Main partner:

Ligatus acquisisce la DSP LiquidM. Cappa: «Cresciamo a tre cifre»

La società rafforza la propria offerta Programmatic. A commento dell’operazione, il country manager per l’Italia fa il punto sull’andamento della struttura: «Abbiamo già superato i nostri obiettivi di bilancio. Prevediamo alti tassi di crescita, sia in termini di fatturato che di organico, anche per l’anno prossimo»

di Cosimo Vestito
01 settembre 2016
Ligatus-Sebastiano-Cappa
Sebastiano Cappa

Fatturato in forte aumento ed un’importante espansione dell’organico. Mancano ancora quattro mesi alla fine del 2016 ma Ligatus può affermare che sia stato un anno di successo: «Abbiamo già superato i nostri obiettivi di bilancio, quest’anno stiamo crescendo a tre cifre, con entrate generate parimenti da desktop e mobile. Questo si riflette anche in termini di personale impiegato: abbiamo assunto cinque nuovi elementi negli ultimi mesi e stiamo aprendo ulteriori posizioni nella nostra squadra. Prevediamo alti tassi crescita, sia in termini di bilancio che di organico, anche per l’anno prossimo», ha dichiarato Sebastiano Cappa, Country manager per l’Italia di Ligatus.

Proprio oggi il Native Performance Network europeo di Gruner+Jahr ha annunciato l’acquisizione del 100 per cento di LiquidMuna piattaforma tecnologica demand-side attiva a livello internazionale che consente agli inserzionisti e alle agenzie di acquistare e gestire spazi pubblicitari digitali in programmatic. La sua tecnologia si concentra sull’acquisto di campagne pubblicitarie che vengono erogate soprattutto sui dispositivi mobili in diversi formati (nativi, video, rich-media e formati display).

LiquidM continuerà ad operare come società separata con il proprio core business in qualità di tecnologia specializzata nei dispositivi in mobilità, ma in quanto parte del gruppo Ligatus a livello europeo consentirà di accelerarne la crescita internazionale. Allo stesso tempo, la DSP di LiquidM diventa parte integrante della nuova piattaforma full-stack programmatic di Ligatus che consente a quest’ultima di offrire una soluzione integrata one-stop per il Programmatic Advertising.

«Ci siamo aperti al settore del Programmatic Native già l’anno scorso grazie all’impiego dei nuovi protocolli. Abbiamo a disposizione una SSP e due DSP proprietarie, una indirizzata al content marketing e l’altra al direct response. Con la demand-side platform di LiquidM, ci focalizzeremo sulla pubblicità contestuale automatizzata conferendo ai nostri partner nuovi strumenti tecnologici avanzati, dal canto nostro, avremo a disposizione potenti mezzi per migliorare le nostre campagne», ha commentato Cappa, «LiquidM non ha sedi nel nostro Paese ma la sua piattaforma era già utilizzata qui da altri operatori. Opera a livello mondiale, anche in Brasile e negli Stati Uniti, ed è particolarmente forte in Francia e Germania».

Con l’acquisizione, l’azienda espande ulteriormente la crescita strategica del marketing digitale e consolida la sua leadership di mercato in Europa. Questa acquisizione renderà infatti Ligatus il principale provider di Programmatic Native in Europa. «Il mercato italiano del Programmatic Native è giovane ma sta crescendo rapidamente e molte nuove aziende del settore stanno facendo il loro ingresso. In questo scenario, Ligatus occupa comunque una posizione di rilievo perché è l’unica azienda ad operare con una squadra di quindici professionisti e con investimenti massicci».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.