Main partner:

Michael Roth, Ceo IPG: «Dall’acquisizione di Acxiom un forte vantaggio competitivo»

In occasione dell’ufficializzazione dell’ultima trimestrale, il manager ha fatto il punto sui vantaggi che l’acquisto della data company sta già portando all’offerta della holding

di Alessandra La Rosa
14 febbraio 2019
michael-roth-ipg
Michael Roth

IPG ha portato a segno una chiusura d’anno particolarmente brillante. I dati dell’ultimo bilancio della holding, relativi al Q4 e al full year 2018, hanno rivelato importanti crescite per il business della società, con un aumento del 13,3% del fatturato trimestrale e del 7,5% di quello dell’intero anno.

In particolare, questo bilancio è stato il primo dall’acquisto del business di data marketing di Acxiom, acquisito da IPG lo scorso ottobre per 2,3 miliardi di dollari. L’impatto di questa acquisizione si vedrà solo tra un anno, nell’ultima trimestrale 2019, ma nella call di bilancio il chairman e chief executive di IPG Michael Roth ha sottolineato quanto questa acquisizione si stia già rivelando importante, ponendo le basi per positivi effetti a lungo termine.

Innanzitutto in termini di rapporto coi clienti: «Ci aspettiamo di vedere le prime sinergie da Acxiom in termini di ricavi nel corso di quest’anno – ha dichiarato il manager -. Acxiom fornisce le fondamenta in ambito dati per molti dei maggiori e più sofisticati inserzionisti, inclusa circa la metà del gruppo Fortune 500. Si tratta di profonde collaborazioni, mediamente di lunga durata e con alti tassi di rinnovo».

Ma anche, come ha sottolineato Roth, in termini di adattamento dell’offerta della holding alle nuove esigenze degli inserzionisti, intenzionati ad attivare al meglio i loro dati proprietari: «Tutti noi operiamo in un ecosistema sempre più data-centrico, il che significa che la maggior parte del media continuerà ad essere focalizzato intorno al precision marketing, in particolare all’abilità di gestire i dati di prima parte per creare relazioni dirette più profonde con i consumatori, grazie a cui potersi connettere con i singoli utenti in maniera scalabile».

In questo, l’acquisizione della società costituisce una marcia in più: «[Acxiom ci conferisce] un forte vantaggio competitivo nel nostro mercato. Man mano che integreremo pienamente Acxiom, saremo sempre più capaci di rendere i dati dei nostri clienti profittevoli al massimo per loro, e fare marketing nella maniera più efficiente. Stiamo iniziando a vedere tutto questo nelle gare, con clienti avanzati, da principio in ambito media, che ci chiedono di mettere alla prova la nostra abilità nel collegare i loro dati proprietari con insight esterni per massimizzare i risultati di business».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.