Main partner:

RhythmOne in trattative per l’acquisizione della piattaforma video YuMe

La società che due mesi fa ha comprato RadiumOne ha ora avviato dei dialoghi con la DSP e SSP americana. Un’ulteriore conferma della sua intenzione di puntare sugli asset programmatici

di Alessandra La Rosa
29 agosto 2017
rhythmone-yume

Nuovo shopping per RhythmOne. La società, che due mesi fa ha acquisito RadiumOne (leggi la notizia), è ora in trattative per l’acquisizione della DSP e SSP video americana YuMe.

In una nota, RhythmOne ha fatto sapere di avere avviato dei dialoghi con la piattaforma video su una possibile acquisizione. Tuttavia, “data la natura delle discussioni, non c’è certezza che la transazione possa procedere” e comunque “se e quando sarà necessario verrà fatto un ulteriore annuncio”.

Da parte sua, YuMe ha confermato di essere in trattative con RhythmOne per una possibile transazione. Nell’ambito di un processo strategico, la società comunque starebbe considerando anche altre iniziative, tra cui quella di rimanere un’azienda indipendente.

Entrambe le compagnie sono quotate.

Se non si conosce ancora il possibile esito della transazione, tuttavia, almeno da parte di RhythmOne, ci sarebbe prevedibilmente tutto l’interesse ad acquistare la piattaforma video. Due mesi fa, quando la società ha comprato RadiumOne, con essa ha guadagnato anche accesso a informazioni sugli utenti, tecnologie di segmentazione del pubblico e di targettizzazione, e contatti con inserzionisti e agenzie premium. Preziose risorse lato acquisto per una società che fino ad allora era stata per lo più votata agli aspetti della vendita pubblicitaria, e che adesso diventa a pieno titolo una piattaforma full stack per la pubblicità automatizzata e data driven, anche in Italia.

RhythmOne sta decisamente puntando sull’asset programmatico. Qualche mese fa, in occasione di una call di bilancio, il CEO Subhransu “Brian” Mukherjee aveva dichiarato l’intenzione della compagnia di espandere maggiormente la piattaforma programmatica RhythmMax, contando su di essa come principale driver della crescita futura.

E in tal senso un’eventuale acquisizione di una DSP e SSP video potrebbe costituire un interessante arricchimento dell’offerta.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette