Main partner:

smartclip, accordo con Triboo Media per la pubblicità video

La collaborazione commerciale tra la società ad-tech, di cui Elena Giovanetti Publisher è Network Manager, e la digital media company di Triboo, dove Elisabetta Parodi opera come Chief Partnership Program, prevede la gestione da parte della piattaforma dei formati Out-Stream Intext

di Cosimo Vestito
02 ottobre 2017
Giovanetti-Parodi-smartclip-triboo
Da sinistra, Elena Giovanetti e Elisabetta Parodi

smartclip e Triboo Media, la digital media company di Triboo hanno avviato un accordo commerciale volto all’integrazione e rafforzamento delle due offerte nell’ambito della pubblicità video.

La collaborazione riguarda la gestione in esclusiva del formato Out-Stream video Intext per tutto il network dei siti di Triboo Media e permette alla piattaforma ad-tech di allargare il proprio bacino video con oltre 200 nuovi editori che fanno parte della media company. L’accordo consente a smartclip di rafforzare tutte le principali aree tematiche con una conseguente crescita dell’audience del network e una maggiore capacità di raggiungere nuovi target di pubblico. Triboo Media tramite questo accordo punta ad ampliare le soluzioni possibili per remunerare il suo bacino editoriale, tramite l’aggiunta di un nuovo formato, complementare alle attuali soluzioni pubblicitarie, e una collaborazione sull’ampio bacino pre-roll gestito.

«L’accordo che annunciamo con Triboo Media ci rende doppiamente orgogliosi: da un lato un player di grande importanza per il nostro mercato ci ha scelti per la gestione in esclusiva di un formato di grande impatto e qualità, riconoscendo in smartclip un interlocutore competente e tecnicamente all’avanguardia, dall’altro, con Triboo Media possiamo rafforzare la qualità della nostra offerta editoriale in ambiti quali: donne, mamme, sport, automotive, business & finance, food & cooking, giovani, green e hi-tech», ha dichiarato Elena Giovanetti, Publisher Network Manager di smartclip.

«Lo scopo dell’accordo è fornire in maniera trasparente ai nostri publisher in concessione una soluzione tecnologicamente avanzata che possa ulteriormente valorizzare la continua produzione di contenuti di qualità e la crescita costante dell’inventory. Questo nuovo posizionamento da “HUB di formati adv” permetterà di offrire ai nostri partner editoriali nuove e continue implementazioni anche di terze parti, per essere sempre in linea con i trend di mercato e le richieste degli inserzionisti, potenziando il rapporto di concessione esclusiva con Triboo Media. Oltre a una remunerazione maggiore data da un formato aggiuntivo, infatti, riteniamo questo accordo un rafforzamento del nostro programma di partnership con i nostri editori tramite l’offerta di un’unica interfaccia per più linee di monetizzazione della loro audience», ha aggiunto Elisabetta Parodi, Chief Partnership Program di Triboo Media.

Triboo ha chiuso il primo semestre 2017 con ricavi pari a 31,6 milioni di euro, in crescita del 3,6% rispetto allo stesso periodo del 2016 (qui l’articolo dedicato ai conti del Gruppo).

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette