Main partner:

Pinterest rafforza l’offerta pubblicitaria con nuovi strumenti di misurazione e targeting

Il social apre la sua API a 15 ad-tech esterne per consentire agli inserzionisti di veicolare pubblicità più mirata. Moat scelta come partner per la viewability

di Cosimo Vestito
09 novembre 2016
pinterest

Pinterest rinnova il suo programma pubblicitario aprendo la sua API a 15 ad-tech esterne. L’integrazione dovrebbe permettere ai marchi di veicolare pubblicità più mirata offrendo loro, al contempo, migliori strumenti di reportistica.

Il business pubblicitario del social è decollato più lentamente rispetto a Google, Facebook e Snapchat. E per recuperare, la società ha rilasciato nell’ultimo anno nuove soluzioni per il video e il targeting.

Sul lato misurazioni, Moat sarà il partner incaricato di tracciare la viewability per gli inserzionisti; AppsFlyer, Kochava, Tune, Adjust e Apsalar sono scelti per rafforzare gli strumenti mobile. Proseguono le collaborazioni già siglate con Oracle Data Cloud e Millward Brown Digital, sempre in ambito misurazioni.

Per quanto riguarda l’utenza, Neustar, Krux, mParticle ed Experian sono stati integrati per consentire agli inserzionisti di collegare i propri dati con gli insight di Pinterest ed avviare, così, nuove tattiche di targeting.

Infine, Sprinklr, Adglow, Bidalgo e AdParlor, promuoveranno ai loro clienti le offerte pubblicitarie del sito, mentre Socialbakers opererà nell’area contenuti per i marchi.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette