo strumento, le potenzialità della piattaforma Adform ed a fornire consigli pratici su come utilizzarla.

“Digital Angels rappresenta per Adform un partner importante competente e professionale: siamo, quindi, entusiasti di averli avuti tra i primi partecipanti della nostra nuova Adform Academy. La formazione è un vantaggio competitivo che Digital Angels ha sempre privilegiato: conoscere in modo approfondito le funzionalità della nostra piattaforma permetterà di amplificare i risultati finora ottenuti insieme” afferma Davide Corcione, Country Manager Adform.

“Abbiamo investito tanto in formazione, competenze e risorse e siamo davvero felici di questa collaborazione e dei risultati ottenuti partecipando alla Adform Academy: crediamo che dia il giusto valore alla nostra crescita e ci aiuti a distinguerci nel settore, in quanto capaci di fornire questo servizio ad un livello superiore di complessità e cura nel dettaglio. Sono davvero poche le agenzie in grado di pianificare in programmatic internamente, ancora meno quelle che riescono a farlo ad un livello avanzato. La competenza e l’attenzione con le quali pianifichiamo e implementiamo le nostre strategie in programmatic si traducono in un reale valore aggiunto per i nostri clienti”, commenta Piermario Tedeschi, Founder & Managing Director di Digital Angels.

Lo.Li. Pharma punta ancora sulla strategia programmatica di Digital Angels per Zyxelle e Zyxelle Plus

Per il secondo anno consecutivo Digital Angels è al fianco di Lo.Li. Pharma, per la campagna di comunicazione di Zyxelle e Zyxelle Plus.

Forte degli ottimi risultati raggiunti nel 2019 con le campagne su programmatic e Google Ads (ne abbiamo parlato qui), la società leader nella commercializzazione di dispositivi medici e complementi alimentari, ha deciso di affidare nuovamente a Digital Angels la gestione delle campagne adv per i suoi prodotti femminili over e under 30.
Il team DAs ha lavorato ad una strategia 2020 sfruttando e potenziando i risultati delle precedenti campagne. Nello specifico, per promuovere le linee Zyxelle e Zyxelle Plus, nella parte alta del funnel sono state pianificate campagne in programmatic e YouTube.

Gli ottimi feedback ottenuti da una Brand Lift Study fatta a settembre scorso e la view rate molto alta, hanno portato Digital Angels a programmare per Youtube due flight sui target “best performer”.

Per la parte di programmatic sono state avviate campagne integrate di prospecting e retargeting, così da sfruttare diverse audience e raggiungere unicamente un target di donne interessate al mondo della salute, della bellezza, del fitness e all’utilizzo di integratori.

Digital Angels ha inoltre implementato le campagne SEM su Google per coprire la parte bassa del funnel con keyword sia di prodotto ma anche più generiche relative alla contraccezione e alle sue problematiche.

La flessibilità alla base della strategia

Nel piano iniziale era previsto inoltre anche un primo investimento, a maggio 2020, in DOOH (Digital Out of Home). Digital Angels ha supportato e consigliato Lo.Li Pharma nella decisione di sospendere momentaneamente l’attività adv su questo strumento, ritenuto poco efficace in questo periodo, a causa dell’attuale emergenza.

La strategia è stata quindi prontamente rivista, veicolando il messaggio “distanti ma vicine” con l’aiuto di nuove creatività ad hoc, sui network programmatic tramite Adform e Teads Ad Manager – la DSP di Teads – e sfruttando anche il formato InRead social, l’ultima innovazione rilasciata dal network premium e pianificata ancora da pochi (leggi di più qui).

“La flessibilità è alla base di qualunque strategia di marketing ben strutturata. Questo aspetto nevralgico si è manifestato in modo evidente proprio con la pandemia che ha investito tutti i settori e le industry del nostro paese in maniera trasversale. La collaborazione con Digital Angels ci ha permesso di ridefinire canali, obiettivi e messaggi di comunicazione in un momento di crisi collettiva”, spiega Patrizia Logoteta, Direttore Commerciale Lo.Li. Pharma.

“Siamo molto felici che Lo.Li Pharma abbia scelto di lavorare nuovamente con noi”, aggiunge poi Aurore Claverie, Account Manager DAs. “Questa rinnovata collaborazione ci permette di lavorare sugli ottimi risultati raggiunti lo scorso anno e puntare a nuovi obiettivi. Certo la crisi del Covid-19 ha cambiato le carte in gioco, ma la capacità di Lo.Li Pharma di adattare prontamente il piano media con un lavoro collaborativo di qualità porterà, ne sono certa, risultati consolidati a fine anno”.

FreeWheel e Adform estendono all’Europa la partnership nel video advertising premium

Novità nel campo della pubblicità video online in ambienti “premium”: FreeWheel e Adform hanno infatti annunciato l’estensione al vecchio continente della partnership finalizzata a semplificare l’acquisto di campagne di campagne video in programmatic, con particolare attenzione per ambienti come tv connesse, advanced tv e OTT.

L’accordo, già attivo negli Stati Uniti, prevede un utilizzo congiunto dei software delle due società per semplificare il programmatic buying e rendere più agili i processi. “Gli investimenti nell’automazione dei media che abbiamo realizzato negli USA si sono rivelati un grande successo ed è più che naturale replicare il medesimo approccio nel mercato europeo”, ha detto Justin Beere, VP, DSP Partnerships di FreeWheel.

Dall’unione dell’esperienza delle due aziende nasce un’offerta personalizzata sul fronte demand (DSP), grazie all’integrazione dell’inventory Advanced TV e TV connessa (CTV) di FreeWheel (che fa parte del gruppo Comcast) con la DSP multicanale di Adform. Attraverso una gestione congiunta degli acquisti che tiene conto degli interessi dei publisher e dei buyer, il sistema offre ad agenzie e inserzionisti una soluzione affidabile e consolidata in grado di garantire risultati qualitativi di branding e performance.

Forti di un’esperienza congiunta di più di 20 anni nel video advertising, FreeWheel e Adform presenteranno anche un programma di formazione, con workshop e webinar, per supportare inserzionisti, agenzie e contribuire ad approfondire le loro competenze nell’ambito del video programmatic buying.

“Il video continua a registrare tassi di crescita elevati, attrae gli investimenti dei brand, perché è molto apprezzato dai consumatori, su tutti i canali. Grazie alla connected tv le opportunità diventano ancora più interessanti ed è per questo motivo che è importante intensificare gli investimenti in formazione e gestione dei progetti, in modo da poter contare su un’esecuzione corretta delle campagne per centrare gli obiettivi”, sottolinea Filippo Gramigna, VP Global Commercial Partnerships di Adform.

Nei prossimi mesi la partnership vedrà un ulteriore sviluppo per offrire agli advertiser opportunità di transazioni programmatic garantite.

Video inventory di qualità e deal diretti: sono queste le richieste che riceviamo dai clienti che puntano sul video come leva di comunicazione. L’accordo con Freewheel ci permette di rispondere a questa domanda con una proposta di audience personalizzate su inventory video tradizionali e CTV. In particolare la tv connessa suscita grande interesse e curiosità in questo momento e l’integrazione dell’inventory Advanced TV di Freewheel con la DSP multicanale di Adform permetterà di offrire soluzioni di video buying d’avanguardia”, commenta Davide Corcione, Country Manager di Adform Italia.

Conclude Davide Fiorentini, Responsabile Commerciale Freewheel Media Italy: “Le tecnologie best-in-class e l’expertise locale dei due team mettono a disposizione un sistema di compravendita degli spazi video altamente automatizzato in ogni fase della transazione, dalla selezione della migliore inventory alla negoziazione di tutte le condizioni di erogazione”.

Per quanto riguarda le inventory accessibili in Italia, spiega Fiorentini a Programmatic Italia, “la novità principale è la disponibilità di inventory connected tv su TV LG e Samsung grazie agli accordi internazionali con Xumo e Funke. Per il VOD su Web, mobile e in-app facciamo affidamento sulle nostre partnership consolidate con Mediamond e Discovery Network International, mentre per il digital video è possibile accedere alla quasi totalità dell’audience italiana attraverso la tecnologia SSP proprietaria”.

Adform amplia la squadra con Loris Matha, nuovo Platform Solution Consultant

Nonostante il periodo complesso, Adform continua a rafforzare la propria presenza e le strategie per il mercato italiano con l’ingresso di un nuovo professionista nel team: si tratta di Loris Matha, nuovo Platform Solution Consultant della società.

Nel curriculum di Loris ci sono incarichi professionali nazionali e internazionali. In particolare, prima di approdare in Adform, ha lavorato cinque anni in Rubicon Project come Account Manager, prima negli uffici londinesi e poi in quelli milanesi.

Le sue esperienze estere non riguardano soltanto l’Europa, Matha ha trascorso oltre tre anni in Cina. Arrivato in Asia a cavallo tra il 2009 e il 2010 per un programma semestrale di scambio culturale tra l’Università degli Studi di Padova e la Guangzhou University, nel 2010 svolge poi un tirocinio di quattro mesi in Et-gate, società di servizi per il commercio internazionale e lo sviluppo con sede a Pechino.

Tornato in Italia, a Padova, si laurea in Economia all’Università degli Studi della sua città, per ripartire nel 2013 alla volta del continente asiatico e lavorare, per oltre due anni, come Account manager alla sede di Pechino della finanziaria specializzata nel campo del wealth management, Premium Finance Group. Nel frattempo, Loris Matha ha approfondito altre sue due passioni: le lingue e le tecnologie. Ha conseguito la certificazione CertTESOL al Trinity College di Londra, oltre a quelle Display & Video 360 Certification e Drive Advertising Revenue with Google Ad Manager. Entrato in Adform ha conseguito immediatamente le certificazioni Ad Serving Fundamentals e DSP Fundamentals, il programma Adform rivolto a professionisti e clienti, lanciato nei mesi scorsi, che permette di conoscere e sfruttare tutte le potenzialità dell’offerta Adform in modalità agile e flessibile.

«Con i nuovi ingressi degli ultimi mesi, in Adform proseguiamo il programma di potenziamento del nostro team e di allargamento delle risorse per completare la squadra con tutti i profili fondamentali per raggiungere e superare i nostri obiettivi strategici per il mercato italiano – afferma Davide Corcione, Country Manager Adform -. Una sfida importante che stiamo portando avanti in un momento molto particolare per l’economia del Paese e per la vita privata di ognuno di noi. Nonostante le incognite e le fragilità che l’emergenza sanitaria impone da più di due mesi, siamo convinti che esperienze internazionali, flessibilità, organizzazione siano le caratteristiche su cui dobbiamo puntare sempre di più per supportare i clienti italiani che hanno scelto la nostra full stack IAP (Integrated Advertising Platform)».

Adform lancia il formato Universal Skin in programmatic

Come anticipato dal Country Manager Italia Davide Corcione in un’intervista rilasciata a Programmatic Italia la scorsa settimana (leggi qui), Adform – che nel 2020 celebra i suoi 18 anni di attività – lancia oggi Universal Skin, nuovo formato pubblicitario rich media in programmatic.

Ideato in Italia, Universal Skin è destinato a rivoluzionare l’universo di questi formati: prima del suo rilascio, infatti, lo sviluppo di una skin richiedeva un sostanziale sforzo tecnico, nonché una certificazione ad hoc per ciascun publisher o network. Di conseguenza, è sempre stato considerato un formato con un impatto rilevante sia sul tempo di progettazione, sia sull’impegno richiesto per ciascuna realizzazione.

Universal Skin, template per le skin basato su set di immagini con tag unico e universale, è diventato standard grazie a una serie di benefici che migliorano il troubleshooting: minor tempo di lavorazione per i brand inserzionisti e le loro agenzie, riduzione dei passaggi per la sua gestione e pubblicazione.

In pratica, la nuova soluzione di Adform introduce un nuovo modo di concepire i formati ad alto impatto: con un unico template, capace di riconoscere il sito di destinazione e di adattarsi alle specifiche del dominio, è possibile far girare lo stesso formato su molti siti web e network.

Adform Universal Skin funziona su entrambe le sue soluzioni AdServing e DSP. La novità gira in programmatic e in reservation come una skin standard e introduce una gestione semplificata per i trader, perché si basa su una soluzione a tag unico.

Costruito con il supporto del DCO di Adform, facilita lo sviluppo di rich media e rappresenta la base per costruire le skin animate. Skin che diventano scalabili attraverso la stack connessa di Adform.

I vantaggi per spender e publisher

L’impegno di Adform nell’innovare gli strumenti per la creatività, unito all’utilizzo della sua piattaforma integrata, permette ai clienti di costruire progetti creativi complessi e scalabili, mettendo a disposizione degli editori una soluzione tecnica più semplice per inserire questa tipologia di formati nel loro inventory premium.

Questo formato di grande impatto crea un coinvolgimento molto forte nei consumatori, grazie anche alla rilevanza di messaggi pubblicitari su misura.

Le sue tre componenti, o meglio, immagini (header, laterale destro e laterale sinistro) si modificano per adattarsi ai diversi layout e caratteristiche di ogni sito web, permettendo al formato di essere reattivo e di adattarsi ai diversi media.

Riassumendo, Universal Skin presenta questi plus:

  • Un unico formato per tutti gli editori, repository semplificato
  • Database con specifiche uniche
  • Un unico punto di controllo per la risoluzione dei problemi
  • Riduzione dei tempi di progettazione e di consegna
  • Allineato agli standard di mercato
  • Pronto per ulteriori sviluppi (DCO, formati animati, video)
  • Apre nuovi scenari di marketing per le aziende
  • CTR in linea con i benchmark di mercato, che si attestano sull’1%.

Disponibile da fine marzo 2020, Adform Universal Skin gira già sulle property di alcuni dei principali editori italiani. Adform è già pronta a renderlo disponibile sui domini di tutti i publisher italiani, che sono già stati certificati.

Chi ha sviluppato Universal Skin?

Universal Skin è il frutto delle competenze creative e di design di Daniela Forzinetti che, in Adform dal 2015 come Platform Solutions Consultant e Presales Consultant Western & Southern Europe, ha sviluppato un’approfondita esperienza e conoscenza di tutti i prodotti Adform: “Ogni giorno supporto agenzie creative, agenzie media ed editori, contribuendo a realizzare campagne pubblicitarie digitali allineate ai KPI, ma anche alle esigenze e ai valori di ciascun brand cliente. Ho pensato e sviluppato Adform Universal Skin per ridurre le complessità e amplificare la creatività: due esigenze che costantemente riscontro nel mio rapporto con i nostri clienti”.

davide-corcione-adform
Davide Corcione

“Siamo molto orgogliosi che un formato così duttile e semplice, pur garantendo l’attrattiva classica di un rich media, sia stato sviluppato in Italia”, dichiara Davide Corcione, Country Manager Adform. “Frutto delle specializzazioni di Daniela Forzinetti in Industrial & Product Design e Art Direction & Copywriting, è destinato a fare la storia del mercato. Inoltre, ci permette di evidenziare le caratteristiche creative e tecnologiche di Adform in un mondo in costante evoluzione e innovazione”.

Adform punta sulla piattaforma full-stack e prepara il lancio di un nuovo formato

Quest’anno Adform compie 18 anni e, alla luce degli importanti traguardi raggiunti con la sua piattaforma nel tempo, la società continua a innovare, puntando soprattutto sulla sua full stack Integrated Advertising Platform. Un’innovazione che passa sia dal team, con nuovi ingressi a livello locale, sia dal lancio di iniziative di formazione e dall’ampliamento della gamma di prodotti. Abbiamo chiesto al Country Manager Davide Corcione di raccontarci come sta procedendo il 2020 di Adform – un anno sicuramente “particolare” per il mercato con la pandemia da Covid-19 – e quali sono obiettivi che la società si è posta per rispondere alle esigenze dei clienti e continuare a crescere.

Davide, come sta procedendo questanno per Adform in Italia?

Possiamo dire che nonostante tutto siamo soddisfatti. Dal nostro osservatorio rileviamo un mercato che sta tenendo, anche se alcuni settori verticali sono in forte sofferenza. Stiamo registrando una buona performance della nostra DMP: è uno degli ultimi prodotti introdotti nella nostra offerta e sembra che il mercato lo stia apprezzando.

Quali obiettivi vi siete posti per il 2020?

«Abbiamo iniziato l’anno celebrando i 18 anni di attività di Adform e i traguardi raggiunti con la nostra piattaforma che si è costantemente rinnovata per rispondere alle continue nuove richieste del mercato. Questo nostro impegno è stato riconosciuto dal mercato e per ben due anni consecutivi (nel 2018 e nel 2019) siamo stati inseriti nella sezione “Leader” del report “Magic Quadrant for Ad Tech” di Gartner.

Per il 2020 ci siamo posti l’obiettivo di sviluppare la nostra full stack Integrated Advertising Platform (IAP) affiancando a questo processo di miglioramento alcune novità. Alcune sono già state annunciate e riguardano due nuovi ingressi nel nostro team locale e il lancio della nuova Adform Academy, il programma di formazione e certificazione individuale per i nostri clienti che offre due nuovi percorsi formativi: DSP Fundamentals Path e AdServing Fundamentals Path. Con il primo si forniscono conoscenze sui tool Adform per realizzare campagne programmatic di successo, scoprire le soluzioni per garantire la brand safety e, al contempo, mitigare gli effetti dell’ad fraud; con il secondo si permette di sviluppare le conoscenze fondamentali per dar vita a una gestione delle campagne più efficace ed efficiente».

Ci sono delle aree su cui punterete in particolar modo quest’anno a livello strategico?

«Il nostro obiettivo è quello di continuare a lavorare sia con brand sia con agenzie, come abbiamo fatto durante quest’ultimo anno. Sosteniamo i brand con i loro programmi in-house e lavoriamo con le agenzie che li supportano attraverso strumenti e soluzioni in grado di massimizzare i risultati dei loro clienti. Abbiamo visto un’adozione molto forte del nostro DCO Pro Product e ricevuto risposte favorevoli circa ODIN, AI, soprattutto grazie alle sue capacità di Dynamic CPM per formati come ad esempio il video».

Su cosa state lavorando attualmente? Avete nuovi progetti/soluzioni in cantiere?

«Continuiamo a seguire la nostra visione nella creazione di una piattaforma pubblicitaria integrata capace di unire flessibilità e apertura offrendo grandi vantaggi. Nello stesso tempo vogliamo continuare a innovare e in questi giorni presenteremo sul mercato un nuovo formato pubblicitario che introdurrà un significativo cambiamento e miglioramento per advertiser ed editori».

Adform, al via il nuovo programma di formazione Adform Academy

Per supportare i processi e il lavoro dei clienti, Adform mette a disposizione Adform Academy, il nuovo programma di formazione e certificazione individuale, gratuito, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ripensata totalmente, l’Academy sostituisce il programma GetCertified finora disponibile.

Le sessioni e il materiale presenti online permettono ai dipendenti delle aziende clienti di raggiungere una maggiore efficienza ed efficacia attraverso l’utilizzo delle soluzioni che compongono la full stack IAP – l’Integrated Advertising Platform di Adform.

Due i nuovi percorsi formativi disponibili: DSP Fundamentals Path e Ad Serving Fundamentals Path. Per ottenere la certificazione è necessario superare i diversi livelli di corsi. Ciascun corso può essere seguito individualmente, in base alle singole esigenze.

Ciascuna video-lezione è stand-alone e mette a disposizione un programma articolato che può essere seguito comodamente e suddiviso in base alle esigenze del singolo partecipante. Una volta completato il Path e superate tutte le verifiche, si riceve un attestato in formato PDF che può essere condiviso sui propri social come, per esempio, attraverso il profilo LinkedIn.

I temi affrontati nelle video-lezioni su DSP Fundamentals forniscono conoscenze sui tool Adform per realizzare campagne programmatic efficaci, scoprire le soluzioni per garantire la brand safety e, al contempo, mitigare gli effetti dell’ad fraud. Tra gli altri argomenti affrontati ci sono il targeting e il frequency capping cross device, consigli su come utilizzare al meglio le funzionalità per segmentare il target nella DSP, gestire efficacemente la selezione dell’inventory e i private deal. Infine, approfondire la comprensione degli algoritmi che automatizzano l’ottimizzazione delle campagne programmatic.

La certificazione Ad Serving Fundamentals permette di sviluppare le conoscenze fondamentali per dar vita a una gestione delle campagne più efficiente. Il corso mette a disposizione lezioni per comprendere meglio e in maniera più approfondita la gerarchia dell’Ad Server di Adform, attraverso le personalizzazioni e i cambiamenti in linea con i propri progetti pubblicitari.

Il workflow e i controlli da mettere in atto durante la gestione di una campagna sono un altro dei temi affrontati, così come imparare a gestire, caricare e applicare la creatività nelle campagne, oltre ai temi legati al miglioramento dell’esecuzione di strategie di ottimizzazione creative, grazie a un’immersione completa negli Standard Report di Adform.

“Mettere a disposizione dei nostri clienti un programma di formazione e certificazione come l’Academy è un traguardo molto importante per Adform, perché sono strumenti pensati per amplificare le conoscenze dei nostri tool e aiutare i brand a sviluppare campagne programmatic di reale successo, migliorando i processi interni e la gestione complessiva”, afferma Davide Corcione, Country Manager Adform. “Trasferire competenze che aiutino ad aggiungere valore e a contribuire a migliorare il ritorno sull’investimento dei nostri clienti è un elemento fondamentale in questa fase storica e critica che stiamo vivendo”.

Adform nomina Troels Philip Jensen nuovo Chief executive officer

Adform, una delle più grandi aziende adtech con sede in Europaha scelto il suo nuovo Ceo.

A partire dal 1° aprile, Troels Philip Jensen assume la carica dopo aver ricoperto il ruolo di Coo in Itiviti AB, compagnia software svedese con oltre 1.000 dipendenti.

Jensen sostituisce il co-fondatore e Ceo di Adform, Gustav Mellentin, che rimarrà in azienda con l’incarico di definire le strategie della società.

“È stato un viaggio incredibile: tre uomini, in uno scantinato di Copenaghen hanno dato vita a un’azienda oggi leader a livello mondiale. Dopo tanti successi, è giunto il momento di passare il testimone e cambiare il leader di Adform”, afferma Gustav Mellentin, Co-Founder di Adform. “Troels Philip Jensen ha le giuste competenze per garantire la continua crescita e il successo di Adform, e personalmente non vedo l’ora di proseguire il percorso che ci attende insieme, grazie al suo ingresso nel leadership team”.

Troels Jensen, in qualità di Ceo, sarà a capo dei dipendenti di Adform in 29 uffici in 26 paesi.

“Sono lieto del mio nuovo incarico come Ceo di Adform”, afferma Jensen. “Dedicherò le prime settimane a conoscere i colleghi, l’organizzazione e i clienti. Adform vanta una strategia globale entusiasmante che non vedo l’ora di implementare con il supporto dei talentuosi dipendenti dell’azienda”.

Gli obiettivi di Jensen in Adform

Il manager entra in Adform con l’obiettivo di rafforzare, a livello internazionale, il posizionamento della società adtech come fornitore indipendente leader nella tecnologia di software di advertising, guidando al contempo lo sviluppo commerciale dell’azienda.

“Adform è una società che annovera tra i propri clienti alcuni dei più grandi inserzionisti, agenzie e publisher di tutto il mondo. Negli ultimi 18 anni, Gustav Mellentin e il suo straordinario team hanno raggiunto numeri impressionanti. Non ci sono molte aziende di software indipendenti sul mercato che possano vantare le dimensioni, la presenza globale e il grande potenziale di crescita di Adform. Ecco perché ho subito colto questa opportunità”, continua Troels Philip Jensen.

Negli ultimi 25 anni, Jensen ha lavorato in ambito platform enterprise, maturando una vasta esperienza internazionale a livello esecutivo.

Dal 2013 ha ricoperto in Itiviti AB la qualifica di COO, mentre nei 17 anni precedenti ha contribuito al successo della società danese SimCorp.

“Troels Philip Jensen porta una rilevante esperienza globale maturata in realtà di software enterprise del calibro di Itiviti AB e SimCorp. Adform sta entrando in una nuova era come leader di mercato globale guidando la categoria Full Stack Integrated Advertising Platform (IAP). Siamo certi che Troels Philip Jensen sia la figura giusta per guidare Adform grazie alle doti di leadership a livello globale, all’importante track of record e alla capacità di eseguire strategie di crescita internazionale focalizzate su vendite e soddisfazione del cliente”, conclude Torben Munch, Chairman of the Board, Adform.

Adform Italia, il team cresce con Ivan Marino e Giuseppe Gallo

Il team di Adform Italia cresce con gli ingressi di Ivan Marino, con l’incarico di Senior Enterprise Solution Manager, e di Giuseppe Gallo, che assume il ruolo di Senior Platform Solution Specialist.

Il rafforzamento della squadra fa parte della strategia di evoluzione del business italiano della integrated advertising platform full stack, usata da agenzie media, trading desk, brand ed editori per gestire le campagne digitali su canali come online display, video, audio, connected tv e digital out of home.

L’obiettivo di Adform, che ha appena compiuto i 18 anni di attività, è di mettere “sempre più a disposizione anche dei clienti italiani i migliori esperti di tecnologie digitali per aiutarli a migliorare gli investimenti e raggiungere il ROI della pubblicità digitale”, sottolinea la società in una nota.

Entrambi i nuovi ingressi, infatti, hanno alle spalle esperienze approfondite nel mondo delle tecnologie per la comunicazione e la pubblicità digitale.

Laureato in Comunicazione allo Iulm di Milano, il nuovo Senior Enterprise Solution Manager, Ivan Marino, ha un bagaglio professionale che contribuirà ulteriormente allo sviluppo del mercato italiano di Adform.

Nel suo curriculum ci sono molte primarie aziende e anche un’esperienza triennale da consulente. In particolare, fino al 2017 è stato in Teradata. Tra le sue altre esperienze lavorative si annoverano esperienze in E3, dove è stato Executive Director, Netlog (Country manager), Miva e Yahoo! Italy.

Giuseppe Gallo, invece, riabbraccia il team di Adform come Senior Platform Solution Specialist per affiancare i partner nell’utilizzo ottimale della piattaforma e diventare un riferimento in grado di assicurare elevati standard qualitativi nella loro client experience.

Giuseppe Gallo, Adform
Giuseppe Gallo

Gallo è diplomato in Sociologia e laureato in Mass Media e Politica all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Torna in Italia dopo aver svolto il ruolo di Ad campaign Coordinator dal 2017 a giugno 2019 presso la sede lituana di Adform. Nel mentre ha passato un periodo in Starcom Barcellona come Tech Operations Trafficker.

“La crescita professionale del nostro gruppo di lavoro è un obiettivo costante per creare nuovo valore per i progetti delle aziende clienti”, sottolinea Davide Corcione, Country Manager Adform. “L’orgoglio e la passione di far parte di Adform sono tra gli elementi fondamentali che spingono i colleghi italiani e internazionali a sviluppare e approfondire competenze che tutti i giorni si riflettono nelle strategie pubblicitarie dei clienti. Ivan e Giuseppe sono due professionisti che sapranno contribuire al meglio alla nostra ricerca di innovazione”.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial