Main partner:

[Videointervista] MediaMath a Programmatic Day(s): «Qualità e trasparenza per migliorare la fiducia degli utenti»

Giovanni Tricarico, Account Strategy Lead, EMEA di MediaMath, parla di come una pubblicità di qualità, una migliore esperienza utente e la lotta all’ad fraud portino le persone ad avere un rapporto di fiducia con editori e brand

di Marco Donati
18 aprile 2018
Giovanni Tricarico
Giovanni Tricarico

I comportamenti degli utenti sono cambiati. E quelli del digital? Il programmatic e le nuove frontiere tecnologiche che ogni giorno consentono di fare un passo in avanti per raggiungere il proprio consumatore sono sempre più all’avanguardia, ma non sempre il digital nel suo complesso, unico mezzo in grado di farlo in maniera puntuale, è in grado di stare al passo con gli utenti.

A sottolinearlo è Giovanni Tricarico, Account Strategy Lead, EMEA di MediaMath, in apertura del suo speech nel corso della prima giornata di lavori al Programmatic Day(S) 2018. «Negli ultimi anni si è instaurato un rapporto inedito tra brand e consumatore, non sempre allineato con l’esperienza dell’utente, che spesso vede la publicità come opprimente e ha una scarsa fiducia sulla condivisione dei dati. In particolare, gli utenti rifiutano la cattiva pubblicità ma non l’advertising in sé».

E i publisher e i brand non possono restare a guardare: «Molti siti si stanno muovendo e investono per migliorare la user experience degli utenti mentre i marchi puntano sulla trasparenza e su un migliore rapporto di fiducia».

Guarda la videointervista a Gonzalo Garcia, Regional Manager Southern Europe di MediaMath:

Questo non alimenta la fiducia né nel programmatic né nel digital in generale. A questo proposito, Tricarico punta i riflettori sull’AD Fraud: «La frode pubblicitaria costerà nel 2018 16,4 miliardi di dollari, quasi il 20% della spesa pubblicitaria è ritenuta fraudolenta e il 29% dell’investimento in programmatic è ritenuto sospetto. Inoltre il 12% del budget investito è a rischio frode».

Quali sono dunque gli step per migliorare la fiducia nel programmatic? Secondo Tricarico tutti si basano sulla ricerca costante della qualità: «Sono tre i trend da seguire per far crescere la fiducia nel programmatic: puntare su una pubblictà di qualità, migliorare l’esperienza dell’utente e combattere l’ad fraud».

In chiusura, Tricarico sposta l’attenzione sull’offerta di MediaMath in questo particolare contesto: «La frode è un problema grande e ogni advertiser deve usare una tecnologia per affrontarla. Questo è uno dei focus di MediaMath con diverse iniziative e prodotti, tra cui Curated Market e Two Hops».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.