Main partner:

KFC cresce in Italia e punta sulla comunicazione data-driven

A dircelo è stata Nicoletta Pirro Ruggiero, Head of Marketing and Communication, intervistata in occasione dell’apertura del primo ristorante della catena di fast food a Milano

di Caterina Varpi
28 luglio 2016
nicoletta-pirro-ruggiero-kfc
Nicoletta Pirro Ruggiero

C’è anche il Programmatic all’interno della strategia media di KFC.

A dircelo è stata Nicoletta Pirro Ruggiero, Head of Marketing and Communication KFC Italia, intervistata in occasione dell’apertura del primo ristorante di KFC (Kentucky Fried Chicken) a Milano, il 28 luglio, all’interno del Bicocca Village. Si tratta del settimo ristorante dell’azienda in Italia, dopo quelli di Roma, Torino, Chieti, Genova, Brescia e Arese.

«La nostra strategia è focalizzata su quello che rende distintivo il brand – ha spiegato a manager -: innanzitutto, il pollo preparato nei nostri ristoranti al momento e seguendo la ricetta originale del colonnello. In secondo luogo, i bucket, i cestelli, una nostra icona, che consentono di gustare anche a casa il prodotto come nel ristorante. Infine, il free refill delle bevande non confezionate, per cui il bicchiere si può riempire tutte le volte che si desidera e provare i diversi gusti disponibili».

E’ la rete il media privilegiato per la comunicazione dell’azienda: «Siamo focalizzati sul digital, mezzo a cui è interamente dedicato il nostro budget. In particolare, siamo presenti su Facebook e Instagram e puntiamo su contenuti fortemente coinvolgenti e ingaggianti. Basti pensare che il post dedicato al nuovo ristorante di Milano ha avuto una reach di 300.000 persone. Pianifichiamo sul digital – abbiamo realizzato campagne display -, su Facebook e mobile. Infatti, il 75% degli utenti dei sito e dei nostri canali social arriva da dispositivi mobili. Utilizziamo anche la pianificazione in programmatic. Per il momento non abbiamo in cantiere progetti relativi ad altri media».

Le agenzie che seguono KFC Italia sono Bitmama per i contenuti e la creatività e Universal Media per la pianificazione.

Leggi l’articolo completo su Engage.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette