Main partner:

Rubicon Project: il general manager international Jay Stevens lascia la società

A prendere il suo posto ad interim sarà Oli Whitten, attualmente senior vice-president of Europe, mentre non è ancora chiaro chi assumerà il ruolo a lungo termine

di Rosa Guerrieri
03 marzo 2016
Jay_Stevens_adform
Jay Stevens

Cambiamenti al vertice in casa Rubicon Project. Jay Stevens, general manager international della società, lascia il suo incarico dopo 7 anni.

Stevens, americano di origine ma residente in UK da una decina di anni, è arrivato in Rubicon Project nel 2009, dopo aver lavorato per MySpace, e negli ultimi sette anni ha guidato la trasformazione della società da startup di ad tech a player quotato in Borsa.

Secondo quanto riporta il sito The Drum, a prendere il suo posto ad interim sarà Oli Whitten, attualmente senior vice-president of Europe, mentre non è ancora chiaro chi assumerà il ruolo a lungo termine, supervisionando i mercati al di fuori dell’headquarter statunitense. Allo stesso modo, vige il massimo riserbo su quelle che saranno le future sfide professionali di Stevens.

Intanto la società continua la sua corsa. I recenti risultati di bilancio, relativi all’interno 2015, hanno rivelato un raddoppio delle revenue, giunte a quota 248,5 milioni di dollari (qui l’articolo dedicato).

Nel nostro Paese la società ha recentemente acquisito vari nuovi clienti, tra cui Gameloft Advertising Solutions, Alfemminile, Zynga e, non da ultimo, i siti Rai. Proprio in una intervista rilasciata in occasione di quest’ultima, importante acquisizione, Stevens ci ha delineato un’interessante quadro su tendenze e sfide del Programmatic, in Italia e non solo (potete leggerla a questo link).

 

 

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette