Main partner:

Quanto sono utilizzate le CMP nella compravendita di pubblicità?

Sempre più diffuse dopo l’entrata in vigore del GDPR, le piattaforme di gestione dei consensi si rivelano vantaggiose per i ricavi degli editori. Ma quanto effettivamente sono usate nel trading degli spazi adv?

di Rosa Guerrieri
30 novembre 2019
data-privacy

Da quando è entrato in vigore il GDPR un anno e mezzo fa, nel mercato della pubblicità digitale si sono iniziate a diffondere le CMP, uno strumento volto ad aiutare gli editori a richiedere e gestire in maniera semplice il consenso degli utenti all’utilizzo dei loro dati.

IAB Europe, in occasione di un suo studio annuale sul mercato programmatico in Europa, in cui ha evidenziato numeri e trend del mondo ad tech nel Vecchio Continente, ha indagato anche quanto queste piattaforme sono effettivamente utilizzate da editori e buyer nella compravendita pubblicitaria.

L’associazione ha chiesto agli stakeholder del mercato quanto dell’inventory acquistata o venduta utilizzasse una consent management platform per raccogliere i consensi degli utenti. E le risposte hanno evidenziato una quantità ancora non molto alta. Se il 38% degli editori ha affermato che l’81% o più della loro inventory è stata acquistata tramite una CMP, solo il 17% dei buyer ha dichiarato di aver comprato l’81% dell’inventory con un consenso “passato” tramite piattaforme di questo tipo.

Per le CMP c’è ancora un grande potenziale di sviluppo e adozione, dunque. A maggior ragione considerando che, secondo un’altra ricerca, condotta lo scorso anno dalla società di monetizzazione Mediavine, l’uso di una CPM ha effetti particolarmente vantaggiosi sui ricavi degli editori, sia a livello di CPM che di fill rate. Analizzando la vendita delle inventory a cavallo dell’entrata in vigore del GDPR, ossia tra marzo/aprile e giugno/luglio 2018, la società ha scoperto che i publisher dotati di una CMP hanno registrato infatti CPM medi il 52% più alti e fill rate maggiori del 38% rispetto a chi non ha cambiato il proprio setup dopo l’entrata in vigore del regolamento.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.