Main partner:

AOL perde due top manager, mentre si lavora alla sua unione con Yahoo

Si tratta del Global Head of Media Sales Jim Norton, che passa in Condé Nast dove sarà Chief Business Officer and President of Revenue, e del President of Content and Consumer Brands Jimmy Maymann

di Alessandra La Rosa
11 ottobre 2016
jim-norton
Jim Norton

Giornata difficile per AOL. Nel giro di poche ore due dei suoi top manager hanno lasciato la società. Si tratta del Global Head of Media Sales Jim Norton e del President of Content and Consumer Brands Jimmy Maymann.

Jim Norton, arrivato in AOL nel 2009 da Google come head of advertising sales, ha poi assunto la massima carica nel 2013. E’ anche vice chairman di IAB US. Lascia AOL per passare in Condé Nast, dove assumerà il nuovo ruolo di Chief Business Officer and President of Revenue, riportando direttamente al presidente e ceo Bob Sauerberg. Lo abbiamo intervistato qualche mese fa, quando lo abbiamo incontrato al Festival of Media Global (qui l’intervista).

Jimmy Maymann, invece, era arrivato in AOL nel 2011, in seguito all’acquisizione di GoViral, di cui era Executive Chairman e co-founder. Tra il 2012 e il 2015 è stato ceo di The Huffington Post, acquisito da AOL nel 2011 per 315 milioni di dollari. La sua uscita dalla società arriva a pochi mesi da quella di Arianna Huffington (leggi qui l’articolo dedicato).

Movimenti ai vertici che accadono proprio mentre AOL sta definendo i particolari della sua unione con Yahoo. Da quando infatti Verizon (cui AOL fa capo) ha accettato di acquisire Yahoo per 4,68 miliardi di dollari qualche mese fa, le alte cariche della società sono state impegnate a coordinare quella che appare come una inevitabile integrazione, viste le rispettive anime digital di AOL e Yahoo, e che potrebbe diventare realtà già tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo.

Secondo rumor riportati da Re/Code, ci sarebbe in piano di dividere AOL in due unità, una dedicata ai business media e advertising, l’altra focalizzata sulle piattaforme tecnologiche. Una struttura che potrebbe facilitare l’inserimento delle attività di Yahoo.

E non è da escludere che il ruolo lasciato vacante da Norton possa essere assunto proprio da qualche top manager di Yahoo.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.