Main partner:

Omnicom, cresce il Programmatic nel Q4, ma Accuen è in calo

Secondo il CFO della holding Phil Angelastro, le performance negative del trading desk sono dovute al progressivo passaggio dei clienti a diversi modelli di acquisto

di Alessandra La Rosa
17 febbraio 2018
omnicom

Non sono tempi positivi per Accuen, il trading desk di Omnicom. Dall’ultima trimestrale della holding pubblicitaria, relativa al Q4 2017, emerge un nuovo calo del business della piattaforma, che a livello di giro d’affari ha perso nel trimestre 12 milioni di dollari a livello globale anno su anno.

E’ il secondo trimestre in discesa per il trading desk, che fino a metà del 2017 aveva visto i propri ricavi crescere tra i 18 e i 45 milioni di dollari ogni trimestre dal 2014.

Il motivo di questo calo? Non problemi legati alla specifica piattaforma, quanto piuttosto la generica recente tendenza di diverse aziende ad abbandonare i trading desk in favore di altre forme e modelli di acquisto, come ha dichiarato lo stesso CFO di Omnicom Phil Angelastro in occasione della call di bilancio. «Complessivamente il nostro business programmatico è molto forte, ma continuiamo a notare un passaggio di alcuni clienti verso modelli più tradizionali di rapporto con le agenzie rispetto alla nostra soluzione a pacchetti basata sulle performance. Ci aspettiamo che questo trend continuerà in futuro».

Quello a cui si riferisce Angelastro è un passaggio da modelli di acquisto cosiddetti “non-disclosed” a “disclosed”. I primi, tipici di vari trading desk Accuen compreso, si riferiscono ad accordi dove un intermediario (in questo caso il trading desk) acquista media per un’azienda senza rivelare ufficialmente l’effettivo prezzo d’asta per l’inventory comprata, ma fornendo solo un costo finale, che può includere fee e altre spese aggiuntive.

Angelastro, in particolare, ha sottolineato come nonostante «svariati clienti» si trovino bene ad acquistare pubblicità attraverso il modello cosiddetto “non-disclosed” di Accuen, dal 2016 alcuni hanno preferito passare a metodi di acquisto “disclosed”, che prevedono cioè la divulgazione dei costi effettivi dell’acquisto dello spazio.

Nonostante le performance di Accuen, tuttavia, il business programmatico di Omnicom sembra non soffrire particolarmente. Sempre in occasione dell’ufficializzazione dei dati di bilancio, il CEO della holding John Wren ha dichiarato che il fatturato associato al programmatic «è attualmente in crescita a doppia cifra».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette