Main partner:

PubMatic estende il rapporto con MediaMath, mettendo a disposizione la propria inventory premium

La piattaforma sell side offrirà ora ai clienti della DSP accesso ai propri spazi premium mobile, video e direct, in aggiunta alla sua già esistente API integrata

di Alessandra La Rosa
26 giugno 2015
PubMatic-menamarketplace

PubMatic, società tecnologica guidata in Italia da Andrea Campana, estende il suo rapporto con MediaMath.

Andrea Campana square
Andrea Campana

In aggiunta alla sua già esistente API integrata (che prevede una serie di DSP partner, tra cui MediaMath appunto ma anche DataXu, SiteScout, The Trade Desk e Turn), la piattaforma sell side offrirà ora ai clienti della DSP accesso, sempre via API, alla propria inventory premium mobile, video e direct.

Per sfruttare al meglio le potenzialità della pubblicità digitale automatizzata è molto importante per i marketer e per gli editori avere accesso a piattaforme tecnologiche volte ad offrire accesso aperto sia alla domanda di spazi sia alle inventory. Ed è proprio questo il fine ultimo dell’integrazione via API delle due piattaforme, come spiega Rob Jonas, Global Chief Revenue Officer at PubMatic: «Visto il continuo ingresso di nuovi buyers nel mercato programmatico, stiamo notando una sempre maggiore complessità dei processi e una frammentazione degli acquisti. Integrare queste piattaforme lato domanda e lato vendita rende più facile la compravendita automatizzata in un ambiente aperto».

Opinione condivisa anche da Sam Cox, VP, OPEN Global Media di MediaMath: «Il successo del Programmatic, sia in open exchange che negoziato in maniera diretta, sta creando valore sia per gli editori che per i marketer, assicurando processi efficienti e migliori performance. Con l’API di PubMatic possiamo fornire ai nostri clienti un accesso privilegiato a inventory premium e garantite con una semplice integrazione».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette