Main partner:

Su Snapchat arriva il “punteggio di viewability” firmato Moat

Il social avvia un nuovo sistema di misurazione verificata per le Snap Ads. Attualmente disponibile per un selezionato numero di aziende, verrà ufficialmente lanciato il 5 giugno

di Alessandra La Rosa
02 maggio 2017
snapchat

Misurazioni verificate su Snapchat.

Il social del fantasmino ha iniziato a fornire, a un selezionato gruppo di inserzionisti, un nuovo sistema di misurazione delle performance delle proprie campagne, gestito da Moat.

La società di analytics metterà a disposizione delle aziende un punteggio di viewability relativo alle Snap Ads, il suo formato video verticale.

La novità sarà ufficialmente disponibile dal prossimo 5 giugno, e costituisce un nuovo passo avanti nella verifica indipendente delle performance pubblicitarie del social, tradizionalmente non molto avvezzo a fornire dati. Moat è verificata dall’americano Media Ratings Council e dunque, in ultima istanza, il nuovo servizio di misurazione risponderà alle linee guida dell’MRC, verificando che gli spot garantiscano impression performanti (e su cui quindi può essere addebitato un costo).

Più garanzie, dunque, per le aziende che investono sul social. In attesa dei prossimi dati di bilancio di Snapchat, i primi dopo la sua recente quotazione, in cui sarà possibile capire meglio l’andamento, anche pubblicitario, della società, une delle principali holding pubblicitarie rende noto un importante aumento della sua spesa sulla piattaforma. In una recente intervista, infatti, il ceo di WPP Martin Sorrell ha dichiarato che quest’anno il gruppo investirà 200 milioni di dollari su Snapchat, una cifra più che raddoppiata rispetto ai 96 milioni spesi nel 2016.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette