Main partner:

Ligatus in partnership con AppNexus per il programmatic native

AppNexus si propone di beneficiare delle sinergie generate dal network internazionale Ligatus presente in nove mercati e composto di oltre 1.200 siti web premium che generano circa 31 miliardi di ad impression ogni mese

di Caterina Varpi
07 aprile 2016
Ligatus-Appnexus-Logo-SQ

AppNexus ha annunciato una partnership strategica con Ligatus, network di native e performance europeo, una società controllata di Gruner + Jahr. La collaborazione internazionale crea una serie di sinergie che sono di reciproco vantaggio sia per AppNexus sia per Ligatus ed è destinata al mercato del programmatic native.

«Siamo lieti di accogliere AppNexus, il pioniere della pubblicità in real-time, come partner di lancio della nuova piattaforma di programmatic native di Ligatus – dice Klaus Ludemann, ceo di Ligatus. – A partire da oggi, i già clienti della tecnologia DSP del leader di settore AppNexus saranno in grado di acquistare il premium reach di Ligatus su larga scala. Quindi se i clienti AppNexus hanno accesso al più grande bacino nativo d’Europa, gli editori nell’ambito del Network di Ligatus potranno beneficiare di un aumento della domanda e vedranno col tempo una migliore monetizzazione».

Per Ligatus, la partnership con AppNexus è la prima in questo ambito. AppNexus si propone di beneficiare delle sinergie generate dal network internazionale Ligatus presente in nove mercati – Germania, Austria, Svizzera, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Italia e Turchia europea – e composto di oltre 1.200 siti web premium che generano circa 31 miliardi di ad impression ogni mese. I siti editoriali di alta qualità all’interno del network Ligatus offrono audience premium con alto potenziale di conversione e li rendono accessibili per le campagne di programmatic native.

Ligatus ha accesso a un nuovo segmento di clientela, che comprende trading desk, retargeters e DSP, che sono in grado di utilizzare l’inventory del più grande network di native e performance d’Europa. I formati native sono sempre più richiesti dagli inserzionisti in tutta Europa, poiché queste forme non invasive di pubblicità rappresentano un miglioramento efficace nella comunicazione digitale con gruppi target, soprattutto in tempi odierni caratterizzati da banner blindness e blocco della pubblicità, promuovendo un dialogo proficuo con i consumatori.

I publisher che utilizzano i formati native sono in grado di ottimizzare la qualità della pubblicità sui propri siti. Essi trarranno inoltre un beneficio economico da questa collaborazione, perché una più ampia varietà di campagne offre una ancora migliore monetizzazione del loro inventario in futuro. In aggiunta, la versione 2.3 del protocollo OpenRTB, alla base della tecnologia AppNexus e utilizzato anche da Ligatus, sta guidando in avanti la standardizzazione del processo di acquisto per i formati di native advertising.

«La partnership tra AppNexus e Ligatus è uno sviluppo pionieristico per l’intero settore e può aiutare il programmatic native a ottenere finalmente un break-through -, spiega Ulrich Hegge, vice presidente dello sviluppo di mercato strategico DACH in AppNexus. – C’è una grande domanda di pubblicità nativa in quanto è un formato non invadente ma molto efficace. Questa partnership fornisce agli inserzionisti nuove opportunità uniche».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette