Main partner:

LinkedIn punta sulla pubblicità per obiettivi col restyling della suite adv

Il social network annuncia la disponibilità della nuova versione della sua piattaforma self service Campaign Manager. Ecco cosa cambia per gli inserzionisti

di Alessandra La Rosa
05 novembre 2018
linkedin

A pochi giorni dalla pubblicazione della trimestrale di Microsoft, che ha evidenziato per LinkedIn un aumento delle entrate del 33% nel Q3 2018, il social network dei professionisti ha annunciato la disponibilità in beta pubblico della nuova versione di Campaign Manager.

La piattaforma pubblicitaria self service, tramite cui gli inserzionisti di LinkedIn gestiscono e misurano le campagne acquistate sul social network, ha infatti adesso una veste completamente rinnovata, volta a “rendere più facile per i nostri clienti comprendere cosa succede quando essi acquistano campagne su di noi”, spiega Nitin Julka, Group Product Manager di LinkedIn.

In particolare, la nuova versione di Campaign Manager è ora maggiormente votata alla pubblicità “objective-based”, ossia “per obiettivi”. Invece che far scegliere al cliente uno specifico formato o prodotto pubblicitario per una campagna, la piattaforma facilita adesso la selezione della soluzione migliore sulla base dell’obiettivo cui punta l’inserzionista, per esempio la generazione di brand awareness, o piuttosto il direct response.

Direttamente legata a questo è la scelta di LinkedIn, con la nuova piattaforma, di far pagare gli inserzionisti sulla base dei KPI, invece che attraverso un costo fisso. A partire dalla metà del 2019, il social farà selezionare ai brand specifici obiettivi pubblicitari per il pagamento.

Al di là di questi cambiamenti “strutturali”, il restyling è anche grafico, con un nuovo layout progettato per rendere più facile l’utilizzo della piattaforma e schermate unificate per targeting, budgeting e forecasting in tempo reale, oltre a nuove anteprime dal vivo per la creazione degli annunci.

La virata verso la pubblicità in base agli obiettivi servirà come fondamento per altre innovazioni future, come ha sottolineato Julka, “volte a rendere più facile e intuitivo lanciare campagne e raggiungere gli obiettivi di business attraverso Campaign Manager. Questa nuova esperienza sarà disponibile per tutti i clienti a partire dal 14 novembre”.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.