Main partner:

Snapchat rilascia la sua API pubblicitaria, per consentire la vendita automatizzata di inventory

Dopo l’annuncio di giugno, il social del fantasmino mette a disposizione di terze parti la propria application programming interface. La società si appresta a raggiungere il suo obiettivo di fatturato per il 2016

di Cosimo Vestito
06 ottobre 2016
snapchat

Meglio tardi che mai, si potrebbe dire. Snapchat ha rilasciato la sua API pubblicitaria, un insieme di strumenti che permetterà a terze parti di vendere l’inventario del social utilizzando algoritmi per l’offerta automatizzata.

La società era al lavoro sul progetto già dall’inizio dell’anno, aveva poi annunciato in giugno che il lancio dell’application programming interface sarebbe avvenuto nel corso dell’autunno.

Il risultato di questa mossa, spiega Recode, sarà una rapida crescita del business di Snapchat. Il social del fantasmino si appresta a raggiungere il suo obbiettivo di fatturato di 350 milioni di dollari per quest’anno, e molte persone vicine all’azienda credono che il suo giro d’affari potrebbe arrivare al miliardo entro il 2017.

L’automatizzazione della vendita degli annunci e il targeting sempre più granulare dovrebbero fornire a Snapchat la spinta necessaria per essere pronta in vista di un’eventuale, e attesa, IPO.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.