Main partner:

IPG punta sui dati: in cantiere la realizzazione (o l’acquisizione) di una DMP

Lo ha dichiarato il ceo del gruppo Michael Roth in occasione della call di bilancio sui risultati del Q3 2016. Il fronte data analytics sarà uno dei focus della holding pubblicitaria nel 2017

di Alessandra La Rosa
24 ottobre 2016
michael-roth-ipg

Futuro all’insegna dei dati per IPG.

In occasione della recente call di bilancio sui risultati del Q3 2016 (leggi qui l’articolo di Engage dedicato ai dati della trimestrale), il ceo della holding pubblicitaria Michael Roth ha annunciato che nei prossimi piani del gruppo ci sarà un incremento degli investimenti sul fronte data analytics e un maggiore coordinamento del database di IPG Mediabrands a disposizione di tutte le agenzie.

Per Roth l’aspetto dei dati sarà uno dei principali focus di IPG nel 2017, un asset strategico che passerà anche dalla dotazione di una DMP, non è ancora chiaro se tramite l’acquisizione di una struttura esterna o lo sviluppo di una nuova piattaforma in seno alla società. «Onestamente, se non abbiamo una struttura o delle competenze interne, cercheremo di aggiungerle», ha detto in proposito Roth.

L’attenzione di IPG nei confronti del data analytics non stupisce: nel recente passato già WPP aveva mostrato vivo interesse nel settore. Un interesse concretizzatosi in forti investimenti e nella creazione, poco più di un anno fa, di una struttura ad hoc interna a GroupM, Gain Theory, specializzata nel marketing analytics e volta ad aiutare i brand a gestire grandi quantitativi di dati (leggi qui l’articolo dedicato).

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter