Main partner:

Kantar Media arricchisce l’offerta di digital monitoring. Più dati sul Programmatic

Sarà ora possibile catturare le attività pubblicitarie data driven cosi come analizzare i mediatori e lo stato dei processi, con una copertura di milioni di pagine

di Alessandra La Rosa
11 ottobre 2016
kantar-media

Kantar Media ha annunciato l’introduzione di una nuova generazione di competenze di ad intelligence cross-piattaforma.

Tra le novità, un arricchimento dei tool di digital monitoring, con l’aggiunta di dati su programmatic, mobile, social e video cross-media, che viene incontro al crescente bisogno di inserzionisti e publisher di analizzare le opportunità pubblicitarie in una maniera più olistica.

«E’ chiaro non solo che i dollari investiti in un pubblicità stanno spostandosi su una varietà di piattaforme digitali, ma anche che un’ad intelligence competitiva adesso ha bisogno di essere approcciata in una maniera particolarmente olistica – ha commentato Andy Brown, Chairman e CEO di Kantar Media -. L’arricchimento di queste competenze indica che la industry non può più guardare alle attività pubblicitarie su uno specifico canale come a un silo, o anche alla pubblicità digitale come a un silo. Bisogna analizzarli in maniera integrata cross-piattaforma, e adesso i compratori e i venditori di pubblicità hanno uno strumento per farlo».

Dal punto di vista del Programmatic, attraverso Kantar Media sarà ora possibile catturare le attività pubblicitarie data driven cosi come analizzare i mediatori e l’andamento dei processi, con una copertura di milioni di pagine.

Le novità saranno integrate nella suite di prodotti della società per agenzie, brand ed editori, a partire dal mercato statunitense.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette