Main partner:

Rubicon Project cresce nel video. Sara Buluggiu: «Puntiamo a costruire una SSP super premium»

Intervistata al Dmexco, la manager ci ha descritto la sua visione del mercato, con un consiglio per i publisher: «È importante mantenere il controllo sull’inventory. Optare su un ad server indipendente è consigliabile e diventa fondamentale»

di Teresa Nappi
16 settembre 2016
sara-buluggiu-dmexco
Sara Buluggiu al Dmexco

Cresce di anno in anno la presenza di Rubicon Project al Dmexco: «In sei anni di partecipazione all’evento di Colonia, la presenza di Rubicon Project è cresciuta, in termini di stand e di team presente (40 persone), proporzionalmente alle dimensioni assunte dalla due giorni e allo spazio dedicato al Programmatic e agli altri grandi trend che stanno caratterizzando l’industry dell’online advertising», ci ha spiegato Sara Buluggiu, Country Manager Italia e Sales Director Southern Europe & MENA di Rubicon Project, nel corso della due giorni.

«Il Programmatic, in particolare, sta dominando il mercato, catalizzando l’attenzione degli investitori e sollecitando publisher verso un’evoluzione del proprio approccio per monetizzare al meglio la propria inventory. Se lo intendiamo come automatizzazione di processo la crescita del programmatic si può dire “inarrestabile”», ha aggiunto la manager.

La presenza della società all’evento si è concentrata maggiormente su 2 particolari prodotti: Fastlane, la soluzione di header bidding della società, e Audience Guaranteed, che permette si acquistare audience per un numero di impression garantite. «Sono strumenti dall’alto profilo che permettono ai publisher di monetizzare e agli advertiser di raggiungere il massimo ritorno rispetto all’investimento sostenuto», ha detto ancora Buluggiu.

Il futuro secondo Rubicon Project

Cresce l’espansione di Rubicon Project nell’ambito Video e si prospetta uno degli ambiti più in espansione per la società: «Stiamo puntando a costruire una SSP super premium per differenziarci dai competitor».

Per quanto riguarda il nostro Paese, Sara Buluggiu spiega: «L’Italia è il Paese che performa meglio sul fronte video e mobile, e la cosa mi rende particolarmente fiera».

In generale, il processo di automatizzazione «va versi quello che funziona meglio, quindi il video e il mobile sono gli ambiti in cui il programmatic secondo noi crescerà maggiormente».

Intanto, sempre concentrandoci sull’Italia, la manager aggiunge: «Il livello di cultura e di interesse in ambito programmatic nel nostro Paese è cresciuta nettamente nel corso degli ultimi anni. Manca ancora una piena consapevolezza tecnica, ma in ogni caso penso che l’Italia sia sulla strada giusta per affermarsi come mercato performante e dinamico in questo settore».

Il nostro incontro con Sara Buluggiu si chiude con un consiglio da parte della manager ai publisher, italiani e non: «È importante mantenere il controllo sull’inventory, per cui il ruolo dell’ad server resta fondamentale. Optare su un ad server indipendente è consigliabile e diventa fondamentale».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.