Main partner:

Programmatic: la tecnologia "costa" il 31% della spesa pubblicitaria

Secondo una ricerca di Technology Business Research, solo il 40% dei budget digital va effettivamente sui “media”. Il 29% va ai servizi di agenzia

di Alessandra La Rosa
04 marzo 2016
Programmatic-spesa

Lo spending in ad tech è in crescita, ma cosa c’è dietro i numeri di questi investimenti? Quanto di essi va realmente all’acquisto degli spazi?

Una ricerca di Technology Business Research (TBR), condotta su un campione di 240 utenti di ad-tech in Nord America ed Europa Occidentale, ha rivelato che solo circa il 40% dei budget in pubblicità digital va effettivamente ai “media”, mentre ben il 31% dei budget è usato per pagare le tecnologie che consentono effettivamente di processare l’acquisto, e il rimanente 29% va al pagamento dei servizi di agenzia.

La ricerca inoltre rivela che quasi la metà (il 48%) degli utenti di ad-tech alloca budget sulle DSP, per acquisti diretti con gli editori, ma non dà una stima di quanto viene speso sui canali “secondari”, come gli ad network o gli audience exchange. Il 45% degli intervistati, infine, spende attualmente budget su tool di marketing attribution.

“Sebbene il mercato dell’ad-tech sia ancora frammentato e in fase di sviluppo, elementi come i fornitori di marketing cloud e i colossi del mondo social stanno iniziando ad avere posizioni dominanti – osserva la ricerca -. Visto che la pubblicità digitale sta assorbendo una sempre maggiore fetta della spesa pubblicitaria globale, le infrastrutture, l’intelligence e le piattaforme tecnologiche stanno diventando pillar strategici per le aziende“.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette