Main partner:

L'ascesa del Chief Marketing Technologist: sostituirà il CMO?

Secondo più di un terzo dei marketer britannici, il CMT potrebbe sostituire la tradizionale figura del Chief Marketing Officer nei prossimi 5 anni

Andrea Di Domenico
17 luglio 2015
Chief-Marketing- Technologist

L’ascesa dei dati e della tecnologia sta favorendo la comparsa di una nuova figura professionale, il Chief Marketing Technologist (CMT). Un ruolo sempre più importante che, secondo più di un terzo dei marketer britannici, potrebbe addirittura sostituire la tradizionale figura del Chief Marketing Officer nei prossimi 5 anni.

A dirlo è una ricerca di DataXu, effettuata in Gran Bretagna (mercato che spesso anticipa le tendenze emergenti del settore) su 250 decision maker dell’area comunicazione.

Il 70% degli intervistati prevede che nei prossimi 5 anni un numero crescente di brand attiverà azioni di recruiting per dotarsi di questa figura, la cui importanza è giudicata in netta ascesa, tanto che il 31% dei marketer dichiara che sarebbe interessato ad assumere questo ruolo in prima persona.

Se come abbiamo visto il 35% ritiene addirittura che il CMT potrebbe sostituirsi all’attuale CMO, il 53% degli intervistati ha detto a DataXu che la maggior parte delle organizzazioni dovrebbero impiegare sia una CMO sia un CMT, o almeno dotarsi nella direzione marketing di una figura senior focalizzata sulla tecnologia.

Nel complesso, il 56% dei marketer del Regno Unito già gestisce la tecnologia in-house, in primo luogo perché prevede un impatto positivo in termini di costi e ricavi (secondo il 41%).

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette