Main partner:

Sheyla Biasini, zanox: «Programmatic e affiliazione, un binomio di successo»

La Country Manager Italia ci racconta il posizionamento di zanox sul fronte della pubblicità automatizzata. Per la società si attendono importanti novità per il 2016

Simone Freddi
13 ottobre 2015
Sheyla-Biasini
Sheyla Biasini

Nonostante la forte crescita, il programmatic porta con sé una grande complessità che chiama gli operatori a uno sforzo importante anche in termini di competenze e di formazione degli spender. Ne è convinta Sheyla Biasini, Country Manager Italia di zanox, società attiva nel mercato del programmatic dal 2013: «L’interesse su questo tema è molto alto e coinvolge ormai molti canali – web, mobile, tv -, formati e diversi aspetti della filiera», dice Biasini che ancora precisa: «Ma non sempre nelle aziende ci sono le competenze sufficienti per operare strategicamente su questo tema. Penso che in molti casi, soprattutto per gli inserzionisti medi o medio-piccoli, ci sia ancora molto da fare, in termini di formazione. Noi per primi, che siamo operatori, dobbiamo sempre tenerci aggiornati sulle novità di mercato. Anche per questa ragione, diamo molto peso ai servizi collaterali legati al lancio di una campagna in programmatic in modo da assistere in ogni momento i nostri clienti e rispondere alle loro esigenze».

Cosa distingue l’impegno di zanox in questo mercato?

Trasparenza e condivisione degli obiettivi con i clienti. Negli anni, abbiamo anche dimostrato come il programmatic e l’affiliazione formino un binomio di successo, una squadra vincente: il programmatic lavora maggiormente nella fase iniziale del funnel di acquisizione, mentre l’affiliazione è decisamente più efficiente alla fine della transazione.

Dati e pubblicità: quanto sta diventando importante, questo binomio?

Sta sicuramente diventando sempre più importante. I dati permettono alla pubblicità di essere più efficiente ed efficace e di avere immediati benefici non solo per gli inserzionisti, ma anche per gli utenti. Per i primi perché i dati, a parità di investimento pubblicitario, permettono di raggiungere meglio, prima e a minor costo, gli obiettivi della campagna. Per gli utenti, invece, perché fruiscono di un messaggio pubblicitario più pertinente. Al di là dei dati che vengono raccolti e utilizzati dalle tecnologie in uso, ci sono tutti quei dati che sono a disposizione dei decision makers, come i responsabili vendite o comunicazione, e che possono servire a valutare l’operato e le performance delle attività in atto. In questo caso, il problema ora risiede nella grande quantità di dati ai quali si ha accesso. Anche per questo stiamo cercando di sviluppare un sistema di reportistica dei dati semplice e intuitivo, che permetta non solo di avere una visione chiara dell’andamento delle performance di un programma o una campagna, ma anche di prendere le decisioni in modo facile e veloce.

A livello di prodotto, quali sono le ultime novità della vostra offerta?

Il 2016 sarà per noi un anno molto importante in termini di offerta. Quest’anno sono stati già lanciati alcuni prodotti di rilievo, come report di insight specifici sul mobile. Nel corso del prossimo anno sono attese molte altre novità di prodotto sostanziali, che porteranno la nostra tecnologia a essere un punto di riferimento nel marcato delle performance e un supporto concreto ai decision makers per quanto riguarda strategie e azioni da implementare.

Come va il mercato italiano per zanox, anche in rapporto con l’andamento della società all’estero?

Il mercato italiano è molto performante, anche se rimane ancora piccolo se comparato alle altre realtà europee. Per quello che riguarda il nostro modello di business, ci sono dei limiti legati allo sviluppo dell’ecommerce in quanto siamo molto focalizzati sulle performance e quindi sull’aumento di sale e di lead per i nostri clienti. In generale comunque l’Italia è, insieme a Francia e Germania, uno dei paesi che ha maggiormente sviluppato competenze legate al programmatic e dove le opportunità sono più fiorenti.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette